Violato Denuvo. In arrivo crack di Fifa 16, Rise of the Tomb Raider e Just Cause 3?

Violato Denuvo. In arrivo crack di Fifa 16, Rise of the Tomb Raider e Just Cause 3?

3DM è riuscito a "crackare" Denuvo, il sistema di protezione di alcuni titoli tripla A. Tuttavia, c'è riuscito dopo un lunghissimo iter che rende particolarmente sterile il rilascio del "fix"

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:01 nel canale Videogames
 

Alla fine pare che Denuvo sia stato abbattuto sotto i tentativi di manomissione dei team 3DM, lo stesso che in una nota di sconforto aveva ammesso che la pirateria stava soccombendo per via dei sistemi di protezione avanzati utilizzati nei videogiochi più moderni. Il team di "cracker" ha forse scoperto un modo per aggirare la più temibile delle protezioni degli ultimi anni e potrebbe pubblicare una soluzione a breve che arriverà per vie traverse.

Da circa 30 anni, forse anche più, esiste il fenomeno della pirateria. Solo che nei primi anni erano necessari solo pochi accorgimenti e competenze scarsamente profonde per creare un "fix", ma nel corso del tempo le pratiche sono drasticamente cambiate. Ad oggi ci sono gruppi basati su poche persone che lavorano su sistemi avanzati di protezione progettati da team specializzati di professionisti per essere quasi del tutto inviolabili.

Bird Sister, leader di 3DM

Il più difficile da "crackare" fino ad oggi sembrava essere Denuvo ma, in base alle informazioni trapelate nelle ultime ore, pare che anche lui alla fine abbia ceduto sotto i colpi di 3DM. 3DM è lo stesso gruppo che a gennaio dichiarava l'imminente morte della pirateria in ambito gaming. Lo faceva proprio per via di Denuvo, il sistema di protezione integrato su FIFA 16, Just Cause 3 o Rise of the Tomb Raider. Il rilascio delle versioni piratate del gioco, in altre parole, sta diventando una procedura troppo lunga e complessa per rendere fruibile illegalmente un videogioco.

"Recentemente molte persone ci hanno chiesto il crack di Just Cause 3, così eccovi una risposta unica sulla questione", si leggeva nel post di Bird Sister di gennaio. "L'ultimo stadio è troppo difficile da superare e Jun (il ragazzo che si occupa del crack) si è quasi arreso, ma lo scorso mercoledì l'ho incoraggiato a continuare". Bird Sister non era allora molto ottimista sul futuro della pirateria nell'ambito dei videogiochi dipingendo uno scenario apocalittico per la categoria.

Poche settimane più tardi il team annunciava un periodo di congedo di un anno, in cui sarebbe sparito dalla scena del cracking. Ma nelle scorse ore Bird Sister si è fatta risentire, annunciando che "3DM annuncerà presto una soluzione per la protezione crittografica Denuvo utilizzata su giochi come FIFA 16, Just Cause 3 e Rise of the Tomb Raider". La leader del gruppo ha poi continuato dicendo: "Facciamo questo annuncio perché molte persone credono che abbiamo abbandonato il panorama per via dei problemi tecnici che abbiamo avuto ultimamente, ma proveremo che non è così".

Cambieranno tuttavia le metodologie di rilascio. Le release non saranno ufficialmente di 3DM ma saranno perfezionate da altri team di cracking per non destare troppe attenzioni. La notizia non verrà accolta positivamente dagli sviluppatori di videogiochi e nemmeno dal team alla base di Denuvo, tuttavia è lampante come vi siano dei tool e delle tecnologie di crittografia che richiedono mesi per essere violate, dilungando enormemente i periodi di rilascio dei crack dei titoli più importanti.

Tempistiche non compatibili con l'hype e la passione dei videogiocatori, che rendono la pirateria nel particolare ambiente ancora più flebile e impotente di fronte ad una tendenza che potrebbe di fatto aumentare considerevolmente nel corso dei prossimi anni. La pirateria nei giochi morirà presto quindi? Al momento non è facile dirlo, ma pare che la strada tracciata sia quella giusta.

83 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
madnesshank12 Febbraio 2016, 17:33 #1
Il futuro incerto della libera condivisione (almeno quella dei grandi giochi tripla A) è nelle mani di questi pochi gruppi warez ancora in circolazione. Quando non vengono arrestati vengono comprati. Quando non vengono comprati, si prova a corromperli. I 3DM stessi hanno sulle loro teste il sospetto di essersi presi un anno sabbatico solo perché convinti, a suon di mazzette, a desistere dal crackare il sistema Denuvo. Denuvo a sua volta è una compagnia che ha reclutato (comprato) molti ex cracker ora passati alla "giusta causa". Speriamo solo che la notizia riportata in questo articolo sia vera. Keep Seeding...
Dragon200212 Febbraio 2016, 17:36 #2
Ma quali mazzette non ci rescono proprio a craccare il gioco,si diceva la stessa cosa quando stavano quasi per craccare dragon age inquisition,poi ci riuscirono ma in realtà il crack usci qualche settimana dopo perché funzionava un pc su 10. Ora dicono di aver craccato un gioco il cui crack guarda caso non è ancora uscito.
ziobepi12 Febbraio 2016, 17:44 #3
Ci crederò quando lo vedrò.

E Denuvo migliora ogni anno, infatti i giochi Denuvo 2014 sono gia' stati crakkati, gli ultimi no.

E' la vittoria del MALE sul bene
Madcrix12 Febbraio 2016, 17:50 #4
Nel 2016 solo i peggiori barboni piratano ancora i videogiochi. Il digital delivery ha portato un'offerta mostruosa a prezzi ultra convenienti, non ci sono scuse. Chi pirata è un pezzente.
aald21312 Febbraio 2016, 18:03 #5
Originariamente inviato da: Madcrix
Nel 2016 solo i peggiori barboni piratano ancora i videogiochi. Il digital delivery ha portato un'offerta mostruosa a prezzi ultra convenienti, non ci sono scuse. Chi pirata è un pezzente.


Sono contrario anch'io in linea di massima alla pirateria, ma le cose non sono cosí semplici.

Per esempio, la pirateria è praticamente l'unico modo per provare un gioco - per motivi suppongo di marketing, ormai le versioni demo quasi non esistono piú.
ziobepi12 Febbraio 2016, 18:18 #6
Mah, 60 euro per Far Cry Primal al day1.
Ci vorrà tempo prima che cali.
alemax50512 Febbraio 2016, 18:19 #7
Originariamente inviato da: aald213
Sono contrario anch'io in linea di massima alla pirateria, ma le cose non sono cosí semplici.

Per esempio, la pirateria praticamente l'unico modo per provare un gioco - per motivi suppongo di marketing,è ormai le versioni demo quasi non esistono piú.



quoto . poi vedendo gli ultimi giochi con tutti i loro problemi rilasciati in versione beta, tu come gamer dovresti avere un esperienza appagante e non spendere tempo , energie , stress ... solo per far funzionare un gioco che l´hai pagato la bellezza di 50€ ... ma stiamo scherzando? viva la pirateria ... fino quando le software house non daranno dimostrazione di saper offrire un servizio che vale quei soldi ... non vedo il perchè non si dovrebbe fare affidamento sulla pirateria .....poi ogni uno e libero di pensarla come vuole
soulsore12 Febbraio 2016, 18:23 #8
Originariamente inviato da: aald213
Per esempio, la pirateria è praticamente l'unico modo per provare un gioco - per motivi suppongo di marketing, ormai le versioni demo quasi non esistono piú.
In parte si risolve guardandosi i video di Let's Play su youtube o twitch, ovviamente non è la stessa cosa dell'avere una demo tra le mani ma almeno permette di farsi un'idea se il prodotto valga o meno la pena di essere acquistato.. il grosso limite è quello di sapere se e come girerà tale gioco sul proprio PC però..
doctor who ?12 Febbraio 2016, 18:32 #9
Certo che questi hanno qualche disturbo bipolare in appena un mese:

"Denuvo è troppo complicato"
"Ci fermiamo per un anno"
"Abbiamo craccato Denuvo"




Originariamente inviato da: madnesshank
Il futuro incerto della libera condivisione (almeno quella dei grandi giochi tripla A) è nelle mani di questi pochi gruppi warez ancora in circolazione. Quando non vengono arrestati vengono comprati. Quando non vengono comprati, si prova a corromperli. I 3DM stessi hanno sulle loro teste il sospetto di essersi presi un anno sabbatico solo perché convinti, a suon di mazzette, a desistere dal crackare il sistema Denuvo. Denuvo a sua volta è una compagnia che ha reclutato (comprato) molti ex cracker ora passati alla "giusta causa". Speriamo solo che la notizia riportata in questo articolo sia vera. Keep Seeding...


La libera condivisione di cosa ?
puoi condividere tutto quello che vuoi, purchè sia tuo, tutti buoni a fare i f**** col c*** degli altri. il prossimo passo qual'è ? #sialoStupro ?

Originariamente inviato da: aald213
Sono contrario anch'io in linea di massima alla pirateria, ma le cose non sono cosí semplici.
Per esempio, la pirateria è praticamente l'unico modo per provare un gioco - per motivi suppongo di marketing, ormai le versioni demo quasi non esistono piú.


Originariamente inviato da: alemax505
quoto . poi vedendo gli ultimi giochi con tutti i loro problemi rilasciati in versione beta, tu come gamer dovresti avere un esperienza appagante e non spendere tempo , energie , stress ... solo per far funzionare un gioco che l´hai pagato la bellezza di 50€ ... ma stiamo scherzando? viva la pirateria ... fino quando le software house non daranno dimostrazione di saper offrire un servizio che vale quei soldi ... non vedo il perchè non si dovrebbe fare affidamento sulla pirateria .....poi ogni uno e libero di pensarla come vuole


Si vede che non c'avete manco provato. steam da a disposizione 2 ore di gioco e 14 giorni per chiedere il rimborso completo.
Se poi ci vogliamo nascondere dietro le beta\le demo\le multynazionaly e le scie kimike si può anche fare.
Dragon200212 Febbraio 2016, 18:36 #10
Originariamente inviato da: doctor who ?
Certo che questi hanno qualche disturbo bipolare in appena un mese:

"Denuvo è troppo complicato"
"Ci fermiamo per un anno"
"Abbiamo craccato Denuvo"






La libera condivisione di cosa ?
puoi condividere tutto quello che vuoi, purchè sia tuo, tutti buoni a fare i f**** col c*** degli altri. il prossimo passo qual'è ? #sialoStupro ?





Si vede che non c'avete manco provato. steam da a disposizione 2 ore di gioco e 14 giorni per chiedere il rimborso completo.
Se poi ci vogliamo nascondere dietro le beta\le demo\le multynazionaly e le scie kimike si può anche fare.

2 ore di gioco se lo compri su steam che costa in media il doppio rispetto agli altri siti di key,beh bel regalo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^