RDR2 e Assassin’s Creed: dati sul completamento rivelano quante poche persone finiscono i giochi

RDR2 e Assassin’s Creed: dati sul completamento rivelano quante poche persone finiscono i giochi

Invogliare i giocatori a completare la storia dei titoli single player è sempre stata una sfida piuttosto ardua per gli sviluppatori. Che sembrano ancora avere delle difficoltà a vincerla...

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Videogames
Rockstar GamesUbisoft
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

71 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bestio01 Febbraio 2019, 21:11 #11
Il problema è che molti giochi mi rompono i OO prima di finirli.
Oppure ad un certo punto ho trovato una sezione per me talmente difficile o frustrante, da farmelo ragequittare per sempre.

In altri. tipicamente gli open world (ed è stato proprio il caso di RDR2 o F4) ho amato tanto le quest/attività secondarie da averli giocati per parecchie decine di ore, se non centinaia.
Ma la storia ad un certo punto arrivava a qualche"forzatura" che mi infastidiva talmente tanto che ho smesso di portarla avanti.
29Leonardo01 Febbraio 2019, 21:31 #12
questo succede quando la struttura del gioco ruota attorno al riempitivo degli achievements/trofei legati ad attività secondarie, molti di questi giochi apparentemente immensi con mappe enormi se tiri dritto per la main non durano manco 15 ore...il tempo per finire solitamente un fps a binario.

Infatti non è un caso, almeno per quanto mi riguarda, che la maggiorparte dei giochi che ho finito ed ho apprezzato molto non hanno achievements o strutture di gioco influenzate da essi.
Maxt7501 Febbraio 2019, 22:56 #13
Ci sarebbero dei distingui da fare. In generale l'utenza media non ha pazienza, ha fretta, compra frettolosamente, si stanca presto.
Il contesto del gaming vive anche di questi, ma ovviamente alimenta classifiche di questo tipo.
Poi però bisogna vedere...io sono un completista, ma a mio modo. Tento, tento di scovare ogni segreto e fare ogni quest e sub quest, ma non chiedetemi di platinare un gioco, perchè se leggo achievement, del tipo :
< Muori 5 volte a testa in giu, oppure... lanciati dalle finestre 20 volte, oppure completa il gioco a tutti i livelli di difficoltà >... bè queste cavolate le lascio ad altri... .
supermarione8402 Febbraio 2019, 09:45 #14
In realtà sono pochissimi i giochi che restano interessanti oltre la storia principale, tale da spingere ad approfondire gli aspetti secondari.
L'ultimo che ricordo, ed ha fatto scuola anche per tanti altri motivi, è The Witcher 3. Anche le quest secondarie bene o male hanno un motivo per essere svolte, rivelando piccole storie e retroscena con risvolti curiosi.
Altrimenti come già detto da qualcuno, adndare in giro a fare cose inutili e noiose non interessa a nessuno chiaramente.
nickname8802 Febbraio 2019, 10:03 #15
Originariamente inviato da: sertopica
Chiaro, quando la quantita' supera la qualita' i risultati sono questi. Se lo scopo e' andare in giro per una mappa sconfinata a sparare a 200 piccioni nascosti (GTA IV?) avanti il prossimo. La funzione degli achievements introdotta qualche una decina di anni fa non l'ho mai digerita, ma non e' solo quello, a condire il tutto ci sono missioni riempitivo insipide e molto altro.


Originariamente inviato da: Jammed_Death
ma infatti...non c'è nemmeno più impegno nell'inventarsi qualcosa di interessante...una novità l'aveva introdotta batman arkham asylum con gli enigmi ma poi hanno esagerato e sono comunque troppi anche lì...sarebbero bastati una decina di enigmi ben pensati e non sarebbe diventato frustrante

RDR2 e Odyssey non han qualità ? Del secondo possiamo anche parlarne ma del primo in teoria non ci sarebbe nulla da discutere.

Vuol dire semplicemente che la maggior parte di chi compra è un casual gamer, che vuole tutto facile, non ha voglia di perdere tempo ( preferisce pagare e avere tutto subito ) e/o si fermano alla prima difficoltà.

Non sanno come approcciarsi al gioco e non gli interessa proprio il gioco in sè, un classico.
Sono i soliti utonti che prediligono i giochini per smartphone.
Aenil02 Febbraio 2019, 10:05 #16
il fatto è che ormai sono giochi così enormi che durano letteralmente mesi ad un persona normale con altri impegni/hobby, parlo per me.. xenoblade 2 per switch mi è durato 6 mesi abbondanti, zelda botw 4 mesi, ecc..

ora ho preso smash ultimate e non oso immaginare quanto mi duri
T_zi02 Febbraio 2019, 10:20 #17
Originariamente inviato da: sertopica
Chiaro, quando la quantita' supera la qualita' i risultati sono questi. Se lo scopo e' andare in giro per una mappa sconfinata a sparare a 200 piccioni nascosti (GTA IV?) avanti il prossimo. La funzione degli achievements introdotta qualche una decina di anni fa non l'ho mai digerita, ma non e' solo quello, a condire il tutto ci sono missioni riempitivo insipide e molto altro.


Quoto.
Andare a trovare i 200 piccioni non è difficile, solo una perdita di tempo. La difficoltà la danno le meccaniche e il bilanciamento, non i collezionabili nascosti in cima ai balconi.

Sto giocando new vegas, con anni di ritardo, e tra collezionabili, challenges, achievement di steam, tappi, snowglobes etc. potresti perderci 1000 ore. Volendo potresti buttare mille ore per finire tutto senza una guida. Ne vale la pena? Non penso. Io conto di finirlo facendo tutte le quest secondarie che trovo, e magari più avanti facendo un'altra run con la legione. Ma i collezionabili sono solo un riempitivo inutile.
GoFoxes02 Febbraio 2019, 10:48 #18
Dipende dai collezionabili.
So che è difficile da immaginare, ma magari a uno piace il gameplay, che so, di un Assassin's Creed, e si diverte a trovare tutte le bandiere. In generale a me piacciono tutti i giochi Ubisoft single player (AC, FC, WD) e in generale mi diverto a cercare i collezionabili. Però non sono un completizionista, perché poi se una cosa mi rompe la mollo,anche se non l'ho finita.

Che poi ci sono sempre stati, anche prima degli achievements, in Doom senza guida spammavi la barra spaziatrice ogni cm di muro per cercare stanze nascoste, e in Tomb Raider c'erano le reliquie, che non davano nulla in termini di gioco, ma che richiedevano un notevole sforzo "esplorativo". Senza citare i giochi giapponesi, che è dagli anni 80 che hanno sistemi per allungare il brodo.
GoFoxes02 Febbraio 2019, 10:55 #19
Originariamente inviato da: nickname88
RDR2 e Odyssey non han qualità ? Del secondo possiamo anche parlarne ma del primo in teoria non ci sarebbe nulla da discutere.

Vuol dire semplicemente che la maggior parte di chi compra è un casual gamer, che vuole tutto facile, non ha voglia di perdere tempo ( preferisce pagare e avere tutto subito ) e/o si fermano alla prima difficoltà.

Non sanno come approcciarsi al gioco e non gli interessa proprio il gioco in sè, un classico.
Sono i soliti utonti che prediligono i giochini per smartphone.


Veramente a me RDR2 ha rotto proprio per la storia e le missioni forzate. Mai finito il capitolo tre, ma ho giocato comunque decine di ore.

Se fai un gioco del genere, per me non conviene farlo Story driven, perché sono troppe le distrazioni. Piuttosto, fai tante storie brevi e appassionanti, sparse per il mondo di gioco, che il giocatore deve scoprire.

Che alla fine la storia mica è difficile da giocare, si tratta di seguire il GPS e all'occorrenza fare qualche banale azione. Può essere bella quando vuoi, ma non può durare 40 ore, con tutto il resto che c'è da fare nel gioco.
fraussantin02 Febbraio 2019, 11:15 #20
Originariamente inviato da: GoFoxes
Veramente a me RDR2 ha rotto proprio per la storia e le missioni forzate. Mai finito il capitolo tre, ma ho giocato comunque decine di ore.

Se fai un gioco del genere, per me non conviene farlo Story driven, perché sono troppe le distrazioni. Piuttosto, fai tante storie brevi e appassionanti, sparse per il mondo di gioco, che il giocatore deve scoprire.

Che alla fine la storia mica è difficile da giocare, si tratta di seguire il GPS e all'occorrenza fare qualche banale azione. Può essere bella quando vuoi, ma non può durare 40 ore, con tutto il resto che c'è da fare nel gioco.


secondo me una bella storia che ti tiene incollato ci deve essere , ma deve essere semplice da ricordare non cervellotica altrimenti si perde il filo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^