Denuvo crackato in meno di una settimana su Resident Evil 7

Denuvo crackato in meno di una settimana su Resident Evil 7

Resident Evil 7 è stato crackato in meno di una settimana, fenomeno che mette definitivamente in discussione l'efficacia del DRM Denuvo

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:21 nel canale Videogames
Capcom
 

Una versione "crackata" di Resident Evil 7 è apparsa online nel weekend offerta da CPY a meno di una settimana dal suo rilascio al pubblico avvenuto il 24 gennaio. Una situazione che fa notizia perché il videogioco di Capcom utilizza il DRM Denuvo, che solamente un anno fa veniva considerato talmente inespugnabile che il gruppo 3DM aveva dichiarato di voler lasciare la scena temporaneamente per via delle difficoltà riscontrate nelle operazioni di cracking.

Da allora, però, più di 20 titoli che utilizzano Denuvo sono stati crackati da vari gruppi, come lo stesso 3DM, o anche CPY, e altri e fra i titoli più importanti citiamo nomi del calibro di Doom o Rise of the Tomb Raider. La questione Resident Evil 7 spicca però per la rapidità con cui è stato pubblicato il crack dopo il rilascio del gioco: a CPY sono serviti solamente pochi giorni, laddove l'anno scorso nemmeno in mesi  si riuscivano a scardinare le difese dell'impenetrabile DRM.

Denuvo si basa su elementi inseriti nell'eseguibile del videogioco in maniera diversa per ogni titolo. È questo, principalmente, a rendere difficile l'esecuzione del crack e praticamente impossibile il rilascio di un tool generico che può essere implementato rapidamente su tutti i titoli adattandosi dinamicamente. L'operazione di cracking di un titolo protetto da Denuvo richiede lavoro specifico e la ricerca manuale all'interno dei dati del gioco per rintracciare ogni sua traccia e superarlo.

Un processo che in passato richiedeva da un minimo di alcune settimane, fino ad arrivare a parecchi mesi per alcuni titoli e il caso Resident Evil 7 potrebbe rappresentare un traguardo importante per la pirateria, con un possibile forte impatto anche per quanto concerne tutta quella parte del settore videoludico che si basa su Denuvo come sistema di protezione.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spawn758601 Febbraio 2017, 10:29 #1
La vera domanda è: quanti soldi dovrà dare Denuvo a Capcom?
Loro vendono il loro sistema come una assicurazione che il videogioco sia protetto per almeno TOT tempo. Dubito che Capcom abbia acquistato una protezione di una settimana, quindi chissà che penale dovrà pagare Denuvo....
Jeetkundo01 Febbraio 2017, 10:37 #2
Capcom ha sbagliato, era nell'aria da mesi che denuvo fosse divenuto ormai inaffidabile. E' comunque la solita infinita guerra tra protezioni e pirati: ne arriva una nuova apparentemente invalicabile e tutti i pirati si disperano; dopo X tempo la protezione viene bucata ; ne arriva una nuova ancora più "corazzata"... e si ricominica da capo
h4xor 170101 Febbraio 2017, 11:23 #3
ma la finissero di mettere tutti sti sistemi antipirateria che tanto sono inutili e creano ulteriori disagi anche a chi il gioco lo compra (ormai anche su console bisogna essere collegati ad internet per avviare giochi!).
Oltre al fatto che dopo X settimane il gioco tanto viene comunque craccato, diversi studi hanno dimostrato che la pirateria e simili (..vedi fansub) non sfavoriscono le vendite ma hanno inaspettatamente un effetto inverso
X-ray guru01 Febbraio 2017, 11:42 #4
Faccio notare che Denuvo non è un DRM ma un anti-tamper, ossia anti manomissione.

I DRM sono i soliti usati dalle varie piattaforme di distribuzione (Steam, Origin, ecc.) e ormai craccabili ad occhi chiusi.
X-ray guru01 Febbraio 2017, 11:51 #5
Modo dietrologia ON
Come mai il titolo CapCom è stato craccato in 5 giorni e FIFA 2016 e 2017 non sono ancora stati craccati?
Modo dietrologia OFF
Lux_8801 Febbraio 2017, 12:27 #6
Che poi io non conosco nessuno che compra i titoli perchè protetti da denuvo. Se uno lo compra lo fa a prescindere. Io per esempio Fifa 17 non lo comprerei mai, neanche se costasse 1 centesimo. Ma ci giocherei volentieri. E magari invitando gli amici lo farei provare ad altri che andrebbero ad acquistarlo, altri che magari non sono interessati o non lo conoscono e che quindi non lo avrebbero comprato nemmeno. Mi risulta che più la console sia stata piratabile (vedi ps1 e ps2) più ha avuto introiti, successo e fama. Tanto le persone che comprano giochi sono quelle che di computer non solo non ne capiscono ma che non vogliono imparare neanche a morire. Dai siamo seri. Avete mai spiegato a vostro fratello/sorella come craccare un gioco? L'avete visto interessato? Eppure sapendo che potrebbe imparare paga comunque. Le compagnie non moriranno mai con tutti i soldi di questa gente, voi contribuite solo a farli vivere nel lusso più sfrenato con questi furti.
761-17601 Febbraio 2017, 13:16 #7
Originariamente inviato da: Lux_88
Che poi io non conosco nessuno che compra i titoli perchè protetti da denuvo. Se uno lo compra lo fa a prescindere. Io per esempio Fifa 17 non lo comprerei mai, neanche se costasse 1 centesimo. Ma ci giocherei volentieri. E magari invitando gli amici lo farei provare ad altri che andrebbero ad acquistarlo, altri che magari non sono interessati o non lo conoscono e che quindi non lo avrebbero comprato nemmeno. Mi risulta che più la console sia stata piratabile (vedi ps1 e ps2) più ha avuto introiti, successo e fama. Tanto le persone che comprano giochi sono quelle che di computer non solo non ne capiscono ma che non vogliono imparare neanche a morire. Dai siamo seri. Avete mai spiegato a vostro fratello/sorella come craccare un gioco? L'avete visto interessato? Eppure sapendo che potrebbe imparare paga comunque. Le compagnie non moriranno mai con tutti i soldi di questa gente, voi contribuite solo a farli vivere nel lusso più sfrenato con questi furti.

Nintendo WII, non dimentichiamolo insieme a PsOne e Ps2
OttoVon01 Febbraio 2017, 14:05 #8
Originariamente inviato da: Lux_88
...Se uno lo compra lo fa a prescindere. Io per esempio Fifa 17 non lo comprerei mai, neanche se costasse 1 centesimo. Ma ci giocherei volentieri.[...] Dai siamo seri. Avete mai spiegato a vostro fratello/sorella come craccare un gioco? L'avete visto interessato? Eppure sapendo che potrebbe imparare paga comunque. Le compagnie non moriranno mai con tutti i soldi di questa gente, voi contribuite solo a farli vivere nel lusso più sfrenato con questi furti.

Ti prendo come esempio...

Quindi, come al solito, salta fuori che chi compra sw è [U]coglione[/U].
Se uno compra lo fa perché ritiene giusto il prezzo.
Tu a fifa giocheresti VOLENTIERI, ma senza pagare un centesimo per giocarlo...
All'accattona maniera. Quello che trovo arraffo, basta sia gratis.
Mettetevi in testa che i giocatori non sono dei lesi che vanno con il sacchetto a comprare il gioco da GS.
Chi gioca su pc come minimo usa steam, chi è avezzo a questo mondo usa canali secondari che scontano ulteriormete i prezzi.(es:istant gaming)
Su console c'è meno scelta, le novità si pagano.
Bisogna aspettare un anno per trovare prezzi accessibili.

No, non ho spiegato ai miei fratelli e-mule, torrent e quant'altro.
Primo: perché sono un rischio per la sicurezza non indifferente; secondo: non vale più la pena perdere tempo dietro a crack, drm, patch, ecc...
Infine, con questa storia dei crack si perde il senso della misura. Posso permettermi di comprare un gioco al mese? Uno ogni due mesi? Niente?
Faccio altro, no?!

Ma lo doni il censtesimo di Fifa a chi ti fa questi crack?
O scarichi pure quello?
Kri3g01 Febbraio 2017, 14:25 #9
Devono fallire sti schifosi della Denuvo.
Grandi CPY.

The Witcher è diventato un best seller senza alcun DRM, spendete soldi in corsi da sceneggiatori piuttosto.


Venite su r/crackwatch se volete rimanere informati sulla scena.
morbidflame01 Febbraio 2017, 14:58 #10
Originariamente inviato da: Lux_88
Che poi io non conosco nessuno che compra i titoli perchè protetti da denuvo. Se uno lo compra lo fa a prescindere. Io per esempio Fifa 17 non lo comprerei mai, neanche se costasse 1 centesimo. Ma ci giocherei volentieri. E magari invitando gli amici lo farei provare ad altri che andrebbero ad acquistarlo, altri che magari non sono interessati o non lo conoscono e che quindi non lo avrebbero comprato nemmeno. Mi risulta che più la console sia stata piratabile (vedi ps1 e ps2) più ha avuto introiti, successo e fama. Tanto le persone che comprano giochi sono quelle che di computer non solo non ne capiscono ma che non vogliono imparare neanche a morire. Dai siamo seri. Avete mai spiegato a vostro fratello/sorella come craccare un gioco? L'avete visto interessato? Eppure sapendo che potrebbe imparare paga comunque. Le compagnie non moriranno mai con tutti i soldi di questa gente, voi contribuite solo a farli vivere nel lusso più sfrenato con questi furti.


Argomento trito e ritrito.
ho scaricato roba pirata in passato, non sono di certo un santo, ma per giochi che meritano (così come musica e libri) pago il prezzo proposto se lo reputo giusto, altrimenti me ne faccio una ragione.

Le compagnie non sono un'entità astratta. Per uno che "vive nel lusso sfrenato" ci sono tante persone che si guadagnano da vivere onestamente facendo quel lavoro.
Quel lavoro che, mi sembra di leggere tra le tue righe, vai fiero di non pagare.

Poi non vedo dove sia la competenza nell'andare su astalavista (esiste ancora?) e cercare "gioco del momento crack"...

my .02

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^