Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Epic Games annuncia la Free Fortnite Cup, con una pioggia di premi anti-Apple

Epic Games annuncia la Free Fortnite Cup, con una pioggia di premi anti-Apple

Continua la battaglia tra Epic Games e Apple, con risvolti a dir poco interessanti. Lo sviluppatore del popolare battle royale ha annunciato la #FreeFortnite Cup, dove i giocatori avranno la possibilità di vincere tanti premi: alcuni di questi, però, sono estremamente unici...

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Videogames
FortniteEpicApple
 

È una settimana di fuoco per Epic Games e Apple, le due società coinvolte in una battaglia che passerà certamente alla storia. Dopo aver punzecchiato il colosso di Cupertino con la campagna #FreeFortnite, lo sviluppatore del popolare battle royale ha annunciato una nuova, singolare iniziativa: la #FreeFortnite Cup, un torneo che offrirà ai fan dello sparatutto l'ultima possibilità di giocare tutti insieme, prima che il gioco venga rimosso da App Store.

Cosa rende questo evento tanto speciale? Semplice: i (ghiotti) premi messi in palio da Epic includono alcuni gadget 'anti-Apple'.

Epic vs. Apple: le bizzarre ricompense della #FreeFortnite Cup

L'ultima fase dello scontro tra Epic e Apple ha visto la rimozione della prima dal Developer Program di Cupertino, un ban che impedirà ai responsabili di Fortnite e dell'Unreal Engine di continuare a realizzare software per le piattaforme iOS e macOS. Per gli utenti del popolare gioco ciò si traduce nell'impossibilità di accedere ai prossimi update del battle royale e, in particolare, alla Stagione 4 di Fortnite: Capitolo 2.

Ecco dunque che Epic Games fa la sua nuova mossa: inaugurare un torneo online di Fortnite per permettere ai giocatori di riunirsi per l'ultima (?) volta accedendo da qualsiasi device, anche quelli di Apple. L'evento ha lo scopo secondario di supportare la già citata campagna #FreeFortnite, come si può dedurre dal nome stesso del torneo e, soprattutto, dai curiosi premi messi in palio.

Per partecipare all'evento e avere la possibilità di portarsi a casa una di queste ricompense, i giocatori di Fortnite non dovranno fare altro che collegarsi ai server questa domenica, 23 agosto, e selezionare la playlist Coppa #FreeFortnite. A quel punto scatterà un timer di quattro ore, entro le quali i giocatori dovranno competere in 12 match in solitaria e accumulare punti. Ecco come verranno distribuiti i punteggi:

  • Tempo di attività: 1 punto ogni 3 minuti di presenza sull’isola
  • Eliminazioni: 1 punto per ogni Eliminazione effettuata
  • Vittoria reale: 10 punti per ogni Vittoria Reale

Coloro che totalizzeranno almeno 10 punti riceveranno la skin Don Torsolone, ovvero il malvagio dittatore introdotto nello spot-parodia Nineteen Eighty-Fortnite. I 20.000 utenti con il punteggio migliore nella classifica globale riceveranno a casa il cappellino regolabile #FreeFortnite con annesso logo, il quale strizza chiaramente l'occhio allo storico logo arcobaleno di Apple.

free fortnite cup

Come se ciò non bastasse, Epic Games premierà i migliori giocatori con una pioggia di device e piattaforme hardware, tutti a tema gaming ovviamente. I primi 1200 utenti della leaderboard avranno dunque la possibilità di ottenere un laptop targato Alienware, un Galaxy Tab S7 di Samsung, uno smartphone OnePlus 8 o addirittura una console casalinga - PS4 Pro, Xbox One X o Nintendo Switch.

Insomma, sembra che Epic non abbia badato a spese per quest'ultimo, gigantesco evento. Resta da vedere come si svilupperà la faccenda che vede la società di Tim Sweeney contrapporsi a quella di Tim Cook, CEO di Apple. Seguiremo con curiosità le prossime notizie.

82 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
harlock1022 Agosto 2020, 11:56 #1
Secondo me, farsi bannare da 950 milioni di iphone più ipad non é una grande idea.
Sono stati pure tolti da google store.
Contenti loro.
sniperspa22 Agosto 2020, 12:19 #2
magari non sarà una buona idea ma è comunque bello vedere per una volta qualcuno che non si cala le braghe ad Apple...poi va be staremo a vedere come finisce, ma è un segnale intanto
coschizza22 Agosto 2020, 12:22 #3
Originariamente inviato da: sniperspa
magari non sarà una buona idea ma è comunque bello vedere per una volta qualcuno che non si cala le braghe ad Apple...poi va be staremo a vedere come finisce, ma è un segnale intanto

Parole sante
harlock1022 Agosto 2020, 12:47 #4
Bisogna considerare alcuni punti.

-Tutti gli sviluppatori seguono le stesse regole su App store. Nessuno é avvantaggiato.

-Non esiste la pirateria, quindi il lavoro delle software house é tutelato

-la distribuzione è fatta da Apple e non bisogna avere server propri

-i pagamenti sono gestiti da Apple, tramite id, i clienti sono sicuri del metodo di pagamento e in caso di problemi si rivolgono sempre ad Apple non allo sviluppatore che incassa poi i soldi

-il fee del 30% é lo stesso degli altri store simili

-epic decidendo di produrre un app per ios a pagamento ha firmato un contratto decidendo poi di non rispettarlo.

Secondo me é come se un negozio di un centro commerciale decidesse di non pagare l’affitto dei muri la corrente e tutto dicendo free centro commerciale.
niky8922 Agosto 2020, 13:24 #5
Originariamente inviato da: harlock10
Bisogna considerare alcuni punti.

-Tutti gli sviluppatori seguono le stesse regole su App store. Nessuno é avvantaggiato.

-il fee del 30% é lo stesso degli altri store simili


Il problema nasce quando si creano precedenti come l'accordo Amazon Apple.
dwfgerw22 Agosto 2020, 14:37 #6
Ha infranto un contratto fine. L’ha fatto consapevolmente (il40% di epic è di tencent... azienda cinese) coalizzare tutti ragazzini per i propri scopi aziendali.. mah.. magari qualcosa verrá verra legiferato, ma non ammiro epic minimamente.
coschizza22 Agosto 2020, 15:30 #7
Originariamente inviato da: harlock10
Bisogna considerare alcuni punti.

-Tutti gli sviluppatori seguono le stesse regole su App store. Nessuno é avvantaggiato.

-Non esiste la pirateria, quindi il lavoro delle software house é tutelato

-la distribuzione è fatta da Apple e non bisogna avere server propri

-i pagamenti sono gestiti da Apple, tramite id, i clienti sono sicuri del metodo di pagamento e in caso di problemi si rivolgono sempre ad Apple non allo sviluppatore che incassa poi i soldi

-il fee del 30% é lo stesso degli altri store simili

-epic decidendo di produrre un app per ios a pagamento ha firmato un contratto decidendo poi di non rispettarlo.

Secondo me é come se un negozio di un centro commerciale decidesse di non pagare l’affitto dei muri la corrente e tutto dicendo free centro commerciale.

Tranne il punto 4 il testo e falso
calabar22 Agosto 2020, 16:28 #8
Originariamente inviato da: harlock10
Secondo me é come se un negozio di un centro commerciale decidesse di non pagare l’affitto dei muri la corrente e tutto dicendo free centro commerciale.

No, è come se volendo aprire un negozio in un certo Paese fossi costretto ad affittare un locale nei centri commerciali Apple pagando l'affitto deciso da loro senza concorrenza anziché valutare se per te è più conveniente aprirti un negozio (o un centro commerciale) tutto tuo facendo un adeguato investimento.
coschizza22 Agosto 2020, 16:31 #9
Originariamente inviato da: calabar
No, è come se volendo aprire un negozio in un certo Paese fossi costretto ad affittare un locale nei centri commerciali Apple pagando l'affitto deciso da loro senza concorrenza anziché valutare se per te è più conveniente aprirti un negozio (o un centro commerciale) tutto tuo facendo un adeguato investimento.

Esatto
GTKM22 Agosto 2020, 17:24 #10
Originariamente inviato da: calabar
No, è come se volendo aprire un negozio in un certo Paese fossi costretto ad affittare un locale nei centri commerciali Apple pagando l'affitto deciso da loro senza concorrenza anziché valutare se per te è più conveniente aprirti un negozio (o un centro commerciale) tutto tuo facendo un adeguato investimento.


Cambi Paese. Oppure di adatti alle sue regole, a meno che un tribunale non decida che esse sono contro la legge.

Qua stiamo parlando di un'azienda che vorrebbe decidere cosa Apple possa o non possa fare con il SUO store.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^