World of Warcraft Classic: cambiano le modalità del rilascio

World of Warcraft Classic: cambiano le modalità del rilascio

Blizzard, dopo la chiusura dei server non ufficiali, riporterà in estate alle origini il proprio famoso MMORPG riproponendo l'esperienza di gioco originale

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Videogames
BlizzardWorld of Warcraft
 

Blizzard ha annunciato dei cambiamenti ai piani per il rilascio di World of Warcraft Classic, la versione del celebre MMORPG che punta a ripristinare l'esperienza di gioco originale, come sappiamo fortemente alterata con i vari aggiornamenti a cui è andato incontro il gioco nel corso degli anni. World of Warcraft Classic verrà rilasciato in sei parti invece delle quattro annunciate al BlizzCon 2018.

Le modifiche influiscono sull'ordine secondo il quale verranno resi disponibili i raid, in modo contemporaneamente da non alterare troppo la progressione e ripristinare la filosofia che guidava originariamente World of Warcraft.

World of Warcraft Classic

"Sulla base del feedback che ci è arrivato e alle nostre riflessioni abbiamo ristrutturato il rilascio su 6 fasi" si legge in un post sul forum di World of Warcraft. "Il nostro focus è sulla progressione del personaggio e vogliamo catturare lo spirito che animava la community di WoW originale. Per farlo, rispecchieremo fedelmente l'approccio originale, anche per quanto riguarda le patch. Quindi, lanceremo Classic con i contenuti dalla versione originale di WoW alla patch 1.2.x, mentre il secondo aggiornamento includerà il contenuto originale di WoW 1.3 e 1.4, il terzo aggiornamento Classic avrà il contenuto 1.5 e 1.6 e così via".

La prima fase, secondo le ultime comunicazioni di Blizzard, si concentrerà su Onyxia e Molten Core. Nella prima fase rientrerà anche Maraudon, un dungeon che è stato originariamente rilasciato il 18 dicembre 2004, quindi a poca distanza rispetto al rilascio originale. Dire Maul, Kazzak e Azuregos, invece, non arriveranno fin da subito "perché il loro loot è così buono che influenzerebbe troppo la progressione già ai primi raid". Questi tre erano infatti inizialmente previsti nella Fase 1 come si può vedere qui.

"Inoltre, rilasciare insieme Zul’Gurub e Blackwing Lair non sarebbe corretto, perché ha senso non avere equipaggiamenti e incanti da Zul'Gurub durante i primi progressi nella Blackwing Lair. In secondo luogo, gli Emerald Dragons dovrebbero essere disponibili prima dell'apertura di Ahn'Qiraj, perché danno modo di dotarsi di equipaggiamenti 'nature resist' utili per alcuni combattimenti di Ahn'Qiraj".

Blizzard non ha ancora chiare le tempistiche con le quali avverranno i rilasci, mentre il PvP verrà inserito solamente in un momento successivo. Per tutti i dettagli vi rimandiamo al post prima segnalato.

World of Warcraft Classic arriverà nella prossima estate e si presenterà come una riedizione della prima versione di WoW con tutte le caratteristiche e le dinamiche della versione originale, ma in grado di sfruttare i moderni hardware e supportata dall’interfaccia attuale, incluse tutte le migliorie tecniche che nel tempo hanno migliorato la stabilità di gioco e il fairplay.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Maxt7513 Marzo 2019, 00:57 #1
Bella operazione nostalgica, ma chi era in quei dungeon, oggi ha fatto famiglia e non credo riesca a stare in gioco ore ed ore come al tempo.
In quanto alle nuove leve, visto ''quel che tira oggi'' non vedo grosso interesse nell'incastrarsi in un autentico rompicapo che è tutto, fuorchè immediato.
futu|2e13 Marzo 2019, 08:20 #2
Blizzard non ha ancora chiare le tempistiche con le quali avverranno i rilasci, mentre il PvP verrà inserito solamente in un momento successivo. Per tutti i dettagli vi rimandiamo al post prima segnalato.


Questa frase è generica e mal interpretabile, che significa? Non si potrà
fare pvp nell'open world? Mi pare assurdo considerato che la bellezza più
profonda all'epoca era la tensione che ti metteva entrare in aree contestate.
BulletHe@d13 Marzo 2019, 09:12 #3
Per PvP si intendono arene e BG che furono introdotte con apposita patch all'epoca, per quanto riguarda gli scontri open world quelli ci furono sin dal lancio
Noir7913 Marzo 2019, 10:17 #4
Bella operazione nostalgica, ma chi era in quei dungeon, oggi ha fatto famiglia e non credo riesca a stare in gioco ore ed ore come al tempo.


Esattamente la mia sitauzione!
zannare13 Marzo 2019, 11:46 #5
Se è veramente fedele alla vanilla non penso che avrà un gran successo, l'esperienza di gioco era davvero punitiva. Nei raid persino i trash mobs richiedevano una attenta pianificazione dei cc.
Per non parlare del pvp. Incredibilmente sbilanciato e iper mega lento.
Cmq conservo sia il miglior wow di sempre.
ottodojo13 Marzo 2019, 12:05 #6
Originariamente inviato da: Maxt75
Bella operazione nostalgica, ma chi era in quei dungeon, oggi ha fatto famiglia e non credo riesca a stare in gioco ore ed ore come al tempo.


Eccomi...
Custode13 Marzo 2019, 13:26 #7
Originariamente inviato da: Maxt75
Bella operazione nostalgica, ma chi era in quei dungeon, oggi ha fatto famiglia e non credo riesca a stare in gioco ore ed ore come al tempo.


E ci sono pure io

Ho passato 8 anni della mia vita videoludica in quel mondo, ho dei ricordi bellissimi e indelebili.
Oggi ho una moglie ed una figlia che adoro, non avrei mai e poi mai il tempo di poter di nuovo rientrare con la mia Rogue.
E' stato anche l'unico e solo gioco online -massivo o meno- a cui abbia mai giocato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^