Videogiochi e Covid-19: come è cambiato il settore del gaming in Italia

Videogiochi e Covid-19: come è cambiato il settore del gaming in Italia

Segnaliamo un'interessante indagine di mercato realizzata da The Fool, che evidenzia come gli italiani si siano dedicati al gaming durante le fasi di lockdown

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Videogames
SonyMicrosoftNintendo
 

Il settore del gaming in ascesa durante la pandemia da Covid-19. Lo evidenziano i numeri dell'indagine di mercato perfezionata da The Fool, su dati GlobalWebIndex. The Fool è un'azienda con sede a Milano specializzata in differenti tipologie di monitoraggio e ascolto della rete per analisi di reputazione digitale, contesto, social media, trend, sentiment e scenario tramite l'utilizzo di social media analytics.

Nel suo ultimo report si occupa nello specifico di quali console guidano il mercato, dello sviluppo degli E-Sports e le caratteristiche distintive dei fan, e di Twitch e di chi sono gli utenti che visitano la piattaforma.

The Fool

"L’emergenza Covid-19 ha sconvolto le vite di tutti, intaccando ogni settore. Tutti gli ambiti hanno subito questo impatto in maniera più o meno significativa e, anche il mondo dell’intrattenimento,non è risultato esente da contraccolpi. In che modo, quindi, il Coronavirus ha coinvolto l’universo dei videogames?" sono i presupposti su cui è basata l'indagine.

Il 48% delle conversazioni sui social monitorate ha riguardato PlayStation 4, grazie a giochi come «The Last of Us2» e«Ghost of Tsushima» e l’arrivo di PlayStation 5. Nintendo Switch e Xbox sono posizionate rispettivamente al 28 e al 24%. Complice l’uscita di Animal Crossing: New Horizons, il simulatore di vita, pubblicato durante il lockdown, Nintendo è stata oggetto di molte conversazioni. Microsoft fa parlare di sé grazie alla presentazione della nuova Xbox Series X e al servizio di cloud gaming, Project xCloud, rilasciato in beta nel corso di maggio.

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /dati/vserver/hwupgrade.it/db/lib/Amazon/amazon-search-v5.inc.php on line 493

Gli eSports hanno generato un notevole volume di conversazioni, spinti più che mai dalla piattaforma regina dello streaming, Twitch che domina la scena. Anche il cloud gaming è stato parecchio discusso grazie alle offerte di Google Stadia e Project xCloud e mentre cala in parte l’interesse per la realtà virtuale (-21% rispetto allo stesso periodo del 2019), cresce la febbre per la nuova generazione di console (+148%).

Videogiochi e Covid-19

Le console di casa Sony sono le più utilizzate dai gamers italiani, affiancate da Nintendo Wii, apprezzata in particolar modo dalle utenti femminili (19% donne contro 16% uomini). Il videogioco più giocato rimane FIFA, seguito da Call of Duty, mentre è interessante il terzo posto di F1 2019, spinto dalla risonanza che ha registrato il sim racing durante il lockdown.

Videogiochi e Covid-19

Tech, intrattenimento e sport risultano i principali interessi degli appassionati di eSports. I fan degli eSports mostrano inoltre il bisogno di essere costantemente connessi online, principalmente legato al desiderio di rimanere aggiornati su ciò che accade rispetto agli amici e al mondo rispetto al più ampio mondo delle news, della cronaca e dell’intrattenimento.

Videogiochi e Covid-19

Il calcio emerge quale sport principe, essendo la principale attività svolta trasversalmente all’età e quella maggiormente guardata. Nella fascia 55-64 anni è invece il tennis lo sport più praticato(38%). E se il calcio in Italia resta lo sport più seguito notiamo anche come il mondo delle corse, a due o quattro ruote, sia uno dei più coinvolgenti grazie alla forte adrenalina che sa trasmettere.

Videogiochi e Covid-19

La presenza su Twitch si qualifica in termini prettamente maschili con il 65% della audience degli iscritti alla piattaforma di sesso maschile. Il social, inoltre, si rivolge ad un target principalmente giovane, concentrandosi nella fascia d’età dei 16-24enni (32%). Il 69% degli utenti tra i 45 ed i 64 anni dichiara di aver interagito su Twitch nel corso dell’ultimo mese, presumibilmente influenzati dalla presenza di figli.

Videogiochi e Covid-19

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Goofy Goober09 Luglio 2020, 20:19 #1
magari un giorno capirò cosa attrae così tanto l'uso di twich al di fuori di eventuali walkthru e simili.

e no, non è la stessa cosa che guardare le partite di calcio o le f1 o lo stop xyz in tv, perchè semplicemente non tutti possono praticare tutti gli sport anche per banale adeguatezza fisica, ma un videogioco non ha prerequisiti che non siano altro che avere già lo strumento con cui guardi twich e il gioco stesso.

c'è qualcosa a livello di "show" che attrae le visualizzazioni, ma nonostante sia un videogiocatore da 30 anni e passa io non sono mai riuscito a vederci niente di accativante in altri che giocano al mio posto.
Saturn09 Luglio 2020, 21:16 #2
Madonna però che ansia con questo Covid19...cambiamo argomento...!
kamon10 Luglio 2020, 01:18 #3
Il wii? WTF.
TheMonzOne10 Luglio 2020, 09:08 #4
Originariamente inviato da: Goofy Goober
magari un giorno capirò cosa attrae così tanto l'uso di twich al di fuori di eventuali walkthru e simili.

e no, non è la stessa cosa che guardare le partite di calcio o le f1 o lo stop xyz in tv, perchè semplicemente non tutti possono praticare tutti gli sport anche per banale adeguatezza fisica, ma un videogioco non ha prerequisiti che non siano altro che avere già lo strumento con cui guardi twich e il gioco stesso.

c'è qualcosa a livello di "show" che attrae le visualizzazioni, ma nonostante sia un videogiocatore da 30 anni e passa io non sono mai riuscito a vederci niente di accativante in altri che giocano al mio posto.
E perché non dovrebbe essere la stessa cosa che guardare la partita di calcio in TV ? Anche in quel caso quindi, se fossi comunque un calciatore ( certo, non a livello professionistico, ma credo che molti calciatori seguano partite di altre squadre in TV ) allora non guarderesti le partite in TV? Se fossi un pilota di serie minori non guarderesti la F1 ? Twitch è una forma di intrattenimento nè più nè meno quanto gli altri casi citati...c'è chi magari segue le live semplicemente per vedere qualcuno che gioca meglio di lui allo "sport" da lui stesso praticato.

Personalmente con il lock-down ho iniziato a giocare ad Escape From Tarkov e congiuntamente ho iniziato a seguire le live di qualche streamer italiano su Twitch ( che prima del lock-down nemmeno conoscevo )...ma le "seguo" su un secondo schermo mentre faccio altro.
Goofy Goober10 Luglio 2020, 10:39 #5
Originariamente inviato da: TheMonzOne
E perché non dovrebbe essere la stessa cosa che guardare la partita di calcio in TV ? Anche in quel caso quindi, se fossi comunque un calciatore ( certo, non a livello professionistico, ma credo che molti calciatori seguano partite di altre squadre in TV )


Perchè la differenza è che tu non sei fisicamente una partita di champions league.
Un videogioco fino a prova contraria lo prendi e per quanto "non abilissimo" potrai essere ad affrontarlo, non potrai mai venirmi a dire "guardo uno streamer perchè io non sono fisicamente in grado di videogiocare".

allora non guarderesti le partite in TV? Se fossi un pilota di serie minori non guarderesti la F1 ? Twitch è una forma di intrattenimento nè più nè meno quanto gli altri casi citati...c'è chi magari segue le live semplicemente per vedere qualcuno che gioca meglio di lui allo "sport" da lui stesso praticato.


hai detto bene è una fonte di intrattenimento, infatti comprendo lo streamer che trova successo per lo spettacolo che da lui come persona, così come comprendo lo spettacolo che raccoglie un reality show qualunque, seppur per entrambi mi chiedo ancora perchè c'è gente che li guarda

Personalmente con il lock-down ho iniziato a giocare ad Escape From Tarkov e congiuntamente ho iniziato a seguire le live di qualche streamer italiano su Twitch ( che prima del lock-down nemmeno conoscevo )...ma le "seguo" su un secondo schermo mentre faccio altro.


Se ti diverte, fai bene.
Io non ne avrei motivo, nonostante sia un fruitore di walktrhu senza commentary per tutti quei giochi che NON voglio giocare ma di cui mi interessa la storia.

Ad esempio ho visto tutto A Plague Tale su youtube, perchè dopo aver provato a giocarci il gameplay mi faceva pena, ma la storia mi intrigava. Ne ho fruito stile film quindi.
Ma se avessi dovuto guardare uno che "smongolava" mentre ci giocava, no grazie, rinunciavo.
cronos199010 Luglio 2020, 10:47 #6
Originariamente inviato da: Goofy Goober
Perchè la differenza è che tu non sei fisicamente una partita di champions league.
Un videogioco fino a prova contraria lo prendi e per quanto "non abilissimo" potrai essere ad affrontarlo, non potrai mai venirmi a dire "guardo uno streamer perchè io non sono fisicamente in grado di videogiocare".
La gente guarda lo sport non perchè incapace di fare quello che fanno gli atleti, ma per ammirare le prodezze che compiono e per esaltarsi con i loro gesti, compresi quelli "accessori" al puro gesto atletico.

Ed è lo stesso motivo per cui qualcuno si guarda il tizio che gioca a LoL in diretta Twitch. Il fatto che vedi a schermo dei pixel anzichè degli uomini veri, o che tu sia capace o meno di emulare i tizi che vedi all'opera, non ha nulla a che vedere con tutto questo.
Così come non ha alcun senso il discorso se quella precisa attività l'ho praticata o meno. Uno può essere appassionato di (che so) pallanuoto o F1 virtuale senza saper nuotare o avere la patente nè un PC/Console.
Goofy Goober10 Luglio 2020, 13:20 #7
Originariamente inviato da: cronos1990
La gente guarda lo sport non perchè incapace di fare quello che fanno gli atleti, ma per ammirare le prodezze che compiono e per esaltarsi con i loro gesti, compresi quelli "accessori" al puro gesto atletico.


Ah ok quindi tu sapresti guidare una F1 oppure fare una partita al Camp Nou contro il barca per dire... Beato te. Io non posso (e comunque non guardo ne il calcio nel la F1).
La differenza è sottile, ma tra venirmi a dire che tutti possono guidare una F1 e tutti possono giocare a LoL, perdonami ma c'è un po tanta differenza ecco!

Ed è lo stesso motivo per cui qualcuno si guarda il tizio che gioca a LoL in diretta Twitch. Il fatto che vedi a schermo dei pixel anzichè degli uomini veri, o che tu sia capace o meno di emulare i tizi che vedi all'opera, non ha nulla a che vedere con tutto questo.


Veramente si, perchè a un videogioco qualunque, le prodezze le puoi arrivare a compiere anche tu, in quanto quei videogiochi non sono pensati per esser utilizzati da persone con preparazioni specifiche e/o quasi estreme.

Quello che non concepisco io è perchè se mi diverte vedere un tizio a caso che fa cose se quel determinato gioco io magari nemmeno ce l'ho.
Perchè se lo ho, mi diverto io a farci cose, esattamente come fa lui in streaming.

Altrimenti ci stiamo raccontado che gli streamer sono tutti degli alieni che sanno "usare" i videogiochi in modo impossibile per tutto il resto del mondo per cui tali giochi sono creati.
Perchè se così non fosse tu acceso il tale gioco XYZ non riusciresti nemmeno a giocarci 5 minuti e rinunceresti, in quanto devi essere un "professionista". Così come se sali su una F1 magari nemmeno riesci a muoverla di 1 metro, patente B o meno.

Tu probabilmente vedi lo streaming videoludico solo come "vetrina" per la competizione estrema, dato che parli delle prodezze di alcuni giocatori molto abili/allenati in taluni titoli online, ma oggigiorno lo streaming è anche tutto quello che include gente che gioca "a caso" facendo visualizzazioni non per merito di abilità tecniche con il gioco, ma per lo spettacolo che offre come persona.

Così come non ha alcun senso il discorso se quella precisa attività l'ho praticata o meno. Uno può essere appassionato di (che so) pallanuoto o F1 virtuale senza saper nuotare o avere la patente nè un PC/Console.


Però se hai la patente non puoi guidare una F1 contro Hamilton a Monza
cronos199010 Luglio 2020, 14:10 #8
Originariamente inviato da: Goofy Goober
Ah ok quindi tu sapresti guidare una F1 oppure fare una partita al Camp Nou contro il barca per dire... Beato te. Io non posso (e comunque non guardo ne il calcio nel la F1).
La differenza è sottile, ma tra venirmi a dire che tutti possono guidare una F1 e tutti possono giocare a LoL, perdonami ma c'è un po tanta differenza ecco!
E di grazia, dove avrei detto questo? Ma soprattutto: che centra con quello che ho detto?

La cosa che meno sopporto è la mistificazione delle cose che scrivo. E si che ci perdo pure tempo per essere il più chiaro possibile.
Se vedi qualcuno (su Twitch o alla TV uno che fa sport) lo fai per le "imprese" che compie, quali che siano. Cosa che non esclude il fatto che chi guarda possa riuscire a farle, o non le abbia già compiute. D'altronde io non l'ho mai scritto nè alluso.

D'altronde, se uno segue (che so) il calcio o un giocatore di LoL, è anche per interesse/passione nei confronti di quello sport/videogioco e per quello che compiono gli "atleti" in suddette discipline.
Certo, in media, poi sicuramente ci sono le eccezioni/minoranze (che so, la madre che segue il figlio o l'amico di turno, o magari qualcuno che interessi economici dietro).
Originariamente inviato da: Goofy Goober
Veramente si, perchè a un videogioco qualunque, le prodezze le puoi arrivare a compiere anche tu, in quanto quei videogiochi non sono pensati per esser utilizzati da persone con preparazioni specifiche e/o quasi estreme.
E quindi? Ho mai detto il contrario? Tra l'altro hai comunque scritto una cosa falsa: il fatto che io, tu o chi per lui siete capaci di muovere un personaggio di LoL e sfruttare tutte le possibilità di gioco offerte, non vuol dire automaticamente che chiunque lo riesca a fare bene alla stessa maniera.

Altrimenti non esisterebbe gente che si lamenta di non riuscire a superare il primo boss di DS dopo averci provato 3 mesi.
Quindi, volendo replicare a quello che hai scritto, che comunque non centrava con quello che dicevo: si, non solo è possibile ma anche probabile che ci siano giocatori più bravi di te, me o chiunque frequenti questo forum, e che quindi riesce a fare delle cose (quale che sia il gioco) che noi non siamo in grado di fare.
Giocatori che non necessariamente sono i migliori o che si allenano 8 ore al giorno per migliorarsi sempre di più.

Quindi, oltre ad aver travisato quello che ho scritto, hai anche detto una castroneria. Dire tra l'altro che certe prodezze le puoi compiere anche tu è il classico ragionamento fatti di SE e MA. Per dire che le puoi compiere, le devi compiere per davvero almeno una volta. Anche perchè non c'è scritto da nessuna parte che chiunque possa riuscire a fare qualunque cosa fanno gli altri.

Giusto per precisare, sbagli anche quando parli della preparazione estrema. Quasi tutto a questo mondo puoi riuscire a farlo ad un livello più o meno elevato a seconda di tante variabili. Vale nello sport tanto quanto in un videogioco: altrimenti mi stai dicendo che fare le run no-damage a Dark Souls (per dire) sono alla portata di chiunque dopo qualche manciata di ore di gioco. Io solo al primo Dark Souls avrò accumulato più di mille ore e non ricordo un singolo boss dove non abbia subito almeno un colpo.

Però oh: fare la rabona nel calcio per me è impossibile perchè "estremo", fare una run no-damage a DS è fattibile da chiunque senza problemi.
Trattasi sempre e comunque di capacità che puoi o non puoi riuscire ad esprimere, e in qualunque campo dello scibile umano puoi raggiungere livelli che altri non saranno mai in grado di raggiungere.
Originariamente inviato da: Goofy Goober
Quello che non concepisco io è perchè se mi diverte vedere un tizio a caso che fa cose se quel determinato gioco io magari nemmeno ce l'ho.
Perchè se lo ho, mi diverto io a farci cose, esattamente come fa lui in streaming.

Altrimenti ci stiamo raccontado che gli streamer sono tutti degli alieni che sanno "usare" i videogiochi in modo impossibile per tutto il resto del mondo per cui tali giochi sono creati.
Perchè se così non fosse tu acceso il tale gioco XYZ non riusciresti nemmeno a giocarci 5 minuti e rinunceresti, in quanto devi essere un "professionista". Così come se sali su una F1 magari nemmeno riesci a muoverla di 1 metro, patente B o meno.

Tu probabilmente vedi lo streaming videoludico solo come "vetrina" per la competizione estrema, dato che parli delle prodezze di alcuni giocatori molto abili/allenati in taluni titoli online, ma oggigiorno lo streaming è anche tutto quello che include gente che gioca "a caso" facendo visualizzazioni non per merito di abilità tecniche con il gioco, ma per lo spettacolo che offre come persona.



Però se hai la patente non puoi guidare una F1 contro Hamilton a Monza
Io invece non concepisco perchè la gente mi metta pensieri in testa che non esprimo e neanche ho, partendo per la tangente ed controbattendo su concetti che non ho neanche toccato.

Quale che sia il gioco ci puoi fare quello che ti pare, così come puoi decidere o meno di seguire questo o quello streamer. Io, per dire, non li calcolo di striscio, come detto i videogiochi preferisco giocarli piuttosto che vederli giocare da altri.
Tra l'altro non ho mai detto, nè scritto, che parliamo di alieni o persone di chissà quale specie sconosciuta. Sono solo dei giocatori che, al netto del discorso monetario, si dedicano ad una cosa che li appassionano e ci mettono un certo tipo di impegno che la stragrande maggioranza delle persone non mette. A meno di non avere degli impediti, per forza di cose sui giochi che seguono arrivano ad avere conoscenze ed abilità superiori alla media.
Poi è chiaro che trovi quello che se la cava, quello bravo e quello che fa cose possibili solo ad una manciata di mortali sulla Terra.

Io non ho mai citato competizioni estreme, tornei da milioni di montepremi, giocatori elite e casi particolari. Ho sempre parlato genericamente di streamer, quale che sia lui o il suo livello di abilità. Sei tu che hai impostato tutto il discorso sull'elitarismo; libero di farlo, così come io sono libero di dire che hai del tutto travisato quello che ho detto.

Tra l'altro credo sia palese che accanto allo streamer più capace, ci sarà anche quello più imbranato, che è meno abile di uno qualunque di noi sul forum. Ma questo è ovvio, d'altro canto è logica conseguenza di quando "comprendi" che ognuno di noi riesce ad ottenere prestazioni differenti. Vuoi per esperienza, per impegno messo, per talento/manualità, per predisposizione mentale, per tempo investito, per interferenze esterne, per tantissimi altri motivi.
E anche in quel caso, comunque il discorso iniziale non cambia: conosco gente che si va a guardare giocare i pulcini del calcio (6 anni) che chiaramente non danno del "tu" al pallone come Messi, ma semplicemente perchè hanno la passione per il gioco e per vedere giocare gli altri.

E alla stessa maniera, ci possono essere videogiocatori anche capaci che magari si guardano lo streamer impedito anche solo per vedere come evolvono, se magari mostrano mosse e/o qualità che possono tornare utili o semplicemente per passione nel vedere all'opera qualunque persona su quel dato gioco.
JuneFlower11 Luglio 2020, 19:26 #9
Anche io non riesco a capire come si possa fare "multi tasking" o come si possa perdere tempo a guardare qualcun'altro che gioca, e per gli sport è lo stesso. Guardo un po' ma è molto meglio farlo.
E' il discorso che siamo la generazione di poltroni.

E comunque la risposta c'è: tanta gente non si può permettere il vpn gaming che ti da un vantaggio pazzesco su EFT o tanti altri giochi (e già di suo una connessione migliore toglie ogni effetto meritocratico dell' FPS, questo la gente in genere non lo sa e perde tempo a giocare giochi competitivi FPS online quando c'è un lag o super bullet effect o tick rate e altre robe che ti rendono in svantaggio o vantaggio perenne...

Ma poi dico, guardare altri fare cose, non ha proprio senso anche se si tratta di giocare, è molto meglio creare le condizioni per poter vivere queste esperienze in "prima persona" gioacando, simulando.

Guardare è una malattia come la sigaretta che si sta estinguendo, adesso si dovrà estinguere questa malattia da schermo che ha colpito molti di noi
mrk-cj9425 Luglio 2020, 00:26 #10
Originariamente inviato da: Goofy Goober
magari un giorno capirò cosa attrae così tanto l'uso di twich al di fuori di eventuali walkthru e simili.

e no, non è la stessa cosa che guardare le partite di calcio o le f1 o lo stop xyz in tv, perchè semplicemente non tutti possono praticare tutti gli sport anche per banale adeguatezza fisica, ma un videogioco non ha prerequisiti che non siano altro che avere già lo strumento con cui guardi twich e il gioco stesso.

c'è qualcosa a livello di "show" che attrae le visualizzazioni, ma nonostante sia un videogiocatore da 30 anni e passa io non sono mai riuscito a vederci niente di accativante in altri che giocano al mio posto.


Originariamente inviato da: Goofy Goober
Perchè la differenza è che tu non sei fisicamente una partita di champions league.
Un videogioco fino a prova contraria lo prendi e per quanto "non abilissimo" potrai essere ad affrontarlo, non potrai mai venirmi a dire "guardo uno streamer perchè io non sono fisicamente in grado di videogiocare"
.



hai detto bene è una fonte di intrattenimento, infatti comprendo lo streamer che trova successo per lo spettacolo che da lui come persona, così come comprendo lo spettacolo che raccoglie un reality show qualunque, seppur per entrambi mi chiedo ancora perchè c'è gente che li guarda



Se ti diverte, fai bene.
Io non ne avrei motivo, nonostante sia un fruitore di walktrhu senza commentary per tutti quei giochi che NON voglio giocare ma di cui mi interessa la storia.

Ad esempio ho visto tutto A Plague Tale su youtube, perchè dopo aver provato a giocarci il gameplay mi faceva pena, ma la storia mi intrigava. Ne ho fruito stile film quindi.
Ma se avessi dovuto guardare uno che "smongolava" mentre ci giocava, no grazie, rinunciavo.


la logica (totalmente contraddittoria, peraltro) dietro questi commenti era anacronistica 5/10 anni fa, figuriamoci ora....
"non tutti possono praticare gli sport come il calcio"
per giocare a calcio basta un pallone
"ma una partita a LoL non ha prerequisiti, mentre per giocare in champions league..."

morale:
"lo sport old school conta per il mio discorso solo se lo consideriamo a livello professionistico internazionale.
il videogioco conta per il mio discorso solo se consideriamo una speed-run di pong.
ecco perchè ha senso guardare lo sport e non l'eSport."
a posto così, insomma

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^