Iscriviti al nostro nuovo canale YouTube, attiva le notifiche e rimani aggiornato su tutti i nuovi video

Jesus 2000: ecco svelate le origini del nome del primo Fable

Jesus 2000: ecco svelate le origini del nome del primo Fable

Durante un'intervista con The Gamer, Peter Molyneux e Pete Hawley hanno raccontato le origini del nome che ha dato vita alla saga di RPG in esclusiva Xbox: Fable. In origine, il nome era Jesus 2000 e doveva essere un gioco di Activision.

di pubblicata il , alle 12:59 nel canale Videogames
Xbox
 

Durante un'intervista con Rhiannon Bevan di The Gamer, Peter Molyneux, fondatore di Lionhead Studios, e Pete Hawley hanno discusso delle origini di Fable e, soprattutto, del suo nome. Il gioco nasce come Jesus 2000 durante una serata di svago trascorsa a casa di Molyneux.

"Chiamiamolo 'favola'… Poi tutti dicono 'No è troppo ovvio. È troppo maledettamente noioso'. Andiamo a casa di Peter, fumiamo erba, ci ubriachiamo e giochiamo a qualche gioco da tavolo. Tutti se ne escono con questi stupidi e dannati nomi…" racconta Hawley. "Sono le 2:30 del mattino e Peter se ne va, ce l'ho. Jesus 2000: è tornato, ma stavolta è incazzato".

"Tutto quello che ricordo di Jesus 2000 è che Pete l'ha trovata la cosa più divertente di sempre. 'Eravamo tutti ubriachi' è un buon modo per capire il perché, suppongo. Ma eravamo anche estremamente entusiasti" spiega Molyneux.

Successivamente, al titolo furono affibbiati diversi nomi come Project Ego o Wishworld. Quest'ultimo, in realtà, era di una demo sviluppata dai fratelli Carter, scrittori e programmatori del titolo. Si trattava di un progetto basato sulla lotta tra maghi e nulla più, solo successivamente con la fondazione di Lionhead fu deciso lo sviluppo di un gioco di ruolo.

Hawley spiega che Fable è nato da un turbine di idee confuse emerse da ognuno dei creatori che in realtà non avevo un progetto definito. Conoscere le origini del nome Fable è piuttosto complesso, perché ognuno di loro darebbe una versione diversa nonostante siano passati così tanti anni.

Hawley racconta anche che il gioco non sarebbe dovuto essere un'esclusiva di Microsoft. Inizialmente il progetto fu proposto ad Activision, che finanziò anche parte dello sviluppo. Poi però l'accordo non andò a buon fine e poiché Microsoft aveva bisogno di giochi con cui fare concorrenza ai colossi dell'epoca accettò di pubblicare il primo Fable sotto l'etichetta dei Microsoft Studios.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^