Muore Terry Pratchett, l'autore di Discworld

Muore Terry Pratchett, l'autore di Discworld

Uno dei più apprezzati autori di romanzi fantasy, Terry Pratchett, è morto ieri all'età di 66 anni. I giocatori lo ricordano soprattutto per la trasposizione videoludica di Discworld.

di pubblicata il , alle 09:46 nel canale Videogames
 

Conosciuto soprattutto per i romanzi della serie Discworld, Terry Pratchett è l'osannato e prolifico autore di oltre 70 romanzi che spaziano dal fantasy alla satira. "Il mondo ha perso una delle menti più brillanti e acute", ha detto Larry Finlay della sua casa editrice Transworld.

Terry Pratchett

La famiglia Pratchett ha annunciato la morte del grande autore tramite Twitter, parlando di incontro tra Terry e la personificazione della Morte, quindi esaltando ancora lo stile che ha reso così unico l'autore di Discworld. La Morte, infatti, è uno dei personaggi più suggestivi di questa serie di romanzi.

A Pratchett era stata diagnosticata una forma aggressiva del morbo di Alzheimer già nel 2007. La malattia aveva debilitato molto l'autore, che però aveva proseguito a scrivere, pubblicando nel marzo dello scorso anno il quarantesimo romanzo di Discworld.

I giocatori conoscono Pratchett soprattutto per la serie di videogiochi su Discworld della Psygnosis. Si trattava di avventure grafiche con uno stile visivo decisamente altisonante e dialoghi ben studiati, profondi e divertenti, oltre che personaggi dal carisma speciale. Discworld è in assoluto una delle migliori avventure grafiche classiche, per cui consigliamo a tutti coloro che non l'avessero giocata in passato di approfittare dell'occasione per recuperarla.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7713 Marzo 2015, 09:55 #1
...voglia din prendere in mano discworld.. alla fine non ci ho mai giocato..
Max_R13 Marzo 2015, 10:24 #2
Originariamente inviato da: demon77
...voglia din prendere in mano discworld.. alla fine non ci ho mai giocato..


Bellissime avventure.. e fantastici libri.. assieme a Kyrandia e Simon the Sorcerer ho passato un mucchio di ore felici..
FunnyDwarf13 Marzo 2015, 10:46 #3
Cloud7613 Marzo 2015, 10:53 #4
Discworld è una serie che mi è piaciuta molto.
Non so i termini di gradimento ma ho l'impressione che sia stata poco considerata.
Il primo era piuttosto difficile in alcuni punti, il secondo era bilanciato bene. Mi è piaciuto molto anche Disworld Noir.
Tutti molto divertenti e curati, li ho giocati volentieri.
29Leonardo13 Marzo 2015, 11:52 #5
Mai giocati ma li conoscevo, anyway R.I.P.
Rainy nights13 Marzo 2015, 12:30 #6
Io lo ricordo per la sua abilità narrativa, la sua fantasia e le ottime trasposizioni televisive delle sue avventure fantasy. Consiglio, a chi avesse del tempo libero, un documentario non molto vecchio: Terry Pratchett: Choosing to Die.
~efrem~13 Marzo 2015, 12:35 #7
Era una perdita annunciata, quasi pianificata, avevo letto che aveva iniziato le procedure per il suicidio assistito, o come lo vogliamo chiamare.
Avendo letto tutto quello che di lui è stato tradotto, una scelta che si confà al personaggio.
E' una perdita enorme, personalmente l'ho sempre ritenuto uno dei migliori autori contemporanei, pure se non tutti i libri erano all'apice del suo essere, in ognuno di essi, trovavi passaggi tali da lasciarti di stucco, e bloccarti nel pensiero della riflessione che ti imponevano. Al contempo l'ironia e la comicità ti lasciavano il sorriso per giorni, non ultima la capacità di farti affezionare ai personaggi... Due Fiori, Scuotivento, soldato/caporale/sergente/capitano Carota, e tanti altri che ha partorito, sono specchi di una realtà fantastica, ma tremendamente concreta.

La vita è un'abitudine dura a morire. [Cit.]
Rainy nights13 Marzo 2015, 12:36 #8
Originariamente inviato da: ~efrem~
Era una perdita annunciata, quasi pianificata, avevo letto che aveva iniziato le procedure per il suicidio assistito, o come lo vogliamo chiamare.
Avendo letto tutto quello che di lui è stato tradotto, una scelta che si confà al personaggio.
E' una perdita enorme, personalmente l'ho sempre ritenuto uno dei migliori autori contemporanei, pure se non tutti i libri erano all'apice del suo essere, in ognuno di essi, trovavi passaggi tali da lasciarti di stucco, e bloccarti nel pensiero della riflessione che ti imponevano. Al contempo l'ironia e la comicità ti lasciavano il sorriso per giorni, non ultima la capacità di farti affezionare ai personaggi... Due Fiori, Scuotivento, soldato/caporale/sergente/capitano Carota, e tanti altri che ha partorito, sono specchi di una realtà fantastica, ma tremendamente concreta.

La vita è un'abitudine dura a morire. [Cit.]


Da diversi anni, sì.
Eroes7813 Marzo 2015, 13:26 #9
Vogliamo immaginarlo così, mentre gioca a nascondino con Morte che fa finta di non sapere dove si sia nascosto...

Addio Sir, e grazie per tutte le numerose ore di letizia che mi hanno regalato i tuoi romanzi.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
ziozetti13 Marzo 2015, 14:00 #10
Grandissimo autore, creatore di un vero e proprio universo fantasy, temo poco conosciuto in Italia forse perché considerato "una parodia del fantasy".


PS: a mio avviso la trasposizione del mondo disco in Discworld noir è stata molto valida, non ho giocato agli altri due.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^