Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Zelda Tears of the Kingdom, caccia al leaker: gli avvocati di Nintendo coinvolgono Discord

Zelda Tears of the Kingdom, caccia al leaker: gli avvocati di Nintendo coinvolgono Discord

Alcuni contenuti del nuovo capitolo di The Legend of Zelda sono apparsi online in seguito a un leak diffuso tramite Discord. Nintendo sembra intenzionata a punire il responsabile, ma per farlo avrà bisogno dell''aiuto' della stessa Discord.

di pubblicata il , alle 18:31 nel canale Videogames
DiscordNintendo
 

C'è grande attesa per Tears of the Kingdom, nuovo capitolo della serie The Legend of Zelda e sequel diretto di Breath of the Wild. Manca ancora un mese al debutto del gioco su Switch, ma qualcuno ha voluto offrire ai fan un 'assaggio' di ciò che li attende nella prossima avventura di Link. Come? Condividendo le immagini dell'intero artbook ufficiale dell'action/adventure.

Inutile dire che Nintendo non ha preso bene la notizia e ha immediatamente mobilitato il suo ufficio legale con l'intenzione di scoprire l'identità del leaker. Per riuscirci, a quanto pare, gli avvocati della compagnia giapponese hanno dovuto coinvolgere anche Discord.

Nintendo 'chiede aiuto' a Discord per i leak di TOTK

Sono 204 le pagine dell'artbook di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom trapelate online e al loro interno è possibile trovare dettagli sui nuovi personaggi, sui nemici e sulle location del gioco; fortunatamente non sembrano essere stati inclusi 'spoiler' sulla trama.

the legend of zelda breath of the wild

Il leak è avvenuto all'interno di un server fanmade di Discord dedicato al nuovo capitolo della rinomata saga fantasy. Quando le suddette immagini sono state ricondivise dalle testate online, Nintendo ha richiesto la rimozione immediata di tutti i contenuti coperti da copyright. Nelle ore successive alcuni utenti hanno però continuato a diffondere il materiale dell'artbook, il che ha spinto Nintendo a ordinare anche la chiusura dell'intero server.

Come riporta TorrentFreak, il 4 aprile la società giapponese ha aperto una procedura presso il distretto della California del Nord allo scopo di ottenere maggiori informazioni riguardanti il leaker di Tears of the Kingdom. È stata quindi tirata in ballo la stessa Discord, a cui è stato richiesto di fornire l'identità, "incluso il nome, l'indirizzo di residenza, il numero telefonico e l'indirizzo e-mail" dell'utente Julien#2743, responsabile della pubblicazione illecita del materiale protetto.

Non è ancora chiaro come abbia fatto il leaker ad ottenere l'artbook del gioco prima del lancio ufficiale della Collector's Edition. In ogni caso, non è la prima volta che assistiamo a un episodio di questo tipo. Seguiremo la vicenda per scoprire se Nintendo deciderà di 'punire' il responsabile del leak.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1312 Aprile 2023, 09:43 #1
fatto bene...perchè queste persone non capiscono che ci si campa con i diritti e fare un videogioco o un disegno è Lavoro!
Gringo [ITF]12 Aprile 2023, 10:49 #2
fatto bene...perchè queste persone non capiscono che ci si campa con i diritti e fare un videogioco o un disegno è Lavoro!


Parole fantastiche, solo chi lavora sa.... che 100 Dollari a titolo e corretto e giusto.... è il nostro di lavoro che non ha valore e non è commensurabile a quello che fanno Calciatori, e studi di produzione, siamo su due piani diversi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^