Esclusive Bethesda su Xbox? Microsoft non vuole ostacolare Sony e Nintendo

Esclusive Bethesda su Xbox? Microsoft non vuole ostacolare Sony e Nintendo

Microsoft commenta la questione Xbox + Bethesda, affrontando ancora una volta il discorso delle esclusive. A parlare è il CFO Tim Stuart, che garantisce una strategia 'pacifica': la sua compagnia non avrebbe intenzione di pestare i piedi a Sony o a Nintendo. Ecco quale sarà l'approccio di Microsoft.

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Videogames
XboxBethesdaFallout
 

Si torna a parlare della recente acquisizione di Zenimax Media da parte di Microsoft, operazione che ha avvicinato gli studi Bethesda all'ormai allargata famiglia Xbox. Un argomento particolarmente delicato riguarda i futuri giochi sviluppati dai suddetti Game Studios che, stando alle prime indiscrezioni, approderanno in esclusiva sulle piattaforme di Redmond.

Indiscrezioni che vengono in parte smentite dalla stessa Microsoft, attraverso le ultime dichiarazioni di uno dei dirigenti della divisione gaming.

Xbox e Bethesda: una strategia differente, secondo Tim Stuart

In occasione della virtual conference di Jeffries Interactive Entertainment, Tim Stuart ha parlato delle ultime novità riguardanti il brand Xbox. Il CFO della divisione gaming di Microsoft ha quindi affrontato la questione Bethesda, suggerendo una strategia ben diversa da quella descritta da alcune voci di corridoio.

Secondo le previsioni di Stuart, la sua compagnia punterà a un approccio di questo tipo: "[...] Non abbiamo intenzione di escludere Sony, Nintendo o altre compagnie da tutti i contenuti di Bethesda. Ciò che invece vogliamo, sul lungo termine, è che quei contenuti arrivino prima, che siano migliori o che offrano un'esperienza inedita sulle nostre piattaforme".

starfield xbox

Insomma, nella peggiore delle ipotesi potremmo vedere uno Starfield - prossimo titolo in sviluppo presso Bethesda - in esclusiva temporale su Xbox Series X e Series S. La concorrenza potrebbe avere comunque accesso al catalogo del publisher e ai suoi grandi franchise, come aveva dichiarato lo stesso Todd Howard, producer diche "difficilmente" immaginava un nuovo capitolo di The Elder Scrolls o Fallout rilasciato esclusivamente u Xbox.

Tim Stuart ha inoltre speso qualche parola per Game Pass, il servizio di punta dell'intero ecosistema Xbox. La piattaforma on demand, ricordiamo, può offrire ai suoi utenti una vasta gamma di giochi, tra cui i grandi titoli first-party prodotti da Microsoft e disponibili dal day one. In quest'ultima categoria rientreranno anche i giochi di Bethesda che, stando alle parole di Stuart, garantiranno un'importante spinta per la crescita di Xbox Game Pass.

Ricordiamo che anche Phil Spencer si era espresso in merito all'operazione con cui Microsoft ha acquisito Zenimax Media - costata la bellezza di 7,5 miliardi di dollari. Secondo il capo di Xbox, giochi come Deathloop e Ghostwire: Tokyo continueranno a essere esclusive temporali per PS5: l'accordo tra Bethesda e Sony, pertanto, resta invariato.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen19 Novembre 2020, 16:48 #1
Mi pare sensato. Consideriamo anche che comunque i giochi Bethesda non saranno gratis, quindi Microsoft guadagnera' anche li'.
StIwY19 Novembre 2020, 18:25 #2
Furbi, vogliono passare come i "buon samaritani" del mondo videoludico. Vorrebbero farci credere che 7.5miliardi di dollari li abbiano spesi come gesto di carità verso l'industria..... se se...
matsnake8619 Novembre 2020, 20:03 #3
Credo che MS stia semplicemente adottando la strategia di software as service nei VG così come sui soi sistemi operativi e sofwtares.
Più servizi convenienti offriranno più riusciranno a fidelizzare i clienti che a questo punto a prescindere dalla piattaforma o delle esclusive potranno contare su tanti giochi e agevolazioni.
chaosblade19 Novembre 2020, 20:33 #4
Per me useranno la strategia dei dlc esclusive su Xbox
kamon19 Novembre 2020, 22:23 #5
Ma bravi, avevo abbandonato l'idea di prendere ps5 in favore di xbox vattelappescx proprio per l'esclusività dei titoli bethesda.
SamFisher9220 Novembre 2020, 01:27 #6
Originariamente inviato da: StIwY
Furbi, vogliono passare come i "buon samaritani" del mondo videoludico. Vorrebbero farci credere che 7.5miliardi di dollari li abbiano spesi come gesto di carità verso l'industria..... se se...

Non vogliono farti credere nulla. Guadagneranno da tutti i titoli venduti da Bethesda, che siano Xbox o no.
leofguerri20 Novembre 2020, 03:19 #7
fanno benissimo, altrimenti perderebbero tutti i guadagni di chi vuole giocarlo su PS5
cronos199020 Novembre 2020, 08:07 #8
Originariamente inviato da: StIwY
Furbi, vogliono passare come i "buon samaritani" del mondo videoludico. Vorrebbero farci credere che 7.5miliardi di dollari li abbiano spesi come gesto di carità verso l'industria..... se se...
Ti consiglio di scrivere favole per bambini, sei molto dotato

Hanno speso per acquistare una società, come fanno tantissimi altri: il fatto che poi decidano una strategia commerciale per sfruttare tale acquisizione per ricavarci denaro (come fanno tutti) non capisco come possa essere un gesto di carità per l'industria. O renderli buoni samaritani.
Al massimo farà felici chi ha deciso di comprarsi una PS5, temendo che non avrebbe più visto titoli Bethesda.

Sono anni che Microsoft cerca di compenetrare il mercato ovunque per rendere accessibili i suoi prodotti videoludici, è alla base stessa dei loro servizi online. Il loro scopo principale è quello di vendere abbonamenti prima che console, a prescindere dall'apparecchio usato. Tant'è che già da tempo hanno avviato il progetto di rendere fruibili i loro servizi anche su console dei concorrenti.
tony7323 Novembre 2020, 22:23 #9
A me basta che continuino a sviluppare su PC, per il resto facciano quello che vogliono

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^