Sony: ci saranno giochi solo per PlayStation 5

Sony: ci saranno giochi solo per PlayStation 5

Le strategie sulle esclusive e la retrocompatibilità differiranno leggermente tra Sony e Microsoft. Sony chiede agli sviluppatori di assicurarsi che tutti i giochi PS4 funzionino anche su PS5, ma allo stesso tempo ci saranno alcuni titoli che gireranno in esclusiva su PS5

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Sony ha appena confermato l'evento dedicato a PlayStation 5 che, secondo quanto abbiamo in precedenza appreso da alcune fonti, si incentrerà sulla presentazione della nuova console. È un momento molto atteso dai fan, che sono avidi di dettagli sulla nuova generazione di videogiochi.

Un punto cruciale riguarda la retrocompatibilità tra la nuova generazione e le vecchie e la disponibilità in esclusiva di titoli sulle nuove console. Microsoft ha a più riprese parlato di Smart Delivery, ovvero della possibilità di acquistare un gioco solamente una volta e poi di decidere se giocarlo su Xbox Series X, Xbox One o PC. Sembra che Sony non si allineerà a questa strategia e che continuerà a rilasciare giochi nuovi sia nella versione PS4 che in quella PS5.

PlayStation 5

"È il momento di dare ai fan qualcosa che possono avere solo con PlayStation 5" ha intanto dichiarato in un'intervista a GamesIndustry Jim Ryan, CEO di Sony Interactive Entertainment. "Crediamo nelle generazioni e crediamo che quando si procede con il lancio di una console di nuova generazione questa dovrebbe caratterizzarsi per funzionalità e vantaggi che non ci sono nella precedente console. A nostro avviso, poi, gli sviluppatori devono essere in grado di sfruttare queste nuove funzionalità. Sia che si tratti del controller DualSense, sia che si tratti dell'audio 3D, sia che si tratti dei molteplici modi in cui l'SSD può essere utilizzato, stiamo cercando di dare qualcosa di nuovo alla community di giocatori PlayStation, qualcosa di diverso che si può avere solo con PlayStation 5".

Entrambe le console supporteranno la retrocompatibilità e saranno dunque in grado di eseguire molti giochi usciti originariamente per le console di precedente generazione (anche se non è ancora chiaro quanto sarà esteso questo supporto). Ma Smart Delivery nel caso di Xbox è qualcosa in più perché consentirà, ad esempio, di acquistare un'unica copia di Halo Infinite e di giocare, a scelta, su Xbox Series X, Xbox One o PC. Microsoft inoltre estenderà questo supporto anche ai produttori di terze parti che vorranno aderire. Con PS5 non sarà lo stesso e ci saranno titoli "solo per PS5".

È una questione più di marketing che di capacità tecniche: ormai da qualche anno la strategia di Microsoft prevede una decentralizzazione rispetto all'hardware, in modo da permettere ai giocatori di scegliere su quale dispositivo giocare, pur rimanendo nell'ecosistema Xbox. Questo è iniziato con Xbox Play Anywhere e raggiunge uno stadio successivo con Smart Delivery. In futuro l'approccio risulterà ulteriormente ampliato quando la tecnologia di cloud gaming Project xCloud sarà sufficientemente rifinita.

Allo stesso tempo, per PlayStation le esclusive, e l'approccio da fornitore di console classico, sono molto importanti. La sua strategia si basa fortemente sulle esclusive, e giochi come Bloodborne, God of War, The Last of Us, Uncharted, Ghost of Tsushima, non sono in alcun modo raggiungibili al di fuori del mondo PlayStation. La sfida per Sony in futuro consisterà nel sostenere che il suo nuovo hardware giustifica il passaggio alla nuova generazione: in questo è importante non tanto l'upgrade che è stato fatto a CPU e GPU, quanto il nuovo tipo di connessione tra SSD e GPU. Con ogni probabilità apprenderemo nel corso dell'evento della prossima settimana quale sarà la strategia di Sony su questo punto, ma le parole di Ryan sembrano in qualche modo voler mettere le mani avanti in proposito.

Allo stesso tempo, gli sviluppatori che vorranno realizzare un gioco per PS4 dovranno assicurarsi che questo funzioni anche su PS5. Secondo quanto si è appreso da una documentazione tecnica per i partner di Sony, a partire dal 13 luglio, qualsiasi software inviato per la certificazione deve poter essere eseguito sia su PS5 che su PS4. Questo significa che tutti i giochi per PS4 che vengono pubblicati nell'ultima parte del ciclo vitale della console di precedente generazione devono essere perfettamente compatibili con PS5 e godere su quest'ultima di tutte le funzionalità e modalità di gioco disponibili su PS4.

Secondo Eurogamer, Sony si metterà in contatto con ciascuno sviluppatore per fornire istruzioni su come testare i giochi e assicurasi la compatibilità con PS5. Da questo punto di vista è soprattutto il nuovo funzionamento dell'unità di storage a preoccupare, perché gli sviluppatori devono cambiare alcune logiche di comunicazione tra la soluzione di archiviazione e la pipeline grafica. Durante la presentazione delle specifiche tecniche di PlayStation 5, Mark Cerny diceva che su PS5 sono supportati 'quasi tutti' i 100 migliori giochi PS4, una dichiarazione che ha destato il panico presso gli appassionati del mondo PlayStation interessati alla retrocompatibilità.

Si consideri che i giochi vengono mandati a Sony per l'approvazione finale molto prima del rilascio. Quindi, la deadline del 13 luglio non garantisce che tutti i titoli rilasciati nel 2020 funzioneranno su PS5: anzi, è molto probabile che i giochi il cui rilascio è previsto per l'estate, o poco dopo, non funzionino senza una patch o un qualche tipo di aggiornamento. Infine, il fatto che tutti i giochi per PS4 funzionino anche su PS5 non vuol dire che Sony stia contemplando un qualche tipo di funzionalità simile a Smart Delivery: è più probabile che ci siano due release diverse per ciascun formato, nel modo classico. Ma se questo approccio verrà sfumato o leggermente modificato è tutto da verificare.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aldo87mi30 Maggio 2020, 15:27 #1
Fantastico, questa è la volta buona che compro una console. Ormai i buoni giochi per Pc scarseggiano, solo giochetti Indie di bassa qualità, basta vedere quest'anno assenza assoluta di giochi AAA eccetto l'arrampica-platform Doom Eternal e l'action shooter RE 3. Non compro una console dal lontano 1997, l'ultima fu il N64. Ma mi sa che a questo giro prenderò la PS5. Il gaming Pc è quasi morto, la rtx 2060s l'ho appesa al chiodo in questo 2020
Cfranco30 Maggio 2020, 17:26 #2
Originariamente inviato da: aldo87mi
Ormai i buoni giochi per Pc scarseggiano, solo giochetti Indie di bassa qualità,


Sulle console manco quelli
kamon30 Maggio 2020, 17:36 #3
Originariamente inviato da: aldo87mi
Fantastico, questa è la volta buona che compro una console. Ormai i buoni giochi per Pc scarseggiano, solo giochetti Indie di bassa qualità, basta vedere quest'anno assenza assoluta di giochi AAA eccetto l'arrampica-platform Doom Eternal e l'action shooter RE 3. Non compro una console dal lontano 1997, l'ultima fu il N64. Ma mi sa che a questo giro prenderò la PS5. Il gaming Pc è quasi morto, la rtx 2060s l'ho appesa al chiodo in questo 2020


Dal 97? Ma dai... Tra dreamcast, game cube, ps2, xbox, xbox 360, ps3, wii, ds, psp, 3ds, ps vita, wii u, xbox one, ps4 e switch non hai mai trovato una esclusiva che meritasse attenzione prima di questo annuncio su ps5? Tra l'altro il gaming su pc negli ultimi 23 anni ha vissuto periodi ben peggiori di quello attuale.

Originariamente inviato da: Cfranco
Sulle console manco quelli


Quindi se i buoni giochi non stanno su pc e non stanno su console... Stanno su android/ios
kamon30 Maggio 2020, 17:43 #4
Mi è scappato un doppio post, chiedo scusa.
calabar30 Maggio 2020, 19:28 #5
Originariamente inviato da: Articolo
È una questione più di marketing che di capacità tecniche:

Non sono del tutto d'accordo su questa affermazione, creare un gioco che debba funzionare anche sull'hardware più vecchio porta spesso a compromessi e rallenta l'adozione delle peculiarità dell'hardware nuovo.
La compatibilità dei vecchi titoli sulla nuova consolle mi pare già un ottimo risultato (non così scontato, viste le politiche del passato), ma pretendere anche il contrario la vedo come una richiesta che talvolta potrebbe risultare limitante.
dwfgerw30 Maggio 2020, 20:18 #6
Approccio che consente di concentrarsi su un singolo hardware, per velocizzare lo sviluppo ma, soprattutto, non portarsi dietro le limitazioni della gen precedente, avere alcuni titoli al lancio pensati esclusivamente per la nuova piattaforma significa avere la vera nextgen.
LORENZ030 Maggio 2020, 20:26 #7
Originariamente inviato da: aldo87mi
Fantastico, questa è la volta buona che compro una console. Ormai i buoni giochi per Pc scarseggiano, solo giochetti Indie di bassa qualità, basta vedere quest'anno assenza assoluta di giochi AAA eccetto l'arrampica-platform Doom Eternal e l'action shooter RE 3. Non compro una console dal lontano 1997, l'ultima fu il N64. Ma mi sa che a questo giro prenderò la PS5. Il gaming Pc è quasi morto, la rtx 2060s l'ho appesa al chiodo in questo 2020


Ha ammesso di non comprarne una dal 1997: come può sentenziare così?! A casa mia le cose si provano per bene prima di giudicare e bollare in questo modo.
Infine, gli esport motoristici girano tutti su pc. Ma lei è fermo al 1997 con l'idea che il pc, per i giochi, sia morto... Le consiglio un bel viaggio..nel presente!
TorettoMilano30 Maggio 2020, 20:47 #8
Originariamente inviato da: LORENZ0
Ha ammesso di non comprarne una dal 1997: come può sentenziare così?! A casa mia le cose si provano per bene prima di giudicare e bollare in questo modo.
Infine, gli esport motoristici girano tutti su pc. Ma lei è fermo al 1997 con l'idea che il pc, per i giochi, sia morto... Le consiglio un bel viaggio..nel presente!

risulterò antipaticamente puntiglioso e ne chiedo scusa ma gt sport è sponsorizzato fia e gira solo su ps4. non mi metto a far paragoni visto che non ne ho provato nessuno, la mia voleva solo essere una precisazione
nickname8830 Maggio 2020, 21:09 #9
Originariamente inviato da: TorettoMilano
risulterò antipaticamente puntiglioso e ne chiedo scusa ma gt sport è sponsorizzato fia e gira solo su ps4. non mi metto a far paragoni visto che non ne ho provato nessuno, la mia voleva solo essere una precisazione


GT non è un simulatore, è un giochino arcade che con la simulazione non c'azzecca nulla, come FM. Che poi vi sia una categoria nell'esport vale anche per altri arcade come F1 e Dirt. I titoli più in vista sono iRacing e Assetto Corsa competizione ( esclusive entrambe PC ).
Il solo fatto poi che un titolo di corsa venga concepito per essere giocato col pad si descrive da solo
giuliop30 Maggio 2020, 21:09 #10
Originariamente inviato da: TorettoMilano
risulterò antipaticamente puntiglioso e ne chiedo scusa ma gt sport è sponsorizzato fia e gira solo su ps4. non mi metto a far paragoni visto che non ne ho provato nessuno, la mia voleva solo essere una precisazione


Urrà alla precisione!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^