Rilasci 2010: a sorpresa emerge Bayonetta

Rilasci 2010: a sorpresa emerge Bayonetta

Il nuovo action/adventure prodotto da Sega ha ottenuto il massimo dei voti sulla nota rivista giapponese Famitsu. Abbiamo avuto modo di provare una versione pressoché definitiva di Bayonetta che ci consente di stilare la lista delle caratteristiche e di fornire un primo parere. Allegato il videoarticolo autoprodotto.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Introduzione

Bayonetta è un gioco d'azione in terza persona con ritmo hack and slash. Al giocatore, quindi, il compito quasi esclusivo di trovare le combinazioni di tasti opportune per eseguire le mosse acrobatiche della protagonista, oltre che di agire nel minor tempo possibile. Come vedremo, il gioco di Platinum Games è un turbinio di immagini disturbanti e spettacolari insieme, ammalianti e forsennate.

La protagonista è un personaggio che sicuramente rimarrà nella storia dei videogiochi. Il suo carisma è indiscutibile e il suo design originale e accattivante. Bayonetta è una strega dalla figura longilinea, lo sguardo affascinante e intellettuale, oltre che delle movenze super-sexy e agilissime. Il gioco di Platinum Games ha dei contenuti adulti e uno spessore artistico non indifferente. Lo stile visivo è l'elemento maggiormente curato, e si ispira all'arte orientale, anche se combina elementi di filosofie e modi di narrare differenti, oltre che una colonna sonora di grande qualità. La trama è raccontata in maniera frammentaria, nervosa e spesso indecifrabile ma, come vedremo, gli sviluppatori hanno puntato più sul carisma della protagonista che sulle vicende vere e proprie.

Bayonetta è creato da Hideki Kamiya, che rimane alla storia per aver inventato Resident Evil, Devil May Cry, Viewtiful Joe e Okami. La sua ultima produzione ricorda soprattutto Devil May Cry, con un gameplay praticamente speculare. Ricordano Devil May Cry anche le animazioni e le mosse che la protagonista compie. Bayonetta ha un carisma particolare come Dante e, come capita anche con il protagonista di Devil May Cry, tutta la storia ruota intorno a lei.

Kamiya è nato nel 1970. La sua carriera professionale è stata quasi sempre legata a Capcom. L'ha raggiunta nel 1994 e subito ha prodotto i primi due Resident Evil, pubblicati rispettivamente nel 1996 e nel 1998. Lascia Capcom nel 2006, dopo aver contribuito in prima persona allo sviluppo di Devil May Cry (2001), Viewtiful Joe (2003), Viewtiful Joe 2 (2004) e Viewtiful Joe: Double Trouble! (2005).

Nel 2006 comincia la sua avventura in Clover Studio, sussidiaria della stessa Capcom. Per Clover Studio lavora a Okami, e di questo progetto è il direttore. Il gameplay di Okami si dipana intorno ad un pennello e ai poteri magici scaturiti da esso. Durante un combattimento è possibile, ad esempio, eliminare i nemici di turno tracciando una linea o, ancora, tramite questo sistema si possono riparare oggetti o aiutare gli altri personaggi presenti nel gioco.

Nel 2007 Clover Studio viene chiusa perché inserita in un piano di ridimensionamento complessivo di Capcom. Kamiya, insieme a Atsushi Inaba e Shinji Mikami, che insieme a lui hanno prodotto la maggior parte dei giochi che lo hanno reso famoso, fondano Seeds, poi Platinum Games, e cominciano a sviluppare tre progetti segreti per conto del rivale di Capcom, Sega. Si tratta di Infinite Space, MadWorld e appunto Bayonetta.

Infinite Space è un action RPG ad ambientazione fantascientifica per Nintendo DS in cui il giocatore impersona un capitano di una nave personalizzabile e deve esplorare due enormi galassie. Questo gioco verrà rilasciato nella prossima primavera. MadWorld è invece disponibile attualmente nel formato Nintendo Wii. Si tratta di un gioco violento in cui gli ambienti sono in bianco e nero, mentre l'unico elemento dotato di colore è il sangue che fuoriesce dai nemici uccisi. MadWorld è diretto da Shinji Mikami.

[HWUVIDEO="508"]Bayonetta: videoarticolo[/HWUVIDEO]

Abbiamo preparato un videoarticolo autoprodotto che mostra le caratteristiche principali del gameplay di Bayonetta. Le immagini sono catturate dalla versione giapponese del gioco, che è in commercio dal 29 ottobre. Si tratta dela versione XBox 360 di Bayonetta.

Quanto alla trama di Bayonetta, come dicevamo, ruota interamente intorno alla sua protagonista. Bayonetta è l'ultima discendente rimasta di un'antica stirpe di streghe bianche che non ha ricordo della propria giovinezza. Per ritrovare i suoi ricordi è costretta a intraprendere un viaggio tra paradiso e inferno che la porterà a combattere contro gli angeli e figure demoniache che sembrano essere a conoscenza di parti del suo passato.

Bayonetta diventa l'elemento discriminante della guerra in atto tra angeli e demoni. La protagonista è una strega dalla figura allungata e dalle ali da farfalla che può trasformare i suoi capelli, che sono anche il suo vestito, in enormi e ferocissime creature. Inoltre, è dotata di quattro armi migliorabili che sono agganciate alle sue mani e ai suoi piedi. Dalla descrizione della sua protagonista è subito evidente che Bayonetta è un prodotto che riserva tante sorprese.

 
^