Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

I 16 migliori videogiochi dell'E3 2019

I 16 migliori videogiochi dell'E3 2019

Abbiamo selezionato quelli che secondo noi sono i giochi presentati all'E3 che più faranno parlare di sé nei prossimi mesi. All'interno trovate immagini, filmati, caratteristiche di gioco e tutto quanto è stato mostrato durante l'evento videoludico più importante dell'anno

di , Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftXboxSonyPlaystationNintendoSwitchGoogleStadia
 

Call of Duty: Modern Warfare

Produttore: Activision

Sviluppatore: Infinity Ward

Piattaforme: PC, PS4, Xbox One

Uscita: 25 ottobre 2019

Call of Duty: Modern Warfare arriva in un momento non proprio ideale per la serie creata originariamente da Infinity Ward. Non sul piano delle vendite, perché resta uno dei giochi per console più venduti, ma sul piano organizzativo, soprattutto per quello che sta succedendo all'episodio di CoD che uscirà nel 2020. Per rispettare questo serrato ritmo di rilasci, Activision mette quattro studi al lavoro su Call of Duty: Infinity Ward (Call of Duty, Call of Duty 2, Call of Duty 4: Modern Warfare 1, 2 e 3, Call of Duty: Ghosts, Call of Duty: Infinite Warfare), Treyarch (Call of Duty: World at War e Call of Duty Black Ops 1, 2, 3 e 4), Sledgehammer Games (Call of Duty: Advanced Warfare e Call of Duty: WWII) e Raven Software (Call of Duty Online e Call of Duty: Modern Warfare Remastered). E proprio Infinity Ward si occuperà di questo reboot.

Per quanto riguarda la parte narrativa, Modern Warfare cambierà approccio rispetto ai Call of Duty precedenti, che quasi sembravano un'esaltazione della guerra. Vorrà essere più riflessivo e, soprattutto, recepire i cambiamenti morali e psicologici a cui la società sta andando incontro. Per questi motivi, non si tratterà di un proseguimento della precedente storia, ma di una completa reimmaginazione. La nuova storia, infatti, verrà seguita da diversi punti di vista, anche quelli dei "cattivi" oltre dei "buoni". Categorie generiche, però, perché tutti hanno qui un motivo valido per combattere.

Piccadilly e Townhouse sono i due livelli del nuovo Call of Duty: Modern Warfare mostrati all'E3. Nel primo caso il giocatore impersona un comune cittadini che si ritrova improvvisamente coinvolto in un attacco terroristico. Scortato dalle forze militari britanniche il cittadini deve trovare una via di fuga all'interno del palazzo in cui si trova, attaccato da una cellula terroristica guidata da colui che si fa chiamare "il Lupo". Questa missione alterna sequenze lente, dove bisogna stare attenti a non provocare il minimo rumore e dove il pericolo può nascondersi dietro ogni angolo, a sequenze in cui si spara in abbondanza.

Townhouse, invece, è ambientata in medioriente, nel cuore della cellula terroristica e segue la formazione delle giovane reclute del terrorismo. Stavolta si impersona una bambina, mentre è in corso un violento bombardamento da parte delle forze militari russe. Nella seconda parte il gioco assumerà dei connotati stealth, quando gli invasori cercheranno di rapire il padre della bambina e il fratello. Come precedenti capitoli di Modern Warfare, il nuovo episodio vuole essere disturbante, mostrando i lati scomodi del conflitto. E sicuramente è più intimistico, con personaggi protagonisti non consoni rispetto alla tradizione della serie.

Come spesso accade, la presentazione del nuovo CoD all'E3 ha riguardato principalmente il single player, mentre del multiplayer, che poi sancirà al solito il successo o il fallimento del gioco, verosimilmente verrà mostrato al GamesCom. Il nuovo Modern Warfare offre un'esperienza narrativa unificata e una progressione trasversale a tutto gioco, che include una campagna per giocatore singolo, il multigiocatore online e la modalità cooperativa.

Call of Duty: Modern Warfare presenta un nuovo motore grafico che utilizza diversi sistemi per rendere più coinvolgente l'azione di gioco: è stata utilizzata la fotogrammetria che permette di gestire i modelli dal punto di vista fisico, un nuovo sistema di streaming basato su hybrid tile, un nuovo sistema di decal rendering PBR, un'illuminazione ambientale volumetrica, il supporto al 4K HDR, Raytracing su DirectX (ovviamente solo su PC) e una nuova pipeline di geometrie GPU. Lo sviluppatore promette avanzamenti anche lato audio, come il supporto al Dolby Atmos ed effetti di simulazione audio più avanzati. È previsto per il 25 ottobre su PlayStation 4, Xbox One e PC.

 
^