Xbox Series X non richiederà ottimizzazioni per sfruttare l'SSD

Xbox Series X non richiederà ottimizzazioni per sfruttare l'SSD

Senza alcun bisogno di ottimizzare, l'SSD di Xbox Series X ridurrà di quattro volte i tempi di caricamento rispetto all'attuale generazione di console

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

L'SSD di Xbox Series X è un'unità personalizzata di tipo PCIe 4.0 su interfaccia NVMe M.2. Sarà capace di trasferimenti nell'ordine dei 2,4 GB al secondo sfruttando un nuovo stack di software ideato appositamente per accelerare il flusso di dati. Gli sviluppatori non dovranno, dunque, intervenire al livello del codice sorgente dei giochi per sfruttare il nuovo SSD. Xbox Series X migliorerà automaticamente i trasferimenti dei file così come automaticamente farà l'upscaling alla risoluzione 4K.

Xbox Series X

"Con Xbox Series X, abbiamo ridotto i tempi di caricamento dei nostri giochi di oltre 4 volte senza alcuna modifica del codice", ha detto Mike Rayner, direttore tecnico di The Coalition (Gears of War), a Windows Central. La tecnologia di archiviazione utilizza la nuova API DX12 DirectStorage, implementata su Velocity Architecture, la quale migliora il modo in cui Xbox Series X carica le risorse di gioco dallo storage, riducendo allo stesso tempo lo spazio che tali risorse occupano sul disco. Oltre alla velocità, dunque, la nuova architettura di storage di Xbox Series X punta ad affrontare un secondo problema che riguarda i videogiochi di ultima concezione, ovvero le crescenti dimensioni di download e installazioni.

Fanno parte del sistema un nuovo chip di I/O personalizzato che si trova nel SoC della nuova console e un sistema di decompressione che è stato progettato per consegnare i dati in maniera precisa e puntuale.

"Con le nuove API DirectStorage e la nuova decompressione hardware possiamo migliorare ulteriormente le prestazioni di I/O e ridurre l'overhead della CPU, entrambi elementi essenziali per velocizzare i caricamenti. Guardando al futuro, il Sampler Feedback per lo Streaming (SFS) di Xbox Series X è un punto di svolta per il lo streaming dei mondi di gioco e i loro livello di dettaglio visivo" dice ancora il tecnico di The Coalition.

SFS potrà essere ulteriormente sfruttato per incrementare il livello di dettaglio delle texture caricando sulla memoria solo i contenuti strettamente necessari. Gran parte della latenza di un disco rigido è data dal fatto che impiega una testa meccanica che si muove sulla superficie del disco alla ricerca dei dati che servono: un meccanismo che richiede più tempo per la ricerca che per l'effettiva lettura. Pertanto, gli stessi dati vengono spesso duplicati centinaia di volte semplicemente per facilitarne la ricerca. In altre parole non sembra un funzionamento molto diverso rispetto a quello dell'SSD di PlayStation 5.

Specifiche SSD Xbox Series X

Velocità: 2,4 GB/sec - 4,8 GB/ sec
Form factor/Interfaccia: PCIe 4.0 M.2 NVMe
Capacità: 1 TB
Espansione dell'archiviazione: schede di memoria SSD proprietarie da 1 TB (CFExpress, l'unità è la copia esatta dell'SSD interno, altri dettagli qui)
Nuove caratteristiche: Velocity Architecture gestisce l'hardware. il sistema operativo, il software e i set di dati, e l'API DXS DirectStorage rende l'elaborazione dell'archiviazione più efficiente

Specifiche tecniche Xbox Series X


CPU 8 core a 3,8 GHz (3,66 GHz con SMT), architettura Zen 2 custom
GPU 12 TFLOPS, 52 Compute Unit @ 1825 MHz, architettura RDNA 2 custom
Dimensione die 360,45 millimetri quadrati
Processo produttivo 7nm "Enhanced"
Memoria 16 GB GDDR6 con bus a 320 bit
Bandwidth 10 GB a 560 GB/s, 6 GB a 336 GB/s
Storage interno SSD NVMe custom da 1 TB
Throughput I/O 2.4 GB/s (grezzo), 4.8 GB/s (compresso con hardware di decompressione custom dedicato)
Storage espandibile Scheda di espansione da 1 TB
Storage esterno Supporto HDD esterni tramite USB 3.2
Lettore ottico 4K UHD Blu-Ray Drive
Obiettivo prestazionale 4K @ 60 FPS, fino a 120 FPS

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200623 Aprile 2020, 17:52 #1
Gli sviluppatori non dovranno, dunque, intervenire al livello del codice sorgente dei giochi per sfruttare il nuovo SSD.


Sarebbe stato inquietante il contrario. Specie nel 2020.
CARVASIN23 Aprile 2020, 18:13 #2
@ Axios2006

Esatto, pare che ci stanno facendo un favore 😁
demonsmaycry8423 Aprile 2020, 18:30 #3
vogliamo vedere quella che andrà contro ps5? di questa oramai abbiamo capito...ma quella per i barboni da 4tfp?
Bluknigth24 Aprile 2020, 09:41 #4
Beh, 4 volte più veloce di un disco da 5400 rpm meccanico.
Considerando che solo il transfer rate passa da 100Mb ad almeno 500Mb non è che mi sembra una cosa da strapparsi i capelli.

Spero parli solo dei giochi di vecchia generazione non ottimizzati.

Credo che considerato il salto di velocità dello storage, apu più potente e ram in più sia il minimo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^