Tabata: come NVIDIA GameWorks rende più immersivo il mondo di Final Fantasy XV

Tabata: come NVIDIA GameWorks rende più immersivo il mondo di Final Fantasy XV

In occasione dell'evento NVIDIA alla GamesCom abbiamo intervistato Hajime Tabata, Game Director di Final Fantasy XV

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:41 nel canale Videogames
NVIDIAGeForceSquare EnixKoch MediaFinal Fantasy
 

Alla GamesCom abbiamo provato la nuova versione Windows di Final Fantasy XV, annunciata proprio durante l'evento NVIDIA svoltosi nei giorni scorsi. La prova è avvenuta su fantastiche configurazioni dotate di GeForce GTX 1080 TI e di schermi G-Sync HDR. Fra le altre cose, infatti, Final Fantasy XV sfrutterà i monitor HDR, offrendo anche su PC un'esperienza simile a quella di PS4 Pro.

L'ambient occlusion per migliorare le zone di contatto tra le ombre, la migliore gestione dell'erba e la peluria sulle creature più suggestive rendono ancora più artistica la grafica di Final Fantasy XV, garantendo un valore aggiunto non indifferente
Su PC, però, si potrà giocare a un frame rate superiore ai 30fps (anche se questa prima versione non era ancora stabilissima in termini di frame rate e produceva molto tearing), a 4K e con diversi miglioramenti alla grafica. Final Fantasy XV per PC, infatti, supporterà la suite NVIDIA GameWorks. L'ambient occlusion per migliorare le zone di contatto tra le ombre, la migliore gestione dell'erba e la peluria sulle creature più suggestive rendono ancora più artistica la grafica di Final Fantasy XV, garantendo un valore aggiunto non indifferente. Avremo, infatti, NVIDIA VXAO ovvero occlusione ambientale di alta qualità, Hairworks per la simulazione realistica della peluria, Flow per la gestione del fuoco. Naturalmente, inoltre, sarà possibile giocare con mouse e tastiera, in opposizione al classico gamepad.

A Colonia abbiamo avuto modo di parlare di tutti questi aspetti con Hajime Tabata, il mitico Game Director di Final Fantasy XV, a cui la community dei giocatori riconosce un vero e proprio miracolo. Da quanto ha preso il timone del progetto, infatti, non solo Final Fantasy XV è riuscito a riscattarsi dalle ceneri di Final Fantasy XIII ma ha anche sorpreso il pubblico con valutazioni della critica mediamente molto alte.

"Grazie a NVIDIA GameWorks siamo in grado di portare il Luminous Engine che abbiamo usato per le versioni console a un livello superiore aggiugendo una serie di tecnologie di simulazione gestite tramite l'hardware", ha detto Tabata ad Hardware Upgrade. "Abbiamo avuto bisogno di queste tecnologie perché per noi è cruciale immedesimare i giocatori nel mondo di Final Fantasy XV e allo stesso tempo poter offrire la grafica più realistica possibile. Luminous Engine genera il mondo dinamicamente e in tempo reale, e questo tipo di simulazioni aiuta in maniera importante questo processo".

Hajime Tabata

NVIDIA VXAO ovvero occlusione ambientale di alta qualità, Hairworks per la simulazione realistica della peluria, Flow per la gestione del fuoco
"Abbiamo integrato le librerie NVIDIA all'interno del nostro motore e questo ha richiesto delle consultazioni con i team artistico e tecnico. Ci siamo confrontati con gli artisti per decidere quali effetti potevano esserci effettivamente d'aiuto in base alle aree che richiedevano i maggiori miglioramenti".

Final Fantasy XV supporterà un altro strumento NVIDIA, vale a dire il tool di cattura degli screenshot Ansel. "Permetterà ai giocatori di scegliere le inquadrature migliori, di scattare screenshot a risoluzioni molto alte, di creare immagini a 360 gradi", continua Tabata-san. "Crediamo che la natura di open world della mappa di Final Fantasy XV si adatti molto bene ad Ansel e che si sposi con l'esigenza di condividere le proprie creazioni tramite i social media, diventando una parte dell'esperienza di gioco".

"Il PC gaming prevede una frammentazione della qualità dell'esperienza di gioco sulla base delle caratteristiche della configurazione hardware, e Ansel aiuterà ad esprimere al meglio questa granularità".

Final Fantasy XV

Su PC sarà possibile giocare Final Fantasy XV anche dalla prospettiva in prima persona. Inoltre, i giocatori potranno guidare liberamente la Regalia in qualsiasi parte della mappa. Abbiamo chiesto ad Hajime Tabata se queste novità, non previste nella versione originale del gioco, siano state di difficile implementazione nella declinazione Windows di Final Fantasy XV. "In realtà si tratta di caratteristiche che avevamo pensato di inserire sin dall'inizio dello sviluppo, ma non siamo riusciti a completarle in tempo per il momento del rilascio della versione originale del gioco", è stata la risposta di Tabata. "Crediamo che le nuove feature possano differenziare il modo di affrontare l'esperienza da parte dei giocatori e favorire il coinvolgimento. Inoltre, la prima persona si adatta molto bene allo stile di gioco con mouse e tastiera e per questo è solitamente particolarmente amata dai giocatori PC. Quindi, è questo il momento adatto per introdurla. Vogliamo che i giocatori provino le stesse sensazioni di gioco che hanno provato su PC con precedenti giochi di ruolo a mondo aperto".

Continuerete a migliorare il Luminous Engine? "Si, migliorare continuamente la tecnologia è una delle nostre priorità. Con Luminous Engine non riguarderà solamente l'adattamento alle soluzioni hardware di prossima generazione capaci di fornire maggior potenza, ma anche l'utilizzo delle forme future di cloud computing ed elaborazione da remoto".

Final Fantasy XV Windows Edition

Per tutti i dettagli su Final Fantasy XV consultate la recensione
Come dicevamo prima va riconosciuto ad Hajime Tabata il merito di aver risollevato le sorti di Final Fantasy XV, dopo un iter di sviluppo lunghissimo e decisamente complicato. Nonostante questo, la struttura di gioco è ancora deficitaria con una prima parte più godibile, di tipo open world, e una seconda molto più lineare, che in termini di gameplay si discosta in maniera fastidiosa rispetto all'approccio adottato per il segmento iniziale. Come se questa seconda parte fosse stata realizzata ai tempi di Final Fantasy XIII con la medesima idea di gioco di quest'ultimo, e alla quale fosse stata poi aggiunta una componente più aperta, la prima appunto, in seguito alle negative recensioni ottenute proprio dal precedente Final Fantasy single player. Abbiamo chiesto delucidazioni a Tabata-san anche su questo.

"Abbiamo voluto ricreare l'esperienza di un viaggio con gli amici nella prima parte e offrire un'esperienza più guidata dalla storia nella seconda", ha risposto Hajime Tabata. "Questo ha richiesto un difficile lavoro di bilanciamento per quanto riguarda lo schema di gioco. E' impossibile rendere soddisfatto ogni singolo giocatore, e questo è emerso anche dal feedback che abbiamo ricevuto per la versione console. E' necessario introdurre continuamente cambiamenti e migliorie, e al tempo stesso assicurarsi che il bilanciamento sia il migliore possibile. Quindi, con la versione PC possiamo contare su molta esperienza e tantissimo feedback per rendere il gameplay il più fluido e godibile possibile sin dal day one".

Final Fantasy XV Windows Edition uscirà all’inizio del 2018.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^