EA: i core gamer non vedono di buon occhio la crescita dell'industria dei videogiochi

EA: i core gamer non vedono di buon occhio la crescita dell'industria dei videogiochi

Secondo Peter Moore, COO di Electronic Arts, l'industria dei giochi dovrebbe essere più propensa ad accollarsi dei rischi, evitando però di replicare il modello Napster.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo03 Luglio 2014, 10:38 #11
Originariamente inviato da: Benna80
Si, siamo daccordo, questa è la cosiddetta teoria, ma la pratica aimè è ben diversa, non riuscirai mai a coordinare un collettivo di milioni di utenti per raggiungere questo scopo


Si vede che gli va bene così...
roccia123403 Luglio 2014, 10:39 #12
Originariamente inviato da: Benna80
Perdonami ma questo assomiglia un po ai discorsi che sentiamo negli ultimi anni in merito alle tasse.

"Per far capire che le tasse ci stanno strangolando bisognerebbe smettere TUTTI di pagare le tasse...". Penso a quelle situazioni dove l'alternativa è "o pago le tasse o mangio"

Si, siamo daccordo, questa è la cosiddetta teoria, ma la pratica aimè è ben diversa, non riuscirai mai a coordinare un collettivo di milioni di utenti per raggiungere questo scopo


Ma non c'entrano una fava le tasse.

I VG sono beni accessori e superflui, nessuno ti obbliga ad acquistarli, tantomeno a fare preorder, se non ti piacciono.

Peccato che molti, invece, continuino a farlo basandosi sui trailer e sulle loro scimmie, portando milioni di dollari nelle casse di EA e ubisoft per giochi che definire mediocri è fargli un regalo. Ad EA e ubi basta e avanza questo: una volta che il gioco tot. ha dato utili, loro sono aposto, non gliene può fregare di meno di lamentele e piagnucolii, tanto sanno che basta qualche trailer pompato, un po' di hype e riescono a fare i milioni.
Chi glielo fa fare di sforzarsi ed investire nella produzione del gioco? Non serve...

Coordinare milioni di persone è impossibile, ma se si parte da questo presupposto e si segue la massa di pecore, non cambierà mai nulla.
Ognuno inizi a fare qualcosa nel suo piccolo... la goccia d'acqua scava la pietra.
wwanno03 Luglio 2014, 11:20 #13
Ma tra i giornalisti presenti non c'è mai nessuno che gli faccia una pernacchia? Eccheccazzo prima di essere giornalisti di settore quelli seduti lì dovevano essere (e probabilmente lo sono ancora) "core gamers"!
ice_v03 Luglio 2014, 11:22 #14
Originariamente inviato da: Benna80
Perdonami ma questo assomiglia un po ai discorsi che sentiamo negli ultimi anni in merito alle tasse.


...e ho smesso di leggere lì...azzo c'entrano le tasse coi videogiochi? Ma un'analogia meno immatura non la potevi trovare? Solo in Italia si possono sentire certi discorsi

Originariamente inviato da: roccia1234
Ma non c'entrano una fava le tasse.

I VG sono beni accessori e superflui, nessuno ti obbliga ad acquistarli, tantomeno a fare preorder, se non ti piacciono.

Peccato che molti, invece, continuino a farlo basandosi sui trailer e sulle loro scimmie, portando milioni di dollari nelle casse di EA e ubisoft per giochi che definire mediocri è fargli un regalo. Ad EA e ubi basta e avanza questo: una volta che il gioco tot. ha dato utili, loro sono aposto, non gliene può fregare di meno di lamentele e piagnucolii, tanto sanno che basta qualche trailer pompato, un po' di hype e riescono a fare i milioni.
Chi glielo fa fare di sforzarsi ed investire nella produzione del gioco? Non serve...

Coordinare milioni di persone è impossibile, ma se si parte da questo presupposto e si segue la massa di pecore, non cambierà mai nulla.
Ognuno inizi a fare qualcosa nel suo piccolo... la goccia d'acqua scava la pietra.


+1
Benna8003 Luglio 2014, 11:25 #15
Originariamente inviato da: ice_v
...e ho smesso di leggere lì...azzo c'entrano le tasse coi videogiochi? Ma un'analogia meno immatura non la potevi trovare? Solo in Italia si possono sentire certi discorsi



Hai fatto male, se avessi continuato avresti capito il senso del mio messaggio. Non mi puoi estrapolare solo una frase da un discorso e basare il tuo commento solo su di essa. Come i giornalisti: la stessa notizia è interpretata dai in maniera diversa l'una dall'altra, alle volte arrivando al significa opposto.
Se vorrai leggere e commentare il mio commento allora sarò ben disposto a sostenere una discussione, altrimenti credo che a pranzo mangerò lo stesso
gildo8803 Luglio 2014, 12:10 #16
Originariamente inviato da: wwanno
Ma tra i giornalisti presenti non c'è mai nessuno che gli faccia una pernacchia? Eccheccazzo prima di essere giornalisti di settore quelli seduti lì dovevano essere (e probabilmente lo sono ancora) "core gamers"!


Sono i primi ad essersi venduti ad EA, Activision ed Ubisoft, tanto tempo fa. Non c'è più competenza nella stampa videoludica da un pezzo.
homoinformatico03 Luglio 2014, 12:16 #17
Originariamente inviato da: Benna80
Perdonami ma questo assomiglia un po ai discorsi che sentiamo negli ultimi anni in merito alle tasse.

"Per far capire che le tasse ci stanno strangolando bisognerebbe smettere TUTTI di pagare le tasse...". Penso a quelle situazioni dove l'alternativa è "o pago le tasse o mangio"

Si, siamo daccordo, questa è la cosiddetta teoria, ma la pratica aimè è ben diversa, non riuscirai mai a coordinare un collettivo di milioni di utenti per raggiungere questo scopo


non c'entra un accidente!

Le tasse saranno anche eccessive, ma intanto sono obbligatorie eppoi servono anche a mantenere i servizi dello stato. Inoltre se non le paghi equitalia ti leva tutto quello che hai.

I giochi non è che siano poi un bene primario, specie se delle schifezze piene di rootkit. Quindi basta non comprarli. Nessuno ti può costringere.
E non giocarci. Nemmeno nelle versioni pirata. Le case hanno comunque interesse affinché il gioco si diffonda
roccia123403 Luglio 2014, 12:19 #18
This

Per certi giochi non vale nemmeno la pena sprecare banda per piratarli...
Benna8003 Luglio 2014, 12:20 #19
Originariamente inviato da: homoinformatico
non c'entra un accidente!

Le tasse saranno anche eccessive, ma intanto sono obbligatorie eppoi servono anche a mantenere i servizi dello stato. Inoltre se non le paghi equitalia ti leva tutto quello che hai.

I giochi non è che siano poi un bene primario, specie se delle schifezze piene di rootkit. Quindi basta non comprarli. Nessuno ti può costringere.
E non giocarci. Nemmeno nelle versioni pirata. Le case hanno comunque interesse affinché il gioco si diffonda


Allora non mi sono spiegato.
L'esempio che ho apportato era solo epr fare capire di che problematica stiamo parlando. Da una parte si dice "smettiamo di comprare i giochi, noi tutti", ma questa è teoria. Non riusciremo mai a mettere in piedi una tale protesta. Comunque, come ho scritto prima, io ho già iniziato, Hardline per me è da lasciare dove sta, e spero le vendite siano un FLOP (mi spiace per la SH che l'ha sviluppato, ma se me lo avessero chiamato solo "Hardline" senza la parola "Battlefield" forse una pensata ce l'avrei fatta. Così invece è una palese mungitura
Eraser|8503 Luglio 2014, 12:34 #20
Originariamente inviato da: roccia1234
This

Per certi giochi non vale nemmeno la pena sprecare banda per piratarli...


SUPER THIS!!! Certe schifezze che si vedono in giro fanno venire le lacrime di sangue per quanto sono fatte male! Preferisco usare la mia banda per altro, figurati se penso anche lontanamente tirar fuori soldi per comprarlo, a prenotarlo o addirittura a prendere la versione SUPER ULTIMATE con smiliardate di contenuti aggiuntivi inutili.

Per un titolo poi che esce come BETA e rimarrà tale fino alla fine del suo supporto (ovvero, al DAY TWO!!)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^