PlayStation Classic: un dongle wireless risolve l'assenza dei joystick analogici

PlayStation Classic: un dongle wireless risolve l'assenza dei joystick analogici

8BitDo è una società che produce periferiche di gioco, ma anche una serie di adattatori che rendono le console retrò compatibili con una moltitudine di gamepad

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Come abbiamo visto nella recensione della PlayStation Classic, uno dei principali problemi di questa operazione nostalgia di Sony riguarda l'assenza dei joystick analogici sui gamepad presenti nella confezione, il che rende alcuni fra i titoli disponibili letteralmente ingiocabili. Trattandosi di un sistema basato su emulazione Android non è possibile usare altri gamepad più moderni con PlayStation Classic, come i DualShock 3 o 4.

8BitDo PlayStation Classic

Non perdetevi la recensione della PlayStation Classic
Pone adesso rimedio a questa situazione 8BitDo, società che produce periferiche di gioco, che per l'occasione ha rilasciato un dongle wireless che conferisce istantaneamente supporto a una moltitudine di gamepad. Fra questi i DualShock di PS3 e PS4, ma anche i gamepad di Nintendo Switch e Wii U, così come ai controller Xbox che funzionano su connessione Bluetooth e i Joy-Con di Nintendo Switch. L'adattatore wireless si può acquistare su Amazon.

Non è la prima iniziativa del genere da parte di 8BitDo, visto che in passato aveva realizzato il seguente accessorio per rendere NES e SNES Classic compatibili con i gamepad moderni. Fra questi, come nel caso precedente, anche tutti i controller retrò offerti da 8BitDo.

E non ha mancato di offrire l'opportunità agli appassionati del mondo Nintendo di giocare con il mitico controller di GameCube su Nintendo Switch tramite questo grazioso adattatore.

8BitDo GameCube Switch

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kamon12 Dicembre 2018, 11:13 #1
Hanno trovato una soluzione piuttosto stupida ad un problema che di fatto non esiste, dato che questi gingilli non se li compra nessuno per giocarci davvero, oltre al fatto che abbinandoci un pad diverso dal suo, si rovina tutto l'effetto "fighetto" del gadget... Detto questo, sono sicuro che ci saranno quelli che se lo pigliano .

Trattandosi di un sistema basato su emulazione Android non è possibile usare altri gamepad più moderni con PlayStation Classic, come i DualShock 3 o 4.


Ho riletto questa frase una dozzina di volte ma continuo a non capire, perché il fatto che sia basata su android dovrebbe renderla incompatibile con i sudetti gamepad?
sintopatataelettronica12 Dicembre 2018, 11:27 #2
Originariamente inviato da: kamon
Ho riletto questa frase una dozzina di volte ma continuo a non capire, perché il fatto che sia basata su android dovrebbe renderla incompatibile con i sudetti gamepad?


Ipotizzo: perché non ci sono i driver ?
fano12 Dicembre 2018, 12:15 #3
Che poi secondo me è Linux, non Android quindi boh...

Gadget inutile visto la velocità con cui la stanno craccando la PS Classic mi aspetto che a breve sarà possibile collegarci il DS3 / DS4 via USB, sono già a buon punto visto che il pad digitale è riconosciuto, ma i tasti no... banale problema di configurazione magari dello stesso emulatore.
Scarfatio12 Dicembre 2018, 12:21 #4
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
Ipotizzo: perché non ci sono i driver ?


E' una stupidata credimi. Alla Shield ci puoi collegare quello che vuoi e usa Android 8.
sintopatataelettronica12 Dicembre 2018, 12:29 #5
Originariamente inviato da: Scarfatio
E' una stupidata credimi. Alla Shield ci puoi collegare quello che vuoi e usa Android 8.


E allora è una scelta commerciale.

(di rendere tale inutile schifezza ancora più inutile )
Scarfatio12 Dicembre 2018, 14:17 #6
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
E allora è una scelta commerciale.

(di rendere tale inutile schifezza ancora più inutile )


Si ovvio. Si tratta alla fine di oggetti davvero inutili. Basta poco per farsi in casa una bella postazione retrogaming con molto meno.
astaroth212 Dicembre 2018, 15:28 #7
Grazie a questa pseudo console ho ripristinato la PS1 originale e sto giocando a Legend of dragoon e abe's oddysee ��
popomer12 Dicembre 2018, 16:20 #8
ragazzi, rilassatevi, e' solo un gadget tecnologico
Housello12 Dicembre 2018, 17:38 #9
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
Ipotizzo: perché non ci sono i driver ?


io usavo il ds4 su tablet android con retroarch. probabilmente la scelta è puramente commerciale (il pad originale era come quello della psclassic, il dual shock è arrivato dopo)
ripsk12 Dicembre 2018, 19:04 #10
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
Ipotizzo: perché non ci sono i driver ?

Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
E allora è una scelta commerciale.

Sì, è quasi sicuramente una scelta commerciale, i driver sono inclusi direttamente nel kernel dalla versione 3.15, tanto che ad esempio il dualshock 3 me lo vede di default sia su raspberry che su linux mint.
(Per aggiungerli gli sarebbe bastato entrare in menuconfig e mettere qualche spunta prima di compilare )

Originariamente inviato da: fano
Che poi secondo me è Linux, non Android quindi boh...

Gadget inutile visto la velocità con cui la stanno craccando la PS Classic mi aspetto che a breve sarà possibile collegarci il DS3 / DS4 via USB, sono già a buon punto visto che il pad digitale è riconosciuto, ma i tasti no... banale problema di configurazione magari dello stesso emulatore.

Credo anche io sia Linux "liscio", visto il tipo di applicazione aggiungerci su tutto Android non porterebbe alcun beneficio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^