F1, il nuovo circuito di Miami? Eccolo in Assetto Corsa

F1, il nuovo circuito di Miami? Eccolo in Assetto Corsa

Assetto Corsa di Kunos Simulazioni rappresenta uno strumento validissimo per visionare in anteprima il nuovo circuito di Formula 1 che farà il suo debutto nel campionato del mondo della prossima stagione

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Videogames
F1Kunos Simulazioni
 

In occasione dell'ultimo weekend di gara a Imola, la FIA (Federazione Internazionale dell'Automobile) ha annunciato una nuova corsa per il campionato del mondo di Formula 1 del 2022. Si tratta di un circuito cittadino che si snoda attorno all'iconico Hard Rock Stadium di Miami. L'organizzazione della Formula 1 ha usato Assetto Corsa per fornirci un'anteprima del nuovo tracciato. Eccola.

Sebbene normalmente Assetto Corsa utilizzi circuiti riprodotti con tecniche di Laserscan, in modo da rendere nella maniera più fedele possibile qualsiasi tipo di sconnessione e anomalia, in questo caso ci troviamo al cospetto di una mod, comunque ottimamente realizzata. Assetto Corsa, insieme a rFactor 2, è l'unica simulazione di guida a supportare mod di questo tipo.

Leggi anche: F1 2021 ufficiale, il primo per Electronic Arts: ecco la data di rilascio

Il Gran Premio della Florida sarà il secondo negli Stati Uniti, dopo quello ad Austin, in Texas. Inoltre, non è la prima volta che la Formula 1 si serve di un videogioco per promuovere il GP appena annunciato: guardate l'immagine con cui è stato presentato sui social: richiama il mitico GTA Vice City, ambientato in una città fittizia ispirata proprio da Miami.

Seguiteci anche su Instagram per foto e video in anteprima!

Miami Grand Prix

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dontbeevil26 Aprile 2021, 09:24 #1
Causa da parte di rockstar in arrivo?
elgabro.26 Aprile 2021, 09:39 #2
Tecnicamente parlando è scadente sto circuito, troppi tornanti e curve lente.
LORENZ026 Aprile 2021, 13:27 #3
Originariamente inviato da: elgabro.
Tecnicamente parlando è scadente sto circuito, troppi tornanti e curve lente.


A me la prima parte non dispiace, la seconda metà la trovo, invece, orribile.
Inoltre è troppo lungo.
schwalbe26 Aprile 2021, 14:02 #4
Io trovo un controsenso nei curvoni rettilineo tra muretti.
No a Imola vecchio circuito, poi li fanno a Melbourne, ..., Baku, Imola e qua.
Ok che non capita quasi mai niente, ma una rottura o un aggancio è sempre possibile. Bottas e Russel, ultimo GP, ne è la dimostrazione.
Mah!
cronos199026 Aprile 2021, 14:06 #5
Originariamente inviato da: schwalbe
Io trovo un controsenso nei curvoni rettilineo tra muretti.
No a Imola vecchio circuito, poi li fanno a Melbourne, ..., Baku, Imola e qua.
Ok che non capita quasi mai niente, ma una rottura o un aggancio è sempre possibile. Bottas e Russel, ultimo GP, ne è la dimostrazione.
Mah!
C'è di mezzo il discorso finanziamenti, oltre a quello della sicurezza. Quanto a Imola, bisogna pur sempre ricordare chi ci è morto, e quello è ha prodotto uno strascico che non si dimentica facilmente e ha avuto il suo peso su certe decisioni per molto tempo.
ninja75026 Aprile 2021, 14:19 #6
Originariamente inviato da: elgabro.
Tecnicamente parlando è scadente sto circuito, troppi tornanti e curve lente.


i migliori rimangono quelli storici non i tilktodromi disegnati col pennarello
Titanox226 Aprile 2021, 14:55 #7
Originariamente inviato da: elgabro.
Tecnicamente parlando è scadente sto circuito, troppi tornanti e curve lente.


come la maggior parte dei circuti di F1
schwalbe26 Aprile 2021, 17:47 #8
Originariamente inviato da: cronos1990
C'è di mezzo il discorso finanziamenti, oltre a quello della sicurezza. Quanto a Imola, bisogna pur sempre ricordare chi ci è morto, e quello è ha prodotto uno strascico che non si dimentica facilmente e ha avuto il suo peso su certe decisioni per molto tempo.

Sì, però con le macchine e caschi degli anni seguenti, Roland e Ayrton non sarebbero morti, ancor di più con le attuali.
Senza contare i gravi infortuni di Wendlinger (in coma e mai ripresa l'attività, Lamy (saltato tutta la stagione), Alesi, Barrichello, Montermini che hanno saltato qualche GP.
Erano le auto, non i circuiti.
Ma hanno fatto scempio dei circuiti storici per, poi, arrivare a farli correre, decenni dopo, addirittura in curvoni-rettilineo in cittadini o come Imola togliendo la variante bassa.
Bisogna anche dire che Imola, nel '94, aveva presentato un bel progetto per ampliare le zone di fuga, ma i Verdi bocciarono tutto e non vollero sentire alcuna ragione, e condannarono il circuito al pessimo layout seguente in cui non si vide più un sorpasso.
mrk-cj9430 Aprile 2021, 04:25 #9
Originariamente inviato da: schwalbe
Sì, però con le macchine e caschi degli anni seguenti, Roland e Ayrton non sarebbero morti, ancor di più con le attuali.
Senza contare i gravi infortuni di Wendlinger (in coma e mai ripresa l'attività, Lamy (saltato tutta la stagione), Alesi, Barrichello, Montermini che hanno saltato qualche GP.
Erano le auto, non i circuiti.
Ma hanno fatto scempio dei circuiti storici per, poi, arrivare a farli correre, decenni dopo, addirittura in curvoni-rettilineo in cittadini o come Imola togliendo la variante bassa.
Bisogna anche dire che Imola, nel '94, aveva presentato un bel progetto per ampliare le zone di fuga, ma i Verdi bocciarono tutto e non vollero sentire alcuna ragione, e condannarono il circuito al pessimo layout seguente in cui non si vide più un sorpasso.

1) mah anche i circuiti avevano le loro gatte da pelare (peraltro giusto nell'ultimo GP una piccola valutazione sbagliata di Russell per poco non genera una tragedia... e qua la responsabilità va soprattutto alla pista visto che la non-curva tra la 1 e la 2 ha la carreggiata troppo stretta e manca di cordolo all'esterno)... le auto erano già parecchio solide nel 1994 (ho appena visto un video di Briatore postImola 1994 con Zermiani in cui Flavio dice che ci sono stati diversi grossi incidenti da inizio anno e in alcuni di essi l'auto ne è uscita pressochè intera mentre il pilota aveva subito un infortunio... uno dei problemi ad esempio era il gran movimento del collo dei piloti, infatti un decennio dopo hanno aggiunto sul retro dei caschi due ganci dotati di cordicelle che tengono il casco del pilota vicino alla vettura per stabilizzarlo e tenerlo fermo in caso di impatto con grande forza G e movimento laterale)
2) vero
LORENZ001 Maggio 2021, 16:19 #10
Originariamente inviato da: cronos1990
C'è di mezzo il discorso finanziamenti, oltre a quello della sicurezza. Quanto a Imola, bisogna pur sempre ricordare chi ci è morto, e quello è ha prodotto uno strascico che non si dimentica facilmente e ha avuto il suo peso su certe decisioni per molto tempo.


Esatto. Temo che Imola non tornerà mai più ad ospitare la Formula Uno...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^