Il CEO di Take-Two Interactive difende i prezzi dei giochi PS5 e Xbox Series X

Il CEO di Take-Two Interactive difende i prezzi dei giochi PS5 e Xbox Series X

I videogiochi attesi sulle future console next-gen potrebbero costare qualche euro in più rispetto al passato. Molti giocatori sono già infuriati, ma alcuni publisher difendono questa manovra: interviene così Strauss Zelnick, amministratore delegato di Take-Two Interactive

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Videogames
Rockstar GamesXboxPlaystation
 

Con l'annuncio di NBA 2K21 abbiamo scoperto che determinati giochi next-gen verranno venduti a un prezzo maggiorato; il simulatore di basket di 2K Games, ad esempio, verrà venduto a 69,99 dollari - che da noi potrebbero diventare 79,99 euro.

Stando ai rumor, altri editori starebbero valutando un aumento dei prezzi di vendita, una scelta difesa da alcuni publisher, ma che desta numerose preoccupazioni presso il pubblico.

Take-Two: "I costi di produzione dei videogiochi sono aumentati"

Dal 2005 a questa parte i videogiochi vengono venduti a un prezzo consigliato di circa 70 euro, un vero e proprio standard che, tuttavia, potrebbe lasciarci dopo ben 15 anni. I prossimi titoli potrebbero costare 10 euro in più, a giudicare dalle ultime dichiarazioni di Take-Two Interactive.

strauss zelnick take two interactive

Attraverso le parole del CEO Strauss Zelnick, la compagnia che si cela dietro 2K Games e Rockstar Games ha difeso l'idea di un potenziale incremento dei prezzi, almeno per quanto concerne i giochi next-gen. Ai microfoni della rivista Protocol, dunque, Zelnick ha dichiarato quanto segue: "Non abbiamo mai assistito a un incremento dei prezzi per circa 15 anni e i costi di produzione sono saliti dal 200 al 300%. Ma, più precisamente, dal momento che a nessuno interessa quali siano i costi di produzione, ciò che i consumatori sono in grado di fare con il prodotto è completamente cambiato".

Come specifica l'amministratore delegato di Take-Two, oggi i videogiochi possono offrire esperienze migliori rispetto al passato, integrate in titoli molto più grandi di quelli che, una decina d'anni fa, venivano venduti ad un prezzo di listino di circa 60 dollari.

Le nuove produzioni possono dunque offrire "esperienze di gioco complete e incredibilmente sostanziose", il che giustificherebbe il suddetto aumento dei prezzi; in ogni caso, Zelnick aggiunge che i nuovi prezzi di listino non verranno applicati necessariamente a tutti i giochi rilasciati dal publisher statunitense, ma riguarderanno in primis i prodotti tripla-A.

Seguiremo con attenzione la faccenda e le eventuali mosse degli altri editori. Secondo voi quale sarebbe il giusto prezzo per un gioco next-gen?

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
niky8916 Settembre 2020, 17:17 #1
Fra tutti quelli che potevano aprire bocca proprio lui? Che in NBA è pieno di sponsor e pubblicità non skippabili? E le microtransazioni?
Sui prezzi aumentati non ho un'opinione.
JuneFlower16 Settembre 2020, 17:51 #2

Si sa da giorni

Questa notizia è piuttosto vecchia ma è bene farla girare.
Devo dire che alcune cose sono vere, ma è anche vero che i designers sono peggiorati, specialmente per giochi per pc e quello che ha fatto valve steam games \sommergere il mercato di MTX e casino business di cui la prova è ad esempio CS Go (fatta da una marea di scommettitori incalliti) ma anche il modo con cui ha sostenuto un "semi"competitor in difficoltà come Blue Hole con il suo PUBG (ovvero vendendo le scatole con i vestitini prima e dopo il suo pseudo rilascio a dicembre 2017.. sono tutte prove di chi e come il mercato è cambiato.

Ma i giochi li devi fare bene, compatti, migliorare davvero cose al suo interno tra cui la tanto dimenticata AI. Non puoi mettermi dentro miriadi di MTX, e meccaniche che AD INSAPUTA del giocatore medio ed ignorante sono tutte cose che vanno a modificare proprio come il gioco è disegnato.

Le mtx influenzano il gioco perché non puoi dirmi che se disegni qualcosa da vendere allora non cerchi di adattarlo ad avere una funzione in gioco, sia un vestito o altro COMUNQUE influenzi il gioco, spendi per realizzare qualcosa quindi detrai forze e denaro da altre cose dove dovresti investire per rendereil gioco migliore.

L'industria del gaming sta per cadere visto che moltissimi andranno di pirateria e grey keys, questo è sicuro. L'industria deve essere onesta e farsi una bella analisi di coscienza.

GAME DESIGN non è una fabbrica fordista... hanno proprio sbagliato e stanno cannibalizzando loro stessi.
Gnubbolo16 Settembre 2020, 18:34 #3
Europa Universalis completo 367,71€
Cities: Skylines completo 208,75€
Gary Grigsby's War in the West 73,99€

c'è qualcosa di bacato nel sistema. gary grisby lo posso capire, ma il resto..
[?]17 Settembre 2020, 01:18 #4
Originariamente inviato da: JuneFlower
Questa notizia è piuttosto vecchia ma è bene farla girare.
Devo dire che alcune cose sono vere, ma è anche vero che i designers sono peggiorati, specialmente per giochi per pc e quello che ha fatto valve steam games \sommergere il mercato di MTX e casino business di cui la prova è ad esempio CS Go (fatta da una marea di scommettitori incalliti) ma anche il modo con cui ha sostenuto un "semi"competitor in difficoltà come Blue Hole con il suo PUBG (ovvero vendendo le scatole con i vestitini prima e dopo il suo pseudo rilascio a dicembre 2017.. sono tutte prove di chi e come il mercato è cambiato.

Ma i giochi li devi fare bene, compatti, migliorare davvero cose al suo interno tra cui la tanto dimenticata AI. Non puoi mettermi dentro miriadi di MTX, e meccaniche che AD INSAPUTA del giocatore medio ed ignorante sono tutte cose che vanno a modificare proprio come il gioco è disegnato.

Le mtx influenzano il gioco perché non puoi dirmi che se disegni qualcosa da vendere allora non cerchi di adattarlo ad avere una funzione in gioco, sia un vestito o altro COMUNQUE influenzi il gioco, spendi per realizzare qualcosa quindi detrai forze e denaro da altre cose dove dovresti investire per rendereil gioco migliore.

L'industria del gaming sta per cadere visto che moltissimi andranno di pirateria e grey keys, questo è sicuro. L'industria deve essere onesta e farsi una bella analisi di coscienza.

GAME DESIGN non è una fabbrica fordista... hanno proprio sbagliato e stanno cannibalizzando loro stessi.


La pirateria su console non esiste da una vita...
mmorselli18 Settembre 2020, 18:11 #5
Il prezzo non viene mai fatto da chi vende, il prezzo lo fa chi compra. Se vendere al 10% in più fa vendere solo il 5% di copie in meno è giusto che vendano al 10% in più, perché è quello che faremmo tutti, oppure qui c'è qualcuno che se gli propongono un aumento di stipendio risponde "no, grazie, è troppo" ?

I prezzi non si alzano a piacere, se aumenti del 300% le vendite crollano del 99%. Non sono beni di prima necessità, sono giochi, dove per altro i 70 o 80 euro pagano solo il privilegio di giocarci qualche mese prima di chi li comprerà a metà del prezzo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^