Knock-knock: oltre il videogioco e verso la meditazione interattiva

Knock-knock: oltre il videogioco e verso la meditazione interattiva

Se il nome Icepick Lodge non vi suona familiare, non c'è da stupirsi... ma è certamente un peccato. Si tratta di un piccolo team di sviluppo russo, con sede a Mosca, che negli ultimi sette o otto anni si è distinto per una serie di titoli estremamente originali. Il loro gioco d'esordio, Pathologic, ha vinto parecchi premi in patria pur essendo noto all'estero solo da una stretta cerchia di affezionati; i titoli successivi, ovvero The Void e Cargo, sono ancora meno conosciuti pur essendo ancora più particolari e innovativi. Personalmente attendevo con molta ansia l'uscita di questo quarto gioco, finanziato tramite kickstarter e chiamato “Knock-knock”.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

Si sarà capito che, personalmente, sono un fan della Icepick Lodge e difficilmente mi sentirete parlare male di un loro prodotto. Non ho però mai nascosto i vari inciampi che hanno fatto in passato, inciampi che di solito consistevano nel rendere inutilmente poco accessibili certi aspetti dei loro giochi. Con Knock Knock pare abbiano voluto proprio ovviare a questo problema, senza però snaturare in alcun modo la loro impronta artistica.

Questo gioco, in apparenza solo un giochino simpatico, gode di una profondità inaspettata e di una cura dei dettagli raramente vista anche in titoli molto più blasonati; ma risulta anche completamente intuitivo e giocabile da chiunque senza sforzo, a differenza di un Pathologic che richiede costanza quasi monastica, o di The Void che non consiglierei a nessuno sano di mente di giocare per la prima volta senza abilitare i cheat.

In tutto questo, rimane il marchio di fabbrica degli sviluppatori russi: la capacità di mettere sul mercato titoli di incredibile originalità, dotati di un'atmosfera unica e di un gameplay sui generis. Una capacità di osare che anche per questo quarto titolo si è concretizzata in un prodotto più che meritevole, persino di eccellenza sotto vari aspetti, e che mi sento di consigliare a chiunque voglia provare un'esperienza diversa dal solito e di indubbia qualità.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Malek8612 Ottobre 2013, 11:03 #1
A me è piaciuto. Fra l'altro si rigioca facilmente. Anche se di sicuro il livello di sfida potrebbe essere un po' più alto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^