DICE: Linux ha bisogno di una killer application

DICE: Linux ha bisogno di una killer application

Ma non ci sono piani per la conversione in questo formato dell'ormai imminente Battlefield 4.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Videogames
Battlefield
 

Lars Gustavsson, il creative director di DICE, ha parlato a Polygon dell'ecosistema Linux e delle possibilità di affermazione del sistema operativo del pinguino in ambito videoludico. "Linux ha bisogno di una killer application o di un grande gioco per motivare le persone all'adozione del sistema operativo", ha detto Gustavsson.

DICE, però, conta che qualche altra software house pensi a risolvere il "problema", perché non ci sono piani per la conversione di Battlefield 4 per Linux. La serie Battlefield, infatti, rimarrà ancorata anche per i prossimi anni ai formati Windows e console.

Una buona parte dell'intervista si concentra, poi, sugli sforzi per rendere il più accessibile possibile Battlefield 4. "Dobbiamo frenarci tutti i giorni dal rendere il gioco troppo hardcore", dice Gustavsson a Polygon. Esprime comunque ottimismo per il futuro di Linux, che continuerà a essere una piattaforma importante soprattutto per gli indie.

"Penso che Linux abbia molte possibilità e che gli indie possano avere molto successo anche in futuro su questa piattaforma anche se non c'è un pubblico enorme su Linux".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo14 Ottobre 2013, 11:05 #1
kill -9 ?
muppo14 Ottobre 2013, 11:06 #2
frenarci sul troppo ********?
ma il wii non ha insegnato nulla?
bf4 è diventato fin troppo semplice, magari rifate pong quello è semplice abbastanza?
polkaris14 Ottobre 2013, 11:24 #3
Credo che SteamOS e il fatto che MAC OS potrebbe perdere un po' dei suoi affezionati clienti spingeranno Linux parecchio avanti se si faranno le scelte giuste...
Gnubbolo14 Ottobre 2013, 11:29 #4
semplice inteso come arcade.
è facile aggiungere robe poco per volta e trasformare un gioco veloce in un gioco robboso alla ARMA.
si possono invece aggiungere cose per creare nuove dinamiche, esempio rtcw -> rtcw:et
senza esagerare con le novità di volta in volta, il gioco deve soltanto essere aggiornato graficamente.
PhoEniX-VooDoo14 Ottobre 2013, 11:29 #5
la killer app di linux è linux
Gabro_8214 Ottobre 2013, 11:32 #6
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
la killer app di linux è linux


Max_R14 Ottobre 2013, 11:33 #7
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
la killer app di linux è linux
Stavo per scriverlo pure io
Player114 Ottobre 2013, 12:01 #8
Forse sono un po' OT visto che qui si parla di videogiochi. Secondo me comunque quello che manca veramente a linux come killer app è la suite Office.
Anche io comunque aspetto fiducioso steambox e steamOS per vedere che succede!!!
Max_R14 Ottobre 2013, 12:18 #9
Originariamente inviato da: Player1
Forse sono un po' OT visto che qui si parla di videogiochi. Secondo me comunque quello che manca veramente a linux come killer app è la suite Office.
Anche io comunque aspetto fiducioso steambox e steamOS per vedere che succede!!!
Beh, non solo ci sono OpenOffice e LibreOffice ma da quanto ne so la Suite Office è utilizzabile via Cloud con 365.
Player114 Ottobre 2013, 12:37 #10
Originariamente inviato da: Max_R
Beh, non solo ci sono OpenOffice e LibreOffice ma da quanto ne so la Suite Office è utilizzabile via Cloud con 365.


Hai ragione, mi sono espresso malissimo.
LibreOffice e OpenOffice sono sicuramente delle ottime suite, quello che manca a linux è una compatibilità al 100% con i formati .docx .xlsx ecc.
Office 365 purtroppo è utilizzabile solo online quindi non lo considero.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^