Caso FIFA 21 e Ibrahimovic: perché i calciatori non vogliono più apparire nei giochi di calcio

Caso FIFA 21 e Ibrahimovic: perché i calciatori non vogliono più apparire nei giochi di calcio

Un tweet del centravanti del Milan ha sollevato un polverone sul tema delle licenze dei giocatori in FIFA. Altri celebri calciatori hanno fatto richiesta di chiarimenti, al punto che la stessa EA Sports è dovuta intervenire

di pubblicata il , alle 10:11 nel canale Videogames
Electronic ArtsFifa
 

Il caso FIFA 21 e Ibrahimovic sta tenendo banco negli ambienti videoludici legati ai giochi di calcio, provocando reazioni da tutte le parti al punto da indurre la stessa EA Sports a intervenire con un comunicato ufficiale. Tutto nasce da un tweet del centravanti del Milan in cui, improvvisamente, si pone il dubbio: come mai sono presente in FIFA?

Zlatan Ibrahimovic contro FIFA

Precisamente, Ibrahimovic scrive: "Chi ha concesso a FIFA EA Sport il permesso di usare il mio nome e la mia faccia? FIFPro? Non sono a conoscenza di essere un membro di FIFPro e se lo sono è avvenuto attraverso una strana manovra a cui io non ho dato alcun consenso. Non ho mai dato l'assenso a FIFA o a FIFPro di far soldi usando la mia immagine".

Zlatan Ibrahimovic in FIFA

Sono seguiti commenti simili da altri famosi calciatori, a cominciare dall'attaccante del Tottenham Gareth Bale. Ma cosa è FIFPro? La Federazione internazionale dei calciatori professionisti è un'associazione di categoria che protegge gli interessi dei calciatori e che collabora con i licenziatari come EA Sports per negoziare accordi che possano essere di interesse per i suoi tutelati.

Come mai Ibra e Bale si sono resi conto di questa situazione solamente adesso? Il centravanti del Milan figura nei giochi EA Sports ormai da moltissimi anni, mentre Bale è stato addirittura stella di copertina in FIFA 14. Probabilmente sono venuti a conoscenza del fatto che alcuni celebri giocatori in passato sono riusciti a raggiungere accordi di promozione individuali con EA Sports: celebre il caso di David Beckham, che ha ottenuto un contratto da 45 milioni di euro perché la sua immagine potesse essere sfruttata fra le leggende del passato incluse in FIFA.

Il comunicato ufficiale di EA Sports

La licenza su Ibrahimovic e Bale, invece, viene gestita tramite il Milan e la Premier League, rispettivamente. Lo ha chiarito EA Sports con un comunicato ufficiale pubblicato proprio subito dopo i tweet dei due calciatori: "Abbiamo i diritti contrattuali per includere le sembianze di tutti i giocatori attualmente presenti nel nostro gioco" replica EA. "Come già affermato, acquisiamo queste licenze direttamente da campionati, squadre e singoli giocatori. Inoltre, lavoriamo con FIFPro per assicurarci di poter includere quanti più giocatori possibili per creare il gioco di calcio più autentico".

In futuro avremo giochi di calcio con sempre meno licenze? Come noto, sia FIFA che Football Manager devono rinunciare al logo, alla maglietta ufficiale e al nome stesso della Juventus, che in FIFA prende il nome di Piemonte Calcio mentre in Football Manager di Zebre. Questo perché Konami, azienda produttrice dei giochi della linea PES, ha raggiunto un accordo in esclusiva con la Juventus. Il team non può esserci negli altri giochi di calcio, ma sono presenti tutti i calciatori perché le licenze sono gestite separatamente rispetto al team principale.

Inoltre, Ibrahimovic non è l'unico calciatore che nel recente periodo ha puntato il dito contro FIFA. Lo aveva fatto, per motivi diversi, anche Romelu Lukaku.

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TorettoMilano26 Novembre 2020, 10:24 #1
a quanto ho capito fifa fa i big money tramite la modalità fut (mi pare di aver capito sia una specie di collezione di figurine di giocatori).
grazie a questi big money delle figurine delle immagini dei giocatori dai 45 milioni a beckham. beh le conseguenze di questo tipo sono inevitabili, situazione divertente e da pop corn
popye26 Novembre 2020, 10:48 #2
Ecco cosa succede quando entra in gioco.....l'aviditá
giovanni6926 Novembre 2020, 10:53 #3
Infatti, probabilmente lui stesso non sa di aver ceduto implicitamente lo sfruttamento della sua immagine mediante altri contratti e di non aver attivamente negoziato contratti vantaggiosi come fece qualcun altro prima di lui.
pipperon26 Novembre 2020, 10:57 #4
mii u calciapalle scimmia ha scoperto che esiste un'altro mondo e WoW i "giochini" fanno soldi
Miiiii io voGGhio nche me!
Sp3cialFx26 Novembre 2020, 11:37 #5
Come mai se ne accorge adesso e come mai fa un tweet al posto di chiamare il suo staff / i suoi avvocati per far approfondire la cosa, come se fosse un qualsiasi altro professionista di alto profilo.
TorettoMilano26 Novembre 2020, 11:41 #6
Originariamente inviato da: Sp3cialFx
Come mai se ne accorge adesso e come mai fa un tweet al posto di chiamare il suo staff / i suoi avvocati per far approfondire la cosa, come se fosse un qualsiasi altro professionista di alto profilo.


se n'è accorto dopo i 45 milioni di beckham e presumibilmente il post è stato un'idea di qualcun altro, direi raiola
MikTaeTrioR26 Novembre 2020, 11:58 #7
erano molto meglio i nomi dei giocatori inventati e storpiati...la fantasia vuole la sua parte e ormai sta lasciando troppo spazio a scenari troppo dettagliati e troppo verosimili...non è tutto oro quello che luccica!
TorettoMilano26 Novembre 2020, 12:13 #8
Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
erano molto meglio i nomi dei giocatori inventati e storpiati...la fantasia vuole la sua parte e ormai sta lasciando troppo spazio a scenari troppo dettagliati e troppo verosimili...non è tutto oro quello che luccica!


tutti ricordiamo con felice nostalgia i calcistici con nomi storpiati. il problema è che fifa può buttare nel wc i big money ricavati dal fut se mette nomi falsi
dontbeevil26 Novembre 2020, 12:36 #9
classica sparata in pieno stile ibra
LORENZ026 Novembre 2020, 12:42 #10
Non penso proprio che EA non abbia uno stuolo di avvocati e contratti di licenze in mano. Probabilmente contratti talmente complessi che un comune mortale farebbe fatica anche solo a leggere. Ibrahimovic non deve leggere, c'è chi è pagato per farlo per lui e consigliarlo. Avrà firmato uno tra i mille contratti che includeva anche ciò. E se non se ne è reso conto, beh, se la prenda con chi gli cura gli interessi che o non gli ha spiegato bene o ha taciuto taluni aspetti oppure..è lui che non ha capito bene quando gli hanno spiegato le cose.
Ad ogni modo un polverone del genere su un aspetto così delicato (e "costoso", se hai le prove della tua ragione, non lo tiri in ballo con un tweet bensì con un'azione legale...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^