Uncharted L'Eredità Perduta è molto più che un DLC di Uncharted 4

Uncharted L'Eredità Perduta è molto più che un DLC di Uncharted 4

La nuova avventura è un prodotto stand-alone che arriverà sul mercato il prossimo 23 agosto al prezzo di 40 Euro. I giocatori qui controllano Chloe dopo la fine della storia principale con protagonista Nathan Drake

di Redazione pubblicata il , alle 18:22 nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Uncharted L'Eredità Perduta è il nuovo capitolo stand-alone della famosissima serie di action/adventure a sfondo archeologico per PlayStation. Nadine e Chloe, uno dei personaggi più iconici di Uncharted e più amati, qui si ritrovano a collaborare, in una serie che è rimasta orfana del suo iconico protagonista Nathan Drake. Il giocatore prende il controllo della sexy Chloe Frazer, e beneficia del supporto di Nadine, il personaggio che in Uncharted 4 Fine di un Ladro "militava" tra i cattivi, e che qui sarà gestito dall'intelligenza artificiale come in Uncharted accade, per esempio, con Sully.

Ne L'Eredità Perduta Chloe ha una propria missione legata alla zampa dorata, un cimelio appartenente ad un'antica e dimentica civiltà. Lei è una cacciatrice di tesori con grande esperienza, il cui padre era un archeologo con un'estesa conoscenza dell'Impero Haysala. Quest'ultimo è al centro della storia del nuovo Uncharted, visto che Chloe riprende le ricerche già intraprese dal padre. L'artefatto che Chloe sta cercando è nelle mani di Asav, il leader di uno spietato esercito privato, elemento che torna sovente in Uncharted e che serve principalmente a motivare le importanti fasi da sparatutto tipiche della serie. Lui è freddo, preciso e pericoloso, come i giocatori impareranno dalla prospettiva di Chloe. Per fronteggiarlo lei ha un'unica risorsa, rivolgersi alla Nadine Ross e alla sua esperienza con gli eserciti privati.

I giocatori qui controllano Chloe dopo la fine della storia principale con protagonista Nathan Drake
Nadine Ross giocherà quindi un ruolo molto importante; un personaggio che i fan di Uncharted, come dicevamo, sono abituati a vedere dall'altra parte della barricata come leader dell'esercito della Shoreline. Qui, invece, coadiuverà Chloe a fronteggiare Asav. Anche in questo caso ci troviamo al cospetto di un personaggio con grande esperienza nella ricerca dei tesori perduti, una figura rilevante che ha dedicato la sua vita all'archeologia. Il rapporto tra le due donne sarà al centro della base emotiva de L'Eredità Perduta e sarà raccontato attraverso sequenze di narrazione intense e di elevatissima qualità visiva come ci ha abituato la serie, oltretutto con espressioni facciali sensazionali per un videogioco.

La demo che abbiamo provato a Milano evidenzia un cambiamento importante negli equilibri di gioco, all'insegna di maggior libertà nell'esplorazione e nell'ordine in cui vengono affrontati gli obiettivi. Certo, siamo ancora molto lontani da Far Cry, ma le due protagoniste si trovano in un'ampia mappa aperta e possono decidere che approccio adottare fra stealth e assalto diretto. E, come in un Final Fantasy, si potrà scegliere se affrontare i combattimenti o se aggirarli e rinunciarvi.

La serie di Uncharted è ormai assolutamente collaudata dal punto di vista del bilanciamento tra gameplay, fluidità della narrazione e sequenze di intermezzo. Qual è il segreto di Uncharted da questo punto di vista, abbiamo chiesto a Shaun Escayg, creative director di Uncharted L'Eredità Perduta all'evento di Milano: "Il segreto riguarda lo sviluppo continuo. Da questo punto di vista ne L'Eredità Perduta troverete un'ulteriore passo in avanti. Abbiamo cercato di sfumare ancora di più il confine tra sequenze d'intermezzo cinematografiche e ciò che si fa con lo stick. Vogliamo che il giocatore sia completamente coinvolto in questo mondo. In questo nuovo gioco cambierà il modo di interagire con l'intelligenza artificiale, che potrà assistere il giocatore in maniera diversa a seconda se deve risolvere un puzzle o è impegnato in un combattimento. Questo va a combinarsi con la narrazione in modo ancora più fluido che in passato."

A nostro modo di vedere le componenti da sparatutto sono fin troppo presenti nel bilanciamento di Uncharted e abbiamo quindi chiesto a Escayg quale sfida Naughty Dog incontri a trovare il giusto equilibrio anche da questo punto di vista: "Sicuramente Uncharted è un titolo d'azione e quindi una componente del genere ci sarà sempre. Ma quello che abbiamo fatto con questo capitolo è lasciare più libertà al giocatore nel decidere come proseguire. Per noi è importante che lui percepisca il senso della scoperta e dell'esplorazione all'interno di un mondo aperto. Costruire un universo di gioco di questo tipo è sicuramente più complesso rispetto all'approccio lineare, ma ci permette di far sentire il giocatore disperso in un mondo che non conosce".

Uncharted L'Eredità Perduta

Chloe e Nadine entrano in contatto con un medaglione che fornisce tre indizi sulla posizione della zampa dorata: devono esaminare delle fortezze, ciascuna delle quali associata a uno dei simboli presenti sul medaglione, ovvero un'ascia, un corno e un tridente. Il tutto all'interno del classico gameplay della serie che combina combattimenti, esplorazione e risoluzione di enigmi. In Uncharted 4 Naughty Dog ha introdotto ambienti di dimensioni maggiori esplorabili anche con veicoli come la jeep, che saranno presenti anche ne L'Eredità Perduta. Non saranno semplicemente esplorabili in maniera libera ma accoglieranno altre forme di gameplay, come combattimenti dal maggiore respiro che consentono di agire in maniera diversa dal tradizionale, ad esempio con azioni di accerchiamento.

Chloe disporrà di una mappa simile a quella di Nathan, su cui segnerà la posizione delle fortezze così come emersa dal medaglione. Inoltre, avrà anche un cellulare che le consentirà di scattare foto. Dovrà districarsi all'interno di una grossa mappa popolata da agenti dell'esercito di Asav.

Ci sarà la fune all'interno di situazioni spericolate come in Uncharted 4, mentre tra le meccaniche di gameplay inedite troviamo quelle relative allo scassinare le serrature dei bauli che nascondono tesori o armi. I combattimenti ravvicinati saranno diversi e si potrà sfruttare il supporto di Nadine, sempre reattiva ad aiutare Chloe a sfuggire dalle situazioni più intricate. Il giocatore, inoltre, potrà decidere quali obiettivi affrontare per primi e quali lasciare invece a un secondo momento.

Proprio l'intelligenza artificiale è uno degli elementi che Naughty Dog ha curato maggiormente. Come detto, Nadine potrà aiutare Chloe in vari modi durante i combattimenti, un po' come già succedeva in The Last of Us. Ma non si limita a questo: infatti, potrà contribuire anche alla risoluzione degli enigmi. Come in Uncharted 4, può capitare di dover legare una fune all'auto e agganciare l'altro capo a un oggetto da trascinare: ecco che in casi come questo Nadine potrà offrirsi di mettersi al volante della jeep.

Quanto è lunga la nuova avventura? "Come estensione del mondo di gioco L'Eredità Perduta è più grande del gioco precedente, come durata della storia si colloca tra Uncharted 4 e Uncharted 3", risponde Escayg. Uncharted 3 ha una durata di circa 10 ore, il suo successore di circa 15. Stiamo parlando, dunque, di una longevità importante per L'Eredità Perduta se si considera che il gioco è stand-alone e che costa circa 40 Euro, invece dei 70 di un capitolo completamente nuovo. Questo perché, appunto, non è Uncharted 5 e il gameplay, così come il motore grafico, differiscono pochissimo rispetto a quanto presente in Uncharted 4.

Uncharted L'Eredità Perduta

Non perdetevi la recensione di Uncharted 4 Fine di un Ladro
Tornando alle caratteristiche di gioco, cambia poi la meccanica della marcatura: adesso è tutto manuale e, dopo aver individuato i nemici, questi saranno circondati da una sagoma di colore che diventa giallo o arancione a seconda del livello di allerta.

Parliamo, dunque, titolo stand-alone che è quasi un capitolo principale della serie ormai priva del suo elemento catartico, Nathan Drake, ma ancora corredata degli elementi che hanno decretato il suo successo come il collaudato amalgama tra gameplay, ritmi di gioco e storia, così come le impressionanti animazioni facciali. Con Uncharted 4 finisce, maestosamente come sanno coloro che l'hanno giocato, l'epopea di Nathan Drake: Uncharted ha quindi bisogno di altri personaggi protagonisti.

A tal proposito abbiamo chiesto al Creative Director di Naughty Dog qualche dettaglio sul futuro di Uncharted. I fan della serie ricordano il "misterioso" dialogo finale tra Sam e Sully e la loro nuova avventura: forse, quelle poche battute rappresentano un indizio importante in tal senso? "Direi di si, che un futuro potrà esserci perché il mondo di Uncharted è straordinario", la risposta di Escayg. "Adesso Naughty Dog si sta concentrando soprattutto su L'Eredità Perduta, ma possiamo dire tranquillamente che ci sono altri personaggi di questo mondo che ci piacerebbe molto approfondire ulteriormente".

Naughty Dog è un grosso studio con sede a Santa Monica, California, e con circa 210 dipendenti. Di solita lavora in piccoli gruppi, mentre il team più corposo lavora sul progetto principale, che in questo momento è ovviamente The Last of Us Part II, la cui data di rilascio non è stata ancora rivelata. Ma è altamente probabile che un altro gruppo, magari di dimensioni inferiori, sia già al lavoro su un ulteriore Uncharted.

Uncharted L'Eredità Perduta, dunque, non è solamente una nuova storia con le meccaniche di gioco della famosa serie di Naughty Dog, ma include anche i contenuti multiplayer di Uncharted 4 come la modalità Sopravvivenza. Supporta PS4 Pro, con risoluzione 4K e HDR, oltre che maggiore fedeltà visiva anche per gli utenti che dispongono del display FullHD.

Ormai siamo abituati alla sontuosità tecnica dei titoli Naughty Dog, qui ampiamente confermata e forse anche potenziata rispetto a Fine di un Ladro per quanto riguarda l'ampiezza degli ambienti di gioco. In ambito PS4, probabilmente, solo Horizon Zero Dawn può dirsi a questi livelli, anche se ci saremmo aspettati qualcosa in più nelle animazioni di Chloe, e più femminilità. Invece, in certi momenti, ricorda pericolosamente il modo di incedere di Nathan, come se non tutto il motion capture sia stato rifatto.

Il gioco viene renderizzato su PS4 Pro a 1080p e poi viene fatto l'upscaling con la tecnica del Checkerboard a 4K. Gira a 30fps per quanto riguarda il single player e a 60 fps in multiplayer: si tratta, dunque, delle stesse specifiche tecniche di Uncharted 4.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fdl8825 Luglio 2017, 23:27 #1
Grazie per lo spoiler su Nathan
Supersubway26 Luglio 2017, 12:48 #2

Superspoiler...

Beh ragazzi... ma avvisare almeno degli spoiler... io ho appena comprato il gioco...
thunder_bolt9626 Luglio 2017, 13:40 #3
Dopo aver provato tutti i titoli precedenti, non vedo l'ora di mettere mano anche a questo. Su Amazon si trova già a 36€ in preorder, più ulteriori 2€ di sconto per gli utenti Prime, quindi 34€ in tutto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^