Unreal Tournament 2007, grafica e multiplayer da Epic Games

Unreal Tournament 2007, grafica e multiplayer da Epic Games

Unreal Tournament 2007 segnerà il debutto ufficiale dell'attesissimo Unreal Engine 3.0, il motore grafico che si preannuncia in grado di sconvolgere ogni parametro legato all'aspetto puramente visivo dei videogiochi, anche in ottica multiplayer

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Epic
 

Introduzione

Grafica e multiplayer, negli ultimi anni, sono gli elementi che hanno comportato le maggiori introduzioni tecnicologiche. I videogiochi sono molto diversi dal passato proprio per le evoluzioni che hanno coinvolto i due campi che stiamo qui evidenziando. Visivamente il numero di poligoni è aumentato esponenzialmente e il software è finalmente riuscito, dopo una prima fase di stasi, a recepire le innovazioni tecnologiche che sono state apportate via hardware.

Ormai quasi tutti i prodotti videoludici di ultima generazione sfoggiano il supporto agli shader model nella loro versione più recente con evidenti benefici in termini di spettacolarità grafica. Il gioco online, d'altra parte, è diventato una prassi. Pochissimi titoli possono permettersi di tralasciare questa ormai fondamentale componente. Il tutto senza fare riferimento approfondito al mondo dei MMORPG, dimensione ormai a parte, che catalizza le attenzioni di milioni di giocatori sparsi in ogni angolo del pianeta.

Due campi di evoluzioni che sono stati accolti soprattutto da una software house e soprattutto da una serie di giochi: il riferimento è ovviamente a Unreal Tournament. Era il 1999 quando un allora coraggioso progetto prevedeva sostanzialmente il gioco esclusivamente in multiplayer, relegando decisamente l'approccio single player in secondo piano. In quel periodo la palma del migliore sparatutto 3D multiplayer era contesa dall'indimenticabile Quake III Arena di id Software. Una sfida senza vincitori né vinti, in quanto per anni e anni i sostenitori dell'uno o dell'altro hanno sempre difeso il gioco preferito fra i due.

Dal 1999 ad oggi altri due Unreal Tournament hanno stabilito dei canoni all'interno del genere del quale fanno parte, mentre id Software ha lasciato questo campo per ritornare prepotentemente al single player. Quest'ultima decisione ha fatto di Epic Games la regina indiscussa del settore, visto che gli altri esponenti del genere si sono concentrati più sull'aspetto simulativo (vedi i vari Call of Duty, Battlefield, Counter-Strike), lasciando al proprio destino quella componente arcade che fa dell'immediatezza e della frenesia gli unici punti di riferimento.

Dicevamo di Unreal Tournament 2003 e 2004: due progetti certamente interessanti ma altrettanto certamente poco innovativi. Si è cercato semplicemente di ripercorrere i successi del passato, introducendo qualche piccola novità di volta in volta. Tra queste dobbiamo annoverare la modalità onslaught di Unreal Tournament 2004, la quale tutt'oggi attira le attenzioni di migliaia di giocatori. Unreal Tournament 2007 segnerà, tuttavia, un'inversione di tendenza rispetto a questi ultimi episodi della serie. Epic Games ha deciso piuttosto di tornare sulle orme del primo episodio, al punto che il gameplay e diverse caratteristiche che vedremo nel dettaglio tra un attimo ricorderanno proprio il primo Unreal Tournament. Sostanzialmente, il tutto sarà leggermente meno arcade e si darà un minimo spazio alla pianificazione strategica nelle partite su ampie mappe e a quella tattica negli scontri a fuoco ravvicinati. Parole, in ogni caso, da prendere con cautela, in quanto Unreal Tournament 2007 rimarrà principalmente un gioco prettamente arcade con tutte le ripercussioni che un approccio del genere possiede.

Unreal Tournament 2007 è anche, e forse soprattutto, grafica. Dovrebbe segnare il debutto ufficiale dell'Unreal Engine 3.0 sia su PC che su console. Per la prima volta, infatti, un motore grafico segna contemporaneamente il successo tecnologico delle due console di riferimento e dell'hardware più aggiornato in campo PC. Unreal Tournament 2007 sarà sicuramente presente nei cataloghi PC e PlayStation 3, mentre sarà Gears of War, gioco d'azione con componenti tattiche, a segnare il debutto del motore grafico su Xbox 360.

Per l'ennesima volta Epic Games si accolla la responsabilità dell'innovazione tecnologica in campo visivo, cosa già successa con le due precedenti versioni del motore. Se nel 1998 il primo Unreal fece segnare un incredibile balzo in avanti, il tutto fu ripetuto nel 2002 con il rilascio di Unreal II e dell'Unreal Engine 2.0. Riteniamo che l'introduzione del primo Unreal sia tutt'oggi il più consistente miglioramento grafico rispetto alla precedente generazione che si sia fatto registrare in tutta la storia dei videogiochi.

Epic Games sta sviluppando interamente sia Unreal Tournament 2007 che Gears of War. Si tratta di un'altra prima volta, perché in precedenza si era occupata semplicemente dei motori grafici dei giochi pubblicati sotto il suo marchio. Il primo Unreal e tutti gli altri Unreal Tournament furono, infatti, realizzati con il supporto di Digital Extremes. Quest'ultima è recentemente, però, passata nelle mani di Groove Games ed è stata l'artefice del recente ma poco fortunato Pariah. Unreal II fu invece curato da Legend Entertainment. Visti gli scarsi risultati ottenuti da quest'ultima e la perdita di Digital Extremes, Epic Games ha deciso di curare tutto da sé in questo periodo delicato dell'evoluzione videoludica.

 
^