EA valuta il ritorno di Command & Conquer su PC

EA valuta il ritorno di Command & Conquer su PC

Sta per uscire Command & Conquer Rivals per i dispositivi portatili, ma l'utenza PC più tradizionalista non sembra gradire il nuovo gioco

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Non esce un RTS della serie Command & Conquer aderente agli standard attesi dalla community PC tradizionalista dai tempi di Command & Conquer 4: Tiberian Twilight, il cui rilascio è avvenuto nel 2010. Il producer Jim Vessella adesso dichiara con un annuncio speciale su OpenRA di essere d'accordo con la community e di voler riportare Command & Conquer su PC nella forma di remaster, possibilmente in occasione del venticinquesimo anniversario dalla nascita di Command & Conquer, che ricorre nel 2020.

Command & Conquer: Rivals

Command & Conquer: Rivals

"Come molti di voi sapranno abbiamo recentemente annunciato Command & Conquer: Rivals, un gioco mobile che fa parte dell'universo di Command & Conquer", ha scritto Vessella, il quale ha fatto parte del team di produzione di Command & Conquer 3 e di Red Alert 3, e che è stato Lead Producer di Kane’s Wrath. "Subito dopo il reveal di Rivals ci è arrivato un messaggio forte e chiaro: la community di Command & Conquer vuole che questa serie ritorni su PC. Da fan di C&C da più di 20 anni non posso che essere d'accordo. Ciò che abbiamo in mente è di esplorare alcune idee circa il rimasterizzare vecchi giochi classici per PC e ci stiamo già organizzando per celebrare opportunamente il venticinquesimo anniversario di Command & Conquer".

Vessella chiede il contributo della community: ogni feedback sarà accolto con grande interesse. Invita, pertanto, gli appassionati a farsi sentire tramite OpenRA.

Command & Conquer: Rivals è un nuovo titolo per iOS e Android annunciato all'evento EA Play in occasione dello scorso E3. Il gioco ripropone la secolare battaglia tra GDI e NOD, dove ciascuna delle due fazioni è dotata di armi, comandanti e mezzi specifici. L'azione si svolge in tempo reale e la mappa è suddivisa in esagoni: in ciascuno di essi potrà trovarsi solo un'unità per volta. Ciascun giocatore dispone di un massimo di 6 differenti unità per ogni match con la produzione che viene regolata dall'afflusso di Tiberium, migliorabile con apposite unità raccoglitrici. I mezzi coinvolti nel match vengono selezionati dall'arsenale di unità sbloccate dal giocatore. L'obiettivo dei giocatori è ovviamente quello di distruggere la base nemica: la si può attaccare direttamente oppure si può cercare di prendere il controllo della base missilistica che si trova al centro della mappa: le testate nucleari, infatti, possono rovesciare gli equilibri degli scontri.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mr.cluster13 Ottobre 2018, 11:47 #1

Non so se è una buona idea (almeno per il single player)

Scommetto che alcune missioni potranno essere finite solo con le microtransazioni.
Speriamo almeno in un multiplayer serio (magari con abbonamento per evitare gabole in game).
thresher325313 Ottobre 2018, 11:56 #2
Originariamente inviato da: mr.cluster
Scommetto che alcune missioni potranno essere finite solo con le microtransazioni.
Speriamo almeno in un multiplayer serio (magari con abbonamento per evitare gabole in game).


Hanno già confermato che non ci saranno le microtransazioni.
icoborg13 Ottobre 2018, 16:51 #3
Originariamente inviato da: thresher3253
Hanno già confermato che non ci saranno le microtransazioni.


OH MY GOD....aspetto il milioni di posti di lavoro allora.
*Pegasus-DVD*14 Ottobre 2018, 13:00 #4
voglio generals 2
djmatrix61914 Ottobre 2018, 13:15 #5
Giustamente EA aveva giá ammazzato tutte le ottime serie disponibili... mi sembra giusto fare un secondo giro anche tramite le remaster.

chaosblade14 Ottobre 2018, 14:26 #6
Tanto a livello spirituale si vede troppo quando un gioco è rovinato da un cannibale, sarà un sequel alla EA e non alla westwood
djmatrix61914 Ottobre 2018, 14:34 #7
Originariamente inviato da: chaosblade
Tanto a livello spirituale si vede troppo quando un gioco è rovinato da un cannibale, sarà un sequel alla EA e non alla westwood


Posso avere dubbi su tante cose in questo mondo, ma non su quello che hai scritto.
chaosblade14 Ottobre 2018, 14:36 #8
Politica cannibale fondata sul guadagno e non sulla passione di creare opere:

Durante la seconda metà del 1998, Electronic Arts acquisì parte di Virgin Interactive e con quest'ultima anche Westwood Studios (dal momento che era di sua proprietà, per un valore totale di 122 milioni di dollari.[3][4] L'acqusizione fu di forte impatto per la software house: lo sviluppo di Command & Conquer: Tiberian Sun andò incontro a diverse problematiche, che ne ritardarono la pubblicazione di circa un anno, facendola slittare a metà 1999; oltre a questo il team fu diviso con forza da Electronic Arts, che lo diramò in due studi collegati – Westwood Las Vegas e Westwood Pacific – ma la cui divisione non fu un fattore positivo
mattia.l14 Ottobre 2018, 21:03 #9
Mi raccomando EA per risparmiare il più possibile sullo sviluppo programmate il gioco in Javascript...Sim City insegna
macs31114 Ottobre 2018, 21:07 #10
Originariamente inviato da: *Pegasus-DVD*
voglio generals 2


un rts complessivamente di bassissimo livello e che non ha niente a che vedere con Command & conquer...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^