Star Citizen si candida a soppiantare Crysis come punto di riferimento per la grafica

Star Citizen si candida a soppiantare Crysis come punto di riferimento per la grafica

I simulatori spaziali stanno tornando in auge grazie a Star Citizen e a Elite Dangerous, a cui dedicheremo prossimamente un altro articolo. Per il momento andiamo a spulciare tutte le caratteristiche tecniche che Cloud Imperium Games ha finora rivelato a proposito di Star Citizen.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Il gaming PC agli antichi splendori

Cloud Imperium Games insiste molto sul fatto tecnico, sottolineando che Star Citizen sarà il nuovo punto di riferimento per i PC come lo fu il primo Crysis, ripristinando un ruolo, proprio quello che è stato di Crysis qualche anno fa, che è rimasto vacante negli ultimi anni. Star Citizen, quindi, vuole riportare il gaming PC agli antichi splendori facendo perno sui punti di forza della piattaforma.

Il software sarà costantemente aggiornato e avanzati strumenti di modding permetteranno ai fan di personalizzarne ogni elemento. I giocatori potranno anche ospitare i propri server personalizzati, mentre verranno supportate praticamente tutte le periferiche per PC, dai joystick HOTAS a Oculus Rift.

Star Citizen è basato sulla quarta generazione del CryEngine, indicata appunto semplicemente come CryEngine. Lo svilppo del gioco iniziò su CryEngine 3, ma poi il team si è successivamente spostato sulla quarta generazione, integrando allo stesso tempo il supporto alle API Mantle e alle DirectX 12. La tecnologia CryEngine 3 consente a Star Citizen di renderizzare in tempo reale navi spaziali lunghe un chilometro mantenendo un alto livello di dettaglio. Se si esegue lo zoom in qualsiasi punto del mezzo, infatti, si possono ammirare i particolari come sconnessioni e appendici aerodinamiche. La superficie della nave spaziale si compone di due milioni di poligoni e contiene diversi oggetti tridimensionali animati.

Ogni nave, inoltre, sarà soggetta alle realistiche leggi della fisica, che verrà simulata in maniera il più possibile accurata. Di default, è abilitato un sistema di tipo fly-by-wire per la gestione dei propulsori di manovra e dei motori primari. Quando il giocatore tira verso di sé il joystick, il gioco calcola in tempo reale la potenza che i propulsori di manovra sono in grado di erogare e applica conseguentemente il tipo di spinta anche sulla base del peso.

 
^