Deep Silver: Homefront The Revolution stupirà molte persone

Deep Silver: Homefront The Revolution stupirà molte persone

Secondo il CEO, Klemens Kundratitz, saranno in molti a stupirsi della qualità offerta dal gioco, nonostante le numerose sfide che Dambuster Studio ha dovuto affrontare.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 07:01 nel canale Videogames
Koch Media
 

Secondo il CEO di Deep Silver, Klemens Kundratitz, saranno in molti a stupirsi della qualità offerta da Homefront: The Revolution, nonostante le numerose sfide che il gioco ha dovuto affrontare durante il suo ciclo di sviluppo presso Dambuster Studio.

“Da adesso a quest'estate Homefront sarà il nostro unico pensiero. Sorprenderemo molte persone con la qualità offerta dal prodotto finale. Abbiamo sostenuto alcune sfide lungo il percorso, ma siamo determinati a rendere Homefront una proprietà intellettuale molto riconosciuta nell’ambito del genere shooter”, ha commentato Kundratitz sull’ultimo numero del magazine MCV. “Il gioco propone una parte single-player davvero profonda e immersiva, affiancata da una co-op unica nel suo genere e molto divertente”.

Nome immagine

Lo sviluppo di Homefront: Revolution è iniziato presso la divisione britannica di Crytek e sotto l’etichetta di THQ. Dopo il cambio al volante la produzione ha cambiato decisamente volto, passando da una campagna lineare ad un contesto open-world ed eliminando la componente multiplayer competitiva che era invece presente nel primo capitolo della serie. Crytek ha venduto la proprietà intellettuale di Homefront a Kock Media, dopo aver attraversato difficoltà finanziarie nel corso del 2014. Vi ricordiamo che il lancio rimane pianificato per il 20 maggio 2016 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^