PUBG: risarcimenti per i giocatori bannati per sbaglio

PUBG: risarcimenti per i giocatori bannati per sbaglio

Il sistema di anti-cheating ha punito alcuni giocatori in maniera errata. Per loro ci saranno dei risarcimenti

di pubblicata il , alle 13:41 nel canale Videogames
PUBG
 

Il sistema di anti-cheating di PlayerUnknown's Battlegrounds non sempre funziona perfettamente, se è vero che Bluehole deve adesso risarcire alcuni giocatori bannati per sbaglio. Non avevano usato dei sistemi non autorizzati per migliorare la propria prestazione in gioco e sono stati individuati ugualmente dal sistema automatico, probabilmente perché sono dei bravi giocatori.

I giocatori in questione riceveranno 20.000 BP come compensazione per il disagio arrecato, e ovviamente il ban all'account verrà tolto. I Battle Point in PUBG normalmente si ottengono sulla base delle prestazioni nelle partite oppure possono essere acquistati per denaro reale. Consentono di ottenere casse premio e sbloccare oggetti cosmetici e skin per le armi.

PUBG

"Come sapete, una delle nostre massime priorità è lavorare per eliminare hacker e cheater da PUBG", si legge in una nota su Steam. "Ultimamente abbiamo fatto grandi passi in avanti in questo settore, ma sfortunatamente possono capitare degli errori, il che è avvenuto recentemente quando un certo numero di giocatori è stato bannato in modo improprio e questo non ha consentito loro di accedere al gioco per un periodo di tempo".

"Lavoreremo ancora per migliorare i nostri metodi di individuazione dei cheat, e vi chiediamo pazienza per quelle occasioni in cui si verifica un falso positivo".

Bluehole dispone di strumenti per individuare i giocatori con abitudini di gioco sospette. "Quando individuiamo pattern di gioco inusuali associati a un account, quell'account viene temporaneamente sospeso e partono le indagini su di esso" si leggeva in una precedente comunicazione. "Il nostro team di sviluppo sta facendo il possibile per individuare e bloccare in maniera proattiva coloro che fanno uso di cheat".

Altre informazioni su PlayerUnknown's Battlegrounds si trovano in questo articolo, mentre per la nuova mappa Sanhok e le ultime novità vi rimandiamo qui.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
G0r3f3s721 Giugno 2018, 16:08 #1
Ottimo... questo dimostra quanto siano penosi. Io premetto che non sono un campione anzi, ma quando in 8 partite su 10, vieni tirato giu da gente che usa AIMBOT, o più semplicemente script per no recoil, ti girano le palle. Ho lasciato perdere e ho ricominciato con CS:GO, almeno li mi massacrano perchè sono superiori e non rosico.
fadry21 Giugno 2018, 16:29 #2
Ma stai fuori?

Con 100.000 BAN VAC al mese CS:GO è meglio?

Trovo in media 1 cheater a match. Alle volte voglio solo giocare per divertirmi, neanche per rankerare e perdi tutto l'entusiasmo a causa del cheater di turno con wall hack...

La cosa più assurda è stato quando uno aveva attivato il no aim hack e appena miravo alla testa il mio mirino partiva dall'altra parte dello schermo, lol!!!

Tra l'altro c'è anche gente che fa twitch con cheatattivati e consapevole di giocare con cheat per trollare, giusto per info il tizio era di grado Master Eagle...Valve dovrebbe vergognarsi....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^