Mixer: perché i giocatori dovrebbero preferirlo a Twitch

Mixer: perché i giocatori dovrebbero preferirlo a Twitch

Al GamesCom di Colonia abbiamo intervistato Jenn McCoy, Director of Mixer Marketing, chiedendole quali sono i piani di Microsoft con Mixer e perché i giocatori dovrebbero preferirlo a Twitch, indiscusso leader nel settore del live streaming

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Videogames
MicrosoftXboxWindows
 

Mixer è il servizio di streaming video che per certi versi si configura come una risposta a Twitch. Microsoft ha investito molto in tal senso, cercando di approfottiare delle opportunità che il settore, in rapidissima crescita, sta offrendo. Per questo ha dapprima acquisito la startup Beam nel 2016, integrandone tutto il personale all'interno della divisione Xbox. Nell'ottobre del 2016 Microsoft annunciava che Beam sarebbe stato integrato all'interno di Windows 10, mentre qualche mese dopo sarebbe toccato a Xbox One.

Qual è la mission di Mixer e perché i giocatori dovrebbero preferirlo a Twitch? È la prima domanda che abbiamo posto a Jenn McCoy, Director of Mixer Marketing, in occasione dell'intervista che abbiamo avuto modo di fare al GamesCom di Colonia. "La prima cosa da dire è che non c'è nessuna rivalità con Twitch. Non vediamo alcun tipo di competizione perché il fenomeno del live streaming sta crescendo in maniera talmente rapida che ci sono moltissime opportunità su piattaforme differenti. Con Mixer stiamo cercando di offrire un tipo di esperienza innovativa".

Mixer

Jenn lavora nella sede di Redmond di Microsoft. "Ci sono diversi elementi di differenziazione per quanto riguarda Mixer che non si trovano negli altri servizi di questo tipo", prosegue. "Innanzitutto il protocollo di trasmissione, che permette di raggiungere delle prestazioni solidissime: i membri di Mixer possono fare lo streaming del loro gameplay con latenze in nessun caso superiori al secondo. Se lo streamer dice qualcosa o compie un qualsiasi tipo di azione, chi lo segue riceve immediatamente l'interazione e, conseguentemente, può interagire con lo streamer in maniera molto naturale".

Microsoft ha rinominato Beam in Mixer a maggio 2017. Questo ha coinciso con il lancio di nuove funzionalità e il rilascio dell'app di Mixer per i sistemi operativi iOS e Android. È stata migliorata l'integrazione nella dashboard di Xbox One e inaugurato lo studio Mixer a New York, che si occupa dell'organizzazione di eventi di eSport ed altri eventi di gaming.

Le caratteristiche peculiari di Mixer sono: Faster Than Light technology, MixPlay, streaming co-op per 4 giocatori e HypeZone
"La seconda cosa che rende Mixer unico è ciò che chiamiamo Mix Play. Si tratta di uno strumento che gli streamer o gli sviluppatori dei giochi possono usare per coinvolgere l'audience. Chi guarda può compiere azioni collegate a ciò che succede sullo schermo: per esempio disegnare qualcosa, cambiare l'angolazione dell'inquadratura o controllare fisicamente un oggetto di gioco. Gli sviluppatori stanno integrando in profondità nei loro giochi queste funzionalità perché sono divertenti per i giocatori: tra gli altri, succede in Minecraft. Gli streaming possono usare tutto questo per rendere più divertente la loro trasmissione perché i giochi possono diventare così più difficili o possono coinvolgere la community in modo da ricevere dai giocatori aiuti e segnalazioni preziose su come andare avanti in un gioco".

"È molto importante poi la facilità con la quale Mixer consente di fare broadcasting, indipendentemente peraltro dalla piattaforma usata. Molte persone non amano perdere tempo nella configurazione del software o non vogliono acquistare hardware aggiuntivo per il live streaming. Quindi abbiamo sviluppato la tecnologia alla base di Mixer in modo da funzionare perfettamente con tutti i Windows PC e con tutte le console Xbox One e in modo da permettere a qualsiasi tipo di utente di iniziare la trasmissione in maniera molto semplice. Inoltre, c'è un app per iOS e Android che permette di fare lo streaming dei giochi mobile. Sappiamo che questi stanno diventando sempre più popolari, e quindi abbiamo voluto permettere di trasmettere sessioni di gioco di titoli come Clash Royale e Vainglory".

"Il co-op streaming è un'altra funzionalità che si trova solo su Mixer. Fino a quattro giocatori possono trasmettere le loro sessioni di gioco, e questo si sposa particolarmente bene con quei giochi che prevedono gameplay di squadra. Chi segue può rendersi conto dell'azione di gioco simultaneamente da prospettive differenti perché lo schermo viene suddiviso in quattro parti con quattro flussi di gioco diversi. Mixer permette ai suoi utenti di invitare altri utenti a far parte del co-op streaming".

Mixer

Una questione urgente da affrontare per le piattaforme di streaming è come affrontare il travolgente successo dei giochi di Battle Royale, dove non è facile concentrarsi sui momenti topici di gioco visto l'elevato numero di giocatori coinvolti insieme in un match di questo tipo. Cosa ha fatto Microsoft per adattare Mixer ai Battle Royale? "La nostra risposta si chiama HypeZone, un sistema che abbiamo lanciato nello scorso dicembre insieme a PlayerUnknown's Battlegrounds per Xbox One. HypeZone supporta anche Fortnite e Rainbow Six Siege, anche se quest'ultimo non è un gioco di Battle Royale. In futuro supporterà anche Ground Royale, il nuovo gioco di Battle Royale di Hi-rez Studios".

Il software dispone di un algoritmo per comprendere qual è il migliore giocatore da seguire? "Si, HypeZone si basa su un algoritmo di computer vision per verificare cosa sta succedendo nella sessione di gioco e scegliere i momenti più salienti per gli spettatori", ci ha spiegato Jenn McCoy.

Quanto è importante la community dei giocatori PC per Mixer e quante persone usano Mixer su Windows rispetto al numero di persone che lo usano su console? "Il PC è molto importante per noi, anche se non abbiamo dati sul numero di persone che lo usano su questa piattaforma piuttosto che sulle console. Sappiamo che gli utenti di Mixer stanno crescendo come numero, sia su PC che su console, e a giugno abbiamo annunciato che complessivamente sono più di 2 milioni. Allo stesso tempo, non privilegiamo una piattaforma rispetto alle altre, perché Mixer può essere usato su tutte le piattaforme, anche Sony PlayStation e Nintendo Switch. Vogliamo che gli streamer possano raggiungere il loro pubblico indipendentemente dalla piattaforma".

Ritieni che ci siano aree deboli in Mixer e quali sono i piani futuri per migliorare la piattaforma? "Il team di sviluppo di Mixer sta lavorando su molte cose e presto, entro un paio di mesi, riveleremo quali saranno le novità di Mixer. Ci saranno nuovi tipi di esperienze veicolate tramite Mixer e nuovi giochi supportati per HypeZone. Allo stesso tempo stiamo lavorando molto su Mix Play, per fare in modo che funzioni con la maggior parte dei giochi".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
lucusta22 Agosto 2018, 17:45 #1
serve sempr eil gold?
thresher325322 Agosto 2018, 19:47 #2
Originariamente inviato da: lucusta
serve sempr eil gold?


No no, è gratuito e visualizzabile da Xbox o W10.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^