Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

I 25 videogiochi più attesi del 2019

I 25 videogiochi più attesi del 2019

All'interno di ogni pagina trovate le informazioni più fresche su ciascun gioco, le più recenti immagini e gli ultimi video. Abbiamo inserito nella rassegna i titoli che realisticamente hanno possibilità di essere rilasciati nel 2019

di , Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

Days Gone

Produttore: Sony Interactive Entertainment

Sviluppatore: SIE Bend Studio

Piattaforme: PS4

Uscita: 26 aprile 2019

Days Gone è un interessante e tecnologicamente avanzato (Unreal Engine 4) progetto per PlayStation 4. Pur trattandosi di un contesto di orientamento post-apocalittico, Days Gone intende concentrarsi molto attentamente su concetti come la disperazione e la perdita, la trasformazione e la scoperta, ma spingerà anche propositi come l’esplorazione e valori come l’amicizia.

Il protagonista è Deacon St. John, un uomo qualunque che tuttavia è riuscito a sopravvivere all’inferno grazie ad alcune doti piuttosto particolari Notevole quantità di zombie gestibili dal motore grafico del gioco durante gli assalti delle orde.

Ci saranno due tipologie di infetto: da un lato i Newts, che attaccano singolarmente, mentre dall’altro si fronteggia l’Horde, un gigantesco gruppo di individui che si muove con veemenza verso il bersaglio, come se si trattasse di un’ondata di piena.

Le moto servono per gli spostamenti da un luogo all’altro della mappa e per il trasporto dell’equipaggiamento. Essendo Days Gone ambientato a soli due anni di distanza dall’esplosione della pandemia, di conseguenza il mondo di gioco non è ancora completamente devastato e caduto in disgrazia. La popolazione sta iniziando ad organizzarsi per cercare di sopravvivere, ma vige il disordine e non si sono ancora costituiti nuovi equilibri.

Si parla di una struttura di gioco sarà open world dove i giocatori possono sfruttare lo scenario a proprio vantaggio e si può rivivere l'esperienza più volte.

L’avventura si fonderà sulla varietà delle situazioni di gioco, che potranno essere fronteggiate a viso aperto oppure sfruttando l’astuzia, il posizionamento delle trappole e i movimenti furtivi tra gli arbusti. Una caratteristica interessante prevede di poter sfruttare le feroci orde di zombie – i cosiddetti “Freakers” – a proprio vantaggio per avere la meglio su altri sopravvissuti ostili, ad esempio decidendo di collocare degli esplosivi in punti specifici dello scenario.

Alla maniera di un Dying Light, la densità di questi contagiati varierà a seconda dell’orario della giornata. I cambiamenti ambientali saranno legati anche alle condizioni meteorologiche: la neve ad esempio renderà più difficile l’individuazione del giocatore, mentre se si metterà a piovere il rumore causato dai movimenti sarà meno percettibile. La variabilità di queste condizioni avrà influssi sulla resistenza e l’aggressività degli zombie, ma modificherà anche la manovrabilità della propria motocicletta. Un’altra caratteristica che sembra essere stata implementata bene riguarda l’utilizzo di determinati oggetti per attrarre l’attenzione dei nemici. Piazzando ad esempio una tagliola nel terreno e lanciando un sasso in quella direzione, le ronde saranno indotte a indagare e finiranno in trappola, allertando e facendo spostare dalla loro zona di competenza anche gli altri NPC presenti in quell’area.

 
^