Hands-on The Witcher 3: benvenuti nella nuova generazione

Hands-on The Witcher 3: benvenuti nella nuova generazione

Le nostre prime impressioni su The Witcher 3 Wild Hunt dopo aver giocato la parte iniziale per circa un'ora. In un evento organizzato da CD Projekt RED a Milano, infatti, abbiamo avuto modo di provare le versioni PC e Xbox One dell'attesissimo action rpg.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Bandai NamcoThe Witcher
 

Bianco Frutteto, Vizima, Velen, Novigrad, Kaer Morhen, Isole Skellige

Quella che abbiamo giocato, quindi, è l'area del cosiddetto Bianco Frutteto, dove passeremo le prime ore dell'esperienza con The Witcher 3 e dove impareremo i comandi di base qualora non li conoscessimo dai precedenti The Witcher. Quest'area, che Monnier ci dice essere sensibilmente più piccola rispetto alle due aree principali del gioco, ovvero la Città di Novigrad e le Isole Skellige, richiede circa 30 minuti per essere percorsa da un estremo all'altro servendosi del cavallo. Si tratta di un percorso che grossomodo corrisponde a 8 o 9 chilometri reali.

Abbiamo complessivamente quattro "hub" come questo. Si tratta, ovvero, di aree dove ritorneremo periodicamente per ottenere ulteriori incarichi da portare a termine nelle altre mappe e per conoscere dettagli aggiuntivi sulla storia. Ma non sono le mappe più grandi di The Witcher 3, perché Novigrad e le Isole Skellige offriranno spazi ancora più ostici da esplorare nella loro interezza.

Dopo un test di un'ora non è possibile quantificare quanto sia effettivamente grande il mondo di gioco di The Witcher 3. Su internet, oltretutto, è in corso un serrato dibattito sulle effettive dimensioni del mondo di gioco. C'è chi dice che complessivamente le aree di gioco di The Witcher 3 siano più grandi del 70% rispetto all'intero mondo di gioco di Skyrim. Altri sostengono che il rapporto è addirittura di 3,5 volte, ovvero le aree di gioco di The Witcher 3 eccederebbero quelle di Skyrim di più di 3 volte. C'è chi dice che servono 70 ore per completare The Witcher 3, altri invece sostengono che servono 200 ore e più.

È chiaro che tutto questo dipende anche dallo spirito del giocatore e dalla voglia di dedicarsi a un unico titolo single player. Quel che possiamo dire è che la struttura del mondo di gioco di The Witcher 3 assomiglia più a quella di Dragon Age Inquisition che a quella di Skyrim. Bianco Frutteto è più grande di una mappa media di Dragon Age Inquisition, ma abbiamo un numero di mappe differenti inferiore rispetto a quelle che si trovano nel gioco di ruolo BioWare.

Ma quel che conta di più è che il dettaglio grafico è notevole, che sfrecciare con il cavallo nelle foreste è incredibilmente suggestivo, che le superfici d'acqua sfiorano il fotorealismo e sono esplorabili, e che l'orizzonte si perde letteralmente a vista d'occhio, offrendo al giocatore degli scorci sensazionali. Insomma, dal punto di vista grafico e della grandezza delle mappe di gioco The Witcher 3 rischia di toccare dei livelli qualitativi semplicemente inesplorati prima d'ora nel mondo dei videogiochi.

Le location di gioco che dovremo esplorare sono: Bianco Frutteto, Castello Reale di Vizima, Velen - Terra di Nessuno, Novigrad, Kaer Morhen, Isole Skellige. Un comodo sistema di fast travel ci cosentirà di spostarci istantaneamente tra location di gioco in precedenza esplorate.

Ma stavamo ancora parlando di storia. Nella main quest della parte iniziale dell'avventura, dunque, bisognerà mettersi sulle tracce di Yennefer. Le indagini portano lo Strigo alla guarnigione nilfgaardiana, dove scopre che la posizione attuale di Yennefer è un segreto militare. Il luogotenente della guarnigione è però disposto a rivelarlo in cambio di un aiuto per sconfiggere un enorme e temibile grifone che infesta l'area. Per ucciderlo lo Strigo dovrà rintracciare alcune figure, come un erborista, che potrebbero consegnargli delle piante che gli saranno d'aiuto nel combattimento o che possano fornirgli degli indizi su come rinvenire il grifone stesso. Il combattimento con il grifone, come dicevamo, è tutt'altro che facile, e per portarlo a termine con successo bisogna raccogliere molta esperienza disponibile sotto forma di attività e combattimenti nel Bianco Frutteto.

 
^