Fortnite: più di dieci milioni hanno partecipato al concerto ''online''. Un fenomeno culturale?

Fortnite: più di dieci milioni hanno partecipato al concerto ''online''. Un fenomeno culturale?

Un evento mondiale che ha tenuto attaccati allo schermo più di dieci milioni di giocatori di Fortnite. DJ Marshmello ha permesso di capire quanto effettivamente il gioco della Epic Games sia sempre più fenomeno culturale. Non credete?

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Videogames
Fortnite
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxnaldo07 Febbraio 2019, 11:35 #11
ne parlano praticamente tutti, ma soprattutto tra i ragazzini adolescenti non si parla d'altro.

che tristezza
MorgaNet07 Febbraio 2019, 11:46 #12
Ma se a loro piace che problema vi da? Il fatto che non piaccia a voi non vuol dire che debba per forza essere cassato. Io non ci gioco, ma ci gioca mio figlio. MI piace l'idea che giochi ad un genere che tutto sommato apprezzo (ma non apprezzo Fortnite). Magari quando sarà più grande giocherà ad altro, sperando che giochi su PC e non su console, però a me non disturba Fortnite. Non valuto i giochi dalla grafica, ma dal divertimento che mi danno. Mio figlio si diverte e va bene così. Ovviamente questo trascende dal discorso di quante ore debba giocare un ragazzino (che è tutto un altro discorso).
maxnaldo07 Febbraio 2019, 11:59 #13
Originariamente inviato da: MorgaNet
Ma se a loro piace che problema vi da? Il fatto che non piaccia a voi non vuol dire che debba per forza essere cassato. Io non ci gioco, ma ci gioca mio figlio. MI piace l'idea che giochi ad un genere che tutto sommato apprezzo (ma non apprezzo Fortnite). Magari quando sarà più grande giocherà ad altro, sperando che giochi su PC e non su console, però a me non disturba Fortnite. Non valuto i giochi dalla grafica, ma dal divertimento che mi danno. Mio figlio si diverte e va bene così. Ovviamente questo trascende dal discorso di quante ore debba giocare un ragazzino (che è tutto un altro discorso).


dato che il genere piace anche a te allora sei contento che ci giochi anche tuo figlio ? Ok, benissimo, ognuno è libero di pensarla come gli pare, giustamente.

a me invece quel genere lì fa ca...re, e in generale tutto il multiplayer non mi piace, proprio perchè ti porta a giocare per molte ore di fila, una scimma sulla schiena che non riesci più a far scendere. E sinceramente questi giochi sono veramente penosi sui contenuti, spesso inesistenti.

io a mia figlia ho insegnato a giocare a Minecraft.
Erunoèr07 Febbraio 2019, 12:16 #14
mah,
ho 31 anni e non riesco proprio a capire il successo di questo giochetto.
Secondo me il motivo principale è una generale ignoranza informatica da parte dei millenials.
Gioco praticamente da quando ho memoria e fin dal principio i principali motivi che mi spingono a provare nuovi videogame sono l'innovazione grafica (che ovviamente ha comportato nel corso degli anni diversi investimenti in HW dedicato) , le dinamiche di gioco e la trama.
Questo gioco non ha apportato nessuna innovazione su queste tematiche, anzi tutt'altro, eppure è giocato da una consistente mandria di pecore.
Fosse uscito 15 anni fa avrebbe avuto un suo perchè, ma al giorno d'oggi mi pare proprio senza senso.
MorgaNet07 Febbraio 2019, 12:17 #15
Originariamente inviato da: maxnaldo
dato che il genere piace anche a te allora sei contento che ci giochi anche tuo figlio ? Ok, benissimo, ognuno è libero di pensarla come gli pare, giustamente.

a me invece quel genere lì fa ca...re, e in generale tutto il multiplayer non mi piace, proprio perchè ti porta a giocare per molte ore di fila, una scimma sulla schiena che non riesci più a far scendere. E sinceramente questi giochi sono veramente penosi sui contenuti, spesso inesistenti.

io a mia figlia ho insegnato a giocare a Minecraft.



Mio figlio gioca anche a Minecraft.
A parte che Minecraft volendo ha anch'esso una parte competitiva (in svariate mod) e che anch'esso potenzialmente può richiedere ore e ore di gioco, ribadisco il concetto: che male vi fa?
Contenuti?
Di che contenuti parli?
Tu giochi a giochi che hanno particolari contenuti?
Io ho giocato ad una infinità di giochi di tutti i tipi in gioventù, ma i contenuti li ho cercati nei libri che leggevo\leggo o nei programmi tv che guardavo. Nei giochi io ci cerco il divertimento.
Ho giocato a simulazioni, a fps, a sportivi, a manageriali, a singla player e multiplayer. Un po' di tutto.
Adesso, a 44 anni suonati, che contenuti ho avuto dai videogiochi? 0 spaccato.
Non ho imparato cos'era la guerra grazie a COD.
Non sono diventato scienziato con Xcom
I giochi devono DIVERTIRE. Sono giochi.
L'educazione (quindi il buon comportamento nei giochi competitivi) ai miei figli l'ho insegnato io, non il gioco in sè.
MorgaNet07 Febbraio 2019, 12:28 #16
Originariamente inviato da: Erunoè
mah,
ho 31 anni e non riesco proprio a capire il successo di questo giochetto.
Secondo me il motivo principale è una generale ignoranza informatica da parte dei millenials.
Gioco praticamente da quando ho memoria e fin dal principio i principali motivi che mi spingono a provare nuovi videogame sono l'innovazione grafica, le dinamiche di gioco e la trama.
Questo gioco non ha apportato nessuna innovazione su queste tematiche, anzi tutt'altro, eppure è giocato da una consistente mandria di pecore.
Fosse uscito 15 anni fa avrebbe avuto un suo perchè, ma al giorno d'oggi mi pare proprio senza senso.


L'innovazione grafica non fa il bel gioco. Certo, ne può aumentare l'appeal, ma non fa il bel gioco.
Le dinamiche possono fare il bel gioco, ma questo è un parametro oggettivo. Se la gente si diverte a giocare un Battle Royale con costruzioni annesse, si vede che lo trovano divertente.
La trama è una componente che può esserci o non esserci. Galaga non ha una trama ed è uno dei giochi più belli di sempre.
Bobble Bobble ha una trama minima ed è altrettanto bello.
Team Fortress non ha una gran trama, eppure è divertente.
Resident Evil 2 ha una grossa trama, ma le meccaniche non sono chissà cosa, eppure è bello.

Ribadisco che per me il gioco deve divertire. Se diverte va bene così. Se a me non piace, non è detto che sia il gioco che è brutto
Erunoèr07 Febbraio 2019, 12:51 #17
Originariamente inviato da: MorgaNet
L'innovazione grafica non fa il bel gioco. Certo, ne può aumentare l'appeal, ma non fa il bel gioco.
Le dinamiche possono fare il bel gioco, ma questo è un parametro oggettivo. Se la gente si diverte a giocare un Battle Royale con costruzioni annesse, si vede che lo trovano divertente.
La trama è una componente che può esserci o non esserci. Galaga non ha una trama ed è uno dei giochi più belli di sempre.
Bobble Bobble ha una trama minima ed è altrettanto bello.
Team Fortress non ha una gran trama, eppure è divertente.
Resident Evil 2 ha una grossa trama, ma le meccaniche non sono chissà cosa, eppure è bello.

Ribadisco che per me il gioco deve divertire. Se diverte va bene così. Se a me non piace, non è detto che sia il gioco che è brutto


Se e quando avrò un figlio mi chiederà di giocare a minecraft, gli regalerò un sacco di malta e dei mattoni coi quali dovrà murare acceso il pc
I videogiochi da "salagiochi" mi hanno sempre fatto abbastanza ** perchè li considero una perdita di tempo. Invece giochi che mi hanno letteralmente ammaliato al pari di un buon libro o di un bel film sono ad es. Fear, bioshok, mass effect, Metro 2033, GTA, rogue spear, half life, stalker, fallout, o andando ancora più indietro le saghe di star wars tipo rebel assoult, sam & max, Monkey Island, Indiana Jones (grazie papà, ma anche sparatutto tipo Quake doom, cs e wolfenstein:
ok, avevano 0 trama, ma erano e sono giochi immediati nei quali respawni subito e bene o male li giochi attivamente, al contrario di un battle royal dove passi un sacco di tempo a lootare oggetti e a guardare altri giocare che secondo me è la cosa più idiota che possa esistere nel mondo dei videogiochi.
maxnaldo07 Febbraio 2019, 14:06 #18
Originariamente inviato da: MorgaNet
Mio figlio gioca anche a Minecraft.
A parte che Minecraft volendo ha anch'esso una parte competitiva (in svariate mod) e che anch'esso potenzialmente può richiedere ore e ore di gioco, ribadisco il concetto: che male vi fa?
Contenuti?
Di che contenuti parli?
Tu giochi a giochi che hanno particolari contenuti?
Io ho giocato ad una infinità di giochi di tutti i tipi in gioventù, ma i contenuti li ho cercati nei libri che leggevo\leggo o nei programmi tv che guardavo. Nei giochi io ci cerco il divertimento.
Ho giocato a simulazioni, a fps, a sportivi, a manageriali, a singla player e multiplayer. Un po' di tutto.
Adesso, a 44 anni suonati, che contenuti ho avuto dai videogiochi? 0 spaccato.
Non ho imparato cos'era la guerra grazie a COD.
Non sono diventato scienziato con Xcom
I giochi devono DIVERTIRE. Sono giochi.
L'educazione (quindi il buon comportamento nei giochi competitivi) ai miei figli l'ho insegnato io, non il gioco in sè.


per contenuti intendo contenuti di gioco, ma di che stai parlando tu ? Educazione ? Scienza ? Storia ?

guarda che per contenuti in un gioco si intendono cose come personaggi, storia, quests, interazioni, locations, mondo di gioco, ecc...

fortnite e simili = contenuti 0
entri in una mappa nemmeno tanto grande e cominci a sparare agli altri, fine. Poi ci hanno infilato la ca...ta di craftare qualche cosa, che significa solamente costruirsi pareti tutto intorno per non farsi colpire, e la scemenza dei balletti.
Veramente un bellissimo e stupendissimo gioco.
maxnaldo07 Febbraio 2019, 14:12 #19
Originariamente inviato da: Erunoè
Se e quando avrò un figlio mi chiederà di giocare a minecraft, gli regalerò un sacco di malta e dei mattoni coi quali dovrà murare acceso il pc
I videogiochi da "salagiochi" mi hanno sempre fatto abbastanza ** perchè li considero una perdita di tempo. Invece giochi che mi hanno letteralmente ammaliato al pari di un buon libro o di un bel film sono ad es. Fear, bioshok, mass effect, Metro 2033, GTA, rogue spear, half life, stalker, fallout, o andando ancora più indietro le saghe di star wars tipo rebel assoult, sam & max, Monkey Island, Indiana Jones (grazie papà, ma anche sparatutto tipo Quake doom, cs e wolfenstein:
ok, avevano 0 trama, ma erano e sono giochi immediati nei quali respawni subito e bene o male li giochi attivamente, al contrario di un battle royal dove passi un sacco di tempo a lootare oggetti e a guardare altri giocare che secondo me è la cosa più idiota che possa esistere nel mondo dei videogiochi.


megamitch07 Febbraio 2019, 14:25 #20
Originariamente inviato da: Erunoè
mah,
ho 31 anni e non riesco proprio a capire il successo di questo giochetto.
Secondo me il motivo principale è una generale ignoranza informatica da parte dei millenials.
Gioco praticamente da quando ho memoria e fin dal principio i principali motivi che mi spingono a provare nuovi videogame sono l'innovazione grafica (che ovviamente ha comportato nel corso degli anni diversi investimenti in HW dedicato) , le dinamiche di gioco e la trama.
Questo gioco non ha apportato nessuna innovazione su queste tematiche, anzi tutt'altro, eppure è giocato da una consistente mandria di pecore.
Fosse uscito 15 anni fa avrebbe avuto un suo perchè, ma al giorno d'oggi mi pare proprio senza senso.


Scusa ma la tua è proprio una affermazione snob, chi sei tu per dare della "pecora" a chi gioca a Fortnite ?

A me fa pena il gioco, ma non si può non riconoscerne il successo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^