Xbox e Bethesda, chiarimenti da Microsoft: alcuni giochi saranno esclusive PC e Series X?

Xbox e Bethesda, chiarimenti da Microsoft: alcuni giochi saranno esclusive PC e Series X?

La notizia dell'acquisizione di Zenimax Media da parte di Microsoft ha fatto tremare l'intera industria dei videogiochi. I Bethesda Game Studios entrano a far parte dell'allargata famiglia dei Microsoft Studios, occorre dunque chiarire alcuni dubbi legati ai prossimi titoli in uscita e alla relativa distribuzione tramite Xbox Game Pass. Rispondono Phil Spencer e la stessa Bethesda

di pubblicata il , alle 12:24 nel canale Videogames
XboxBethesdaMicrosoft
 

Attraverso una delle operazioni finanziarie più sorprendenti di sempre, poche ore fa Microsoft ha ufficializzato l'acquisizione di Zenimax Media. La casa di Xbox accoglie così l'intera famiglia Bethesda, la quale include software house del calibro di id Software, Arkane Studios e MachineGames, così come franchise quali The Elder Scrolls, Fallout e DOOM.

Con una singola mossa il colosso statunitense ha riacceso la 'battaglia' con Sony e la sua PlayStation 5, ma Phil Spencer - capo della divisione Xbox - ha dovuto chiarire alcuni punti in merito alla futura distribuzione dei giochi Bethesda, e non solo.

Xbox Game Pass: Starfield e altri giochi Bethesda al day one

Dopo l'inaspettato annuncio della scorsa giornata si è inevitabilmente parlato di Xbox Game Pass, servizio che da oltre tre anni offre l'accesso istantaneo a una vasta gamma di titoli, sulle console Xbox, PC e sui dispositivi mobile - grazie alla recente integrazione di xCloud. La domanda, dunque, sorge spontanea: anche i giochi Bethesda faranno parte di questo ghiotto catalogo?

xbox bethesda giochi

La risposta arriva direttamente da Bethesda, tramite un post pubblicato sul suo sito ufficiale in seguito all'annuncio di cui sopra. La compagnia spiega che Microsoft, che ora controlla 23 diversi studi creativi, "aggiungerà gli iconici franchise Bethesda a Xbox Game Pass". I futuri giochi del publisher verranno introdotti su Game Pass al day one e, tra questi, troveremo senz'altro Starfield, come confermato in una nota stampa.

Starfield è l'unica produzione tripla-A citata nel comunicato, ma è probabile che anche il già annunciato The Elder Scrolls VI farà parte dei titoli disponibili al lancio su Xbox Game Pass, seguendo l'esempio di altri titoli first-party prodotti da Microsoft. Attendiamoci, inoltre, l'arrivo di ulteriori giochi dei Bethesda Game Studios su Game Pass, primo fra tutti l'acclamato DOOM Eternal che si appresta ad accogliere la sua prima espansione.

A proposito del servizio on demand di Microsoft, Xbox Game Pass conta attualmente 15 milioni di abbonati, con un aumento del 50% rispetto ai 10 milioni raggiunti solo lo scorso aprile. Negli ultimi sei mesi la piattaforma ha visto una notevole crescita, complice la 'spinta' fornita dalla costante immissione di nuovi titoli nel catalogo console e PC. Per quanto concerne l'immediato futuro, siamo sicuri che anche xCloud farà la sua parte.

Deathloop e Ghostwire Tokyo su PS5... ma gli altri titoli?

Oltre a portare buone notizie per la fanbase Xbox, l'annuncio dell'acquisizione di Bethesda ha innescato i timori dell'utenza PlayStation. Ricordiamo, del resto, che nel 2021 assisteremo al debutto di due titoli della compagnia americana, tali Deathloop e Ghostwire Tokyo.

Sviluppati rispettivamente da Arkane Studios e Tango Gameworks, i due giochi sarebbero stati lanciati in esclusiva temporale su PlayStation 5 prima di poter debuttare sulle altre piattaforme - incluse Xbox Series X e Series S. Come spiega Jason Schreier, ex Kotaku e attuale reporter di Bloomberg, l'accordo di esclusività verrà rispettato da Microsoft.

Schreier cita le parole di Phil Spencer, il quale ha parlato dell'esistenza di molti progetti non ancora annunciati. C'è però un'altra nota decisamente rilevante: secondo Spencer, i prossimi giochi Bethesda arriveranno su Xbox, PC e anche "su altre console, ma decideremo caso per caso". Come interpretare quest'ultima affermazione? Ad esempio, Microsoft potrebbe decidere di rilasciare il prossimo capitolo di DOOM su tutte le console, PS5 inclusa, ma potrebbe anche escludere la console Sony dal futuro lancio di Starfield o - nella peggiore delle ipotesi - di The Elder Scrolls VI.

Nei prossimi anni scopriremo la vera strategia adottata da Xbox per la distribuzione dei giochi Bethesda. Non fatichiamo a immaginare un nuovo capitolo di Fallout in sviluppo presso Bethesda Softworks e la stessa Obsidian Entertainment (Fallout New Vegas), altro studio acquisito da Microsoft nel novembre 2018 - e un simpatico tweet della software house ci offre un indizio.

Ricordiamo che da oggi è possibile preordinare Xbox Series X e Xbox Series S. La prima viene venduta a un prezzo consigliato di 499 euro, mentre la più accessibile Series S è disponibile a soli 299 euro. Entrambe le piattaforme sono attese per il 10 novembre 2020.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
StIwY22 Settembre 2020, 12:37 #1
Io prevedo esclusive solo temporali, quindi non penso proprio l'abbandono totale di Playstation; ma ci vorranno anni per capire i frutti di questa acquisizione. TES6 e Fallout 5 ad esempio sono praticamente ancora bozze su carta, usciranno a metà vita console se non oltre, intorno al 2023-2024 inoltrato. Lo stesso con Doom, Eternal è uscito pochi mesi fa ed in più il DLC è in arrivo, quindi mettiamo pure in conto altri 3-4 anni per il prossimo.
Non pervenuto il prossimo capitolo di The Evil Within. Insomma ad oggi l'unico vincitore è Bethesda con una barcata di soldi non indifferente, ma questi soldi devono rientrare in qualche modo, e neppure troppo tardi.
ningen22 Settembre 2020, 13:28 #2
Colpisce il fatto che il gamepass sia passato da 10 milioni a 15 milioni di abbonati in pochi mesi e potenzialmente potrebbe arrivare anche a 20 milioni o più all'inizio del prossimo anno.
Facendo qualche conto approsimativo, considerando che il gamepass base costa 10 euro, 1 anno di gamepass quindi circa 120 (salvo promozioni) e che 6 anni sono 720 euro, con una base di abbonati sui 15 ed i 20 milioni (stime comunque basse secondo me) si rifarebbero completamente dei 7.5 miliardi spesi per acquistare Zenimax anzi farebbero molto di più. Con 20 milioni di abbonati per 6 anni fanno quasi il doppio di quanto hanno speso acquisendo Zenimax, anche se sono stime approsimative e potrebbero ottenere di più o di meno in base a vari fattori. Alla luce di ciò la mossa di acquisire Zenimax è meno folle di quanto si potrebbe pensare...
Inoltre una volta pareggiata la spesa, resterebbero altri 7 miliardi (supponendo che le cifre siano all'incirca quelle) da poter spendere per i propri team o per altro.
chaosblade22 Settembre 2020, 14:49 #3
Ma cosa te ne fai del gamepass che la bethesda fa uscire un gioco ogni 20 anni e dire tanto? Giochi che meritano sono 3 o 4 all’anno praticamente è il mio unico interesse nello spendere il mio tempo libero purtroppo limitato, avere accesso a tanti indie e poco altro è uno spreco di soldi visto che ho già altri abbonamenti tipo sim cellulare e flat fibra a casa, ho persino rinunciato a Netflix e altri streaming di film proprio perché il problema è avere una libreria di cui sono interessato ma risulta che dovrei sborsare troppi abbonamenti quindi ho scelto plex
nickname8822 Settembre 2020, 14:56 #4
Originariamente inviato da: chaosblade
Ma cosa te ne fai del gamepass che la bethesda fa uscire un gioco ogni 20 anni e dire tanto? Giochi che meritano sono 3 o 4 all’anno praticamente è il mio unico interesse nello spendere il mio tempo libero purtroppo limitato, avere accesso a tanti indie e poco altro è uno spreco di soldi visto che ho già altri abbonamenti tipo sim cellulare e flat fibra a casa, ho persino rinunciato a Netflix e altri streaming di film proprio perché il problema è avere una libreria di cui sono interessato ma risulta che dovrei sborsare troppi abbonamenti quindi ho scelto plex
un altra volpe che definisce l'uva acerba
cronos199022 Settembre 2020, 14:59 #5
Originariamente inviato da: StIwY
TES6 e Fallout 5 ad esempio sono praticamente ancora bozze su carta
F5 non mi pare sia mai stato annunciato, e comunque prima di questi esce Starfield cui non dovrebbe mancare tantissimo (a meno di problemi il prossimo anno). Stai inoltre dimenticando che c'è di mezzo Arkane Studios tra gli altri (che uscirà con Deathloop nel 2021), oltre a Zenimax Online che vuol dire TESO. Se poi vogliamo allargare il tiro, stai dimenticando gli ultimi capitoli di Wolfsteinen di cui l'ultimo uscito è nel 2018. Il fatto che poi tu non abbia sentito seguiti di The evil Within, non vuol dire Tango Gameworks se ne sita in panciolle.

Questo senza dimenticare che la tua visione è decisamente limitata: l'acquisizione ha ovviamente una portata su un periodo medio-lungo, non certo da qui ad un paio di mesi, e la parte fondamentale per Microsoft non saranno tanto le esclusive rispetto alla PS5 quanto il traino che ne viene per l'aumento del Pass e xCloud.

Se le cose le devi dire, dille nella loro interezza, non selettive solo per dare credito alla tua tesi. E non sto dicendo che Microsoft ha fatto bingo, quello ancora è tutto da dimostrare.
Bluknigth22 Settembre 2020, 15:08 #6
Mi sa che dai conti di quello che rimane in mano a MS devi tirare giù un po’ di soldoni:
Costi di infrastruttura,
Stipendi di chi la mantiene,
Le percentuali per i terze parti ( non credo EA ad esempio faccia beneficenza a MS)

Io credo che dei 10€ ne rimangano puliti 3 al massimo.
Quindi 7,5 miliardi, diviso 3 sono 2,5 miliardi di mesi di abbonamento.
Diviso 12 sono 200 milioni di abbonamenti annui solo per coprire l’acquisto.

Poi per carità ci saranno sempre quelli che comprano i giochi il day one e altre entrate.

Ma con gli abbonati attuali faresti fatica a coprire solo parte dell’acquisto.

Diciamo che poi in un mondo volubile come quello dei videogiochi è un grande azzardo.
Io di storici team e publisher che sono scomparsi ne ricordo a bizzeffe.
E mi spaventa il fatto che quando MS fallisce in un progetto ci metta davvero poco a buttare tutto all’aria.


ningen22 Settembre 2020, 15:09 #7
Originariamente inviato da: chaosblade
Ma cosa te ne fai del gamepass che la bethesda fa uscire un gioco ogni 20 anni e dire tanto? Giochi che meritano sono 3 o 4 all’anno praticamente è il mio unico interesse nello spendere il mio tempo libero purtroppo limitato, avere accesso a tanti indie e poco altro è uno spreco di soldi visto che ho già altri abbonamenti tipo sim cellulare e flat fibra a casa, ho persino rinunciato a Netflix e altri streaming di film proprio perché il problema è avere una libreria di cui sono interessato ma risulta che dovrei sborsare troppi abbonamenti quindi ho scelto plex


Non c'è solo Bethesda, c'è anche id software, Arkane studios, Machine games e Tango games.
Di gamepass si paga 120 euro all'anno (salvo offerte varie), che ora diventa una cifra inferiore a quella che spenderesti per due titoli AAA al lancio visto che i prezzi sono aumentati ad 80 euro a titolo.
Dire che il gamepass è uno spreco di soldi mi sembra alquanto bizzarro, per lo meno se i giochi li si vuole giocare al lancio. Se come me sei un tipo che non compra mai al lancio, il gamepass ha comunque un enorme valore, anche non facendo l'anno intero... fai giusto il mese che ti interessa in cui ci sarà il titolo/titoli che vuoi giocare, paghi 10 euro, giochi e risparmi. Hai cosi poco tempo che in 1 mese non riesci a finire un gioco che hai pagato praticamente solo 10 euro al posto di 80 euro? Per raggiungere il prezzo di 80 euro della copia retail potresti tenere attivo il gamepass per 8 mesi... non mi sembra male.

Originariamente inviato da: Bluknigth
Mi sa che dai conti di quello che rimane in mano a MS devi tirare giù un po’ di soldoni:
Costi di infrastruttura,
Stipendi di chi la mantiene,
Le percentuali per i terze parti ( non credo EA ad esempio faccia beneficenza a MS)

Io credo che dei 10€ ne rimangano puliti 3 al massimo.
Quindi 7,5 miliardi, diviso 3 sono 2,5 miliardi di mesi di abbonamento.
Diviso 12 sono 200 milioni di abbonamenti annui solo per coprire l’acquisto.

Poi per carità ci saranno sempre quelli che comprano i giochi il day one e altre entrate.

Ma con gli abbonati attuali faresti fatica a coprire solo parte dell’acquisto.

Diciamo che poi in un mondo volubile come quello dei videogiochi è un grande azzardo.
Io di storici team e publisher che sono scomparsi ne ricordo a bizzeffe.
E mi spaventa il fatto che quando MS fallisce in un progetto ci metta davvero poco a buttare tutto all’aria.


Se per ipotesi i conti di quanto ottengono dal gamepass sono un su per giù quelli che ho fatto, ci sarebbero 7 miliardi di avanzo dopo aver coperto i 7.5 miliardi sborsati per Zenimax. Non so quanto siano i costi di gestione e quanto MS paghi EA, le terze parti e quanto MS supporti i suoi studios in termini monetari, ma stiamo comunque parlando di una cifra vicina a quella che ha sborsato per comprare Zenimax e credo che sia sufficiente per tenere in piedi tutta la baracca, ammesso che si raggiungano questi risultati (o magari anche meglio, chi lo sa). Non credo che siano stati cosi folli da fare un simile investimento senza un piano per rientrare dall'investimento e vederne i frutti.
Bluknigth22 Settembre 2020, 20:06 #8
Ricavi = fatturato - spese.

Per farti un esempio Netflix nel 2019 a fronte di 160 milioni di utenti e 5,7 miliardi di fatturato ha avuto ricavi per 587 milioni.

Quindi poco più un decimo di quanto incassato.

Non credo che MS faccia meglio, ma anche riuscisse ad avere una marginalità del 20% ne passa di acqua sotto i ponti.

Una strategia c’è, forse punta a diventare monopolista dato che le risorse dei suoi avversari sono infinitamente inferiori.
Però che in meno di 10 anni rientri degli investimenti fin qui fatti ho qualche dubbio.
frncr22 Settembre 2020, 21:53 #9
Originariamente inviato da: Bluknigth
Ricavi = fatturato - spese.

Non proprio, per dirla giusta: profitto = ricavi - costi.
Ricavi e fatturato sono sostanzialmente la stessa cosa.
aiv00722 Settembre 2020, 21:57 #10
Originariamente inviato da: ningen
Colpisce il fatto che il gamepass sia passato da 10 milioni a 15 milioni di abbonati in pochi mesi e potenzialmente potrebbe arrivare anche a 20 milioni o più all'inizio del prossimo anno.
Facendo qualche conto approsimativo, considerando che il gamepass base costa 10 euro, 1 anno di gamepass quindi circa 120 (salvo promozioni) e che 6 anni sono 720 euro, con una base di abbonati sui 15 ed i 20 milioni (stime comunque basse secondo me) si rifarebbero completamente dei 7.5 miliardi spesi per acquistare Zenimax anzi farebbero molto di più. Con 20 milioni di abbonati per 6 anni fanno quasi il doppio di quanto hanno speso acquisendo Zenimax, anche se sono stime approsimative e potrebbero ottenere di più o di meno in base a vari fattori. Alla luce di ciò la mossa di acquisire Zenimax è meno folle di quanto si potrebbe pensare...
Inoltre una volta pareggiata la spesa, resterebbero altri 7 miliardi (supponendo che le cifre siano all'incirca quelle) da poter spendere per i propri team o per altro.

Al di la di quale sia la parte di utile (come ti hanno fatto già notare) del guadagno, devi considerare che prima dell'acquisizione era a 15 milioni quindi se arriva a 20 (io penso possa andare anche molto oltre) sono 5 dovuti parzialmente all' acquisizione. Il discorso di fondo credo sia che fare conti alla spicciola su tali cifre ha poco senso a prescindere

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^