Age of Empires Online: il World of Warcraft degli rts

Age of Empires Online: il World of Warcraft degli rts

Negli ultimi giorni abbiamo provato intensamente il nuovo MMORTS co-sviluppato da Robot Entertainment e Gas Powered Games non senza qualche piacevole sorpresa. Il nuovo capitolo della popolare serie è basato su mondo persistente e fortemente incentrato sulla personalizzazione e sulla progressione.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
World of Warcraft
 

Missioni PvP e co-op

Tanto per dare un'idea di queste missioni, vorrei raccontare velocemente un paio di situazioni che mi sono capitate. In una missione avevo costruito una forte barricata sulla destra del mio centro del villaggio con mura e torrette difensive. Il nemico ha cercato diverse volte di infrangerla e c'è riuscito dopo svariati tentativi. Nel frattempo, però, ho ingrandito il mio insediamento occupando la parte sinistra della mappa e conquistando le risorse che si trovavano in questa zona.

Il nemico distrugge il centro del villaggio, cosa che mi dà due minuti di tempo per reagire e costruire un nuovo centro, pena la sconfitta. Riesco a costruirlo mettendo diversi cittadini all'opera su un unico edificio. Il mio esercito intanto si era spostato seguendo il nuovo centro del villaggio, cosa che mi ha dato l'opportunità di attaccare il villaggio nemico, mentre il giocatore che affrontavo continuava a distruggere il vecchio villaggio. Nel villaggio nemico non c'è resistenza, perché tutte le unità sono impegnate nell'altro attacco, e ciò mi consente di avere la meglio.

In un'altra partita, affrontavo un avversario particolarmente resistente perché concentrato solo sulla difesa. Attacco con esercito composto da fanteria, arcieri, preti e arieti per distruggere gli edifici. Distruggo le mura e il centro del villaggio, ma alle spalle di questo l'altro giocatore aveva realizzato un monumentale muro di torrette difensive che spazzano via il mio esercito in pochi secondi. Il mio avversario costruisce un altro centro del villaggio, il che mette nuovamente la partita in condizioni di equilibrio.

Decido, quindi, di creare nuova fanteria e artigliera per distruggere tutte le fonti di risorse presenti sulla mappa e controllate dal nemico che non siano all'interno delle sue mura. Senza legno e pietre, infatti, non potrà più costruire altre torrette. A quel punto faccio un esercito solo di arieti che riescono a penetrare nel suo villaggio: le torrette cadono con una velocità impressionante. Detta così sembro il più forte giocatore di AoE, ma in realtà sono più le sconfitte che le vittorie!

Oltre al PvP, AoE Online consente di giocare in co-op nella stragrande maggioranza delle missioni della campagna single player. Per giocare in co-op bisogna aggiungere un altro giocatore al proprio party, scegliere la missione da affrontare (attenzione, perché alcune sono solo single player) e recarsi nella mappa globale. Qui in basso a sinistra c'è il tasto co-op. Se lo si attiva il sistema chiede all'altro giocatore se vuole affrontare la missione in co-op e, se questi accetta, avvia la sessione di gioco.

In co-op il giocatore che ha attivato la missione è il giocatore principale, e ottiene un bonus supplementare di risorse all'avvio della partita. L'altro giocatore è, quindi, nella sostanza, un aiutante, ma può avere comunque un ruolo determinante nello svolgimento della partita. Il sistema, in caso di co-op con due giocatori, adegua la presenza del nemico sulla mappa di gioco, aumentando il numero delle sue unità e incrementando l'esperienza di queste ultime. A fine missione, entrambi i giocatori ottengono il quantitativo massimo di punti esperienza previsti per quella missione.

Oltre al tasto co-op nella mappa globale c'è anche il tasto elite. Alcune quest, infatti, sono affrontabili in questa modalità che incrementa sensibilmente il livello di difficoltà. Affrontato in single player, infatti, AoE Online garantisce un livello di sfida piuttosto basso, soprattutto per il giocatore avvezzo al genere, perché il sistema intende invogliare soprattutto al gioco sociale e quindi ad affrontare altri giocatori, rendendo il single player quasi una componente secondaria di allenamento.

Le missioni elite, invece, sono missioni single player drasticamente più difficili, e consentono di ottenere molta più esperienza per ogni singola quest. Si affrontano, infatti, soldati gestiti dall'intelligenza artificiale in configurazione elite, quindi con armor che garantisce loro maggiore resistenza e armi decisamente più efficaci. Queste missioni, inoltre, sono ripetibili: quindi le si possono affrontare più volte e in qualsiasi momento.

 
^