Cyberpunk 2077 anche su Stadia dal day one. Tra i veicoli c'è una Porsche 911 Turbo

Cyberpunk 2077 anche su Stadia dal day one. Tra i veicoli c'è una Porsche 911 Turbo

Abbiamo seguito l'ultimo Night City Wire di CD Projekt RED per scoprire cosa ci attende il prossimo 19 novembre, quando metteremo le mani su Cyberpunk 2077. Il nuovo appuntamento è dedicato ai veicoli e agli stili di Night City, con l'annuncio di due ambiziose partnership. Tra i protagonisti c'è anche Stadia.

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Videogames
CD Projekt Red
 

Il team di CD Projekt RED torna ad aggiornarci sulle novità che vedremo nel suo Cyberpunk 2077, uno dei giochi più attesi dell'anno - recentemente entrato in fase Gold.

L'ultimo episodio della rubrica Night City Wire è dedicato ai veicoli che potremo utilizzare nella futuristica metropoli, così come allo stile che potremo affibbiare al nostro o alla nostra V. Inoltre, ci sono ottime notizie per gli utenti di Google Stadia.

Cyberpunk 2077: i veicoli e gli stili di Night City

Come potevamo osservare nei primi trailer del gioco, Cyberpunk 2077 offrirà un'ampia gamma di veicoli a due e quattro ruote con cui spostarsi all'interno del mondo di gioco. Tra le selvagge Badlands e la caotica Night City entreremo in contatto con diverse tipologie di auto e motociclette, a cui saranno associati determinati brand e differenti livelli di prestazioni.

Troveremo cinque principali categorie di veicoli. Partiremo da Economy, dove marchi come Makigai e Archer ci introdurranno a una serie di mezzi non particolarmente vistosi, ma che risulteranno agili e piuttosto affidabili tanto sull'asfalto quanto sullo sterrato. La gamma Executive, invece, include auto extra-lusso per i palati più raffinati e per chi è in cerca delle ultime novità sul fronte tecnologico.

Heavy Duty è la categoria dedicata i veicoli industriali e ai mezzi più robusti che potremo trovare a Night City. Come suggerisce il nome, Sport coincide con i bolidi più veloci del gioco, le auto perfette per chi vorrà ingegnarsi con un po' di sano tuning o per gli aspiranti piloti di corse clandestine. Dulcis in fundo, le Hypercars rappresentano la punta di diamante del parco auto di Cyberpunk 2077: costosissime, solide e ultra-veloci.

Per ciascuno di questi veicoli, CD Projekt RED ha inviato i suoi designer su circuiti del 'mondo reale' per registrare i suoni dei suoi veicoli virtuali. Con un lavoro a dir poco maniacale, il team di sviluppo ha registrato i suoni prodotti da diverse tipologie di automobili e motociclette, utilizzando diversi microfoni per acquisire in maniera accurata ogni sfumatura di suono.

Come spiega Paul Dalessi, Senior Vehicle Artist della software house polacca, in Cyberpunk 2077 sarà possibile partecipare a una serie di gare in diverse location del mondo di gioco. Come suggerisce lo stesso Dalessi, dovremo essere sempre pronti all'azione: "Non importa dove gareggerai, dovrai portarti un'arma".

Tra i protagonisti dell'ultimo episodio di Night City Wire troviamo anche la moda. Nella megalopoli del 2077 potremo personalizzare il look del nostro alter ego scegliendo tra quattro diversi stili.

Il movimento alternativo dei Kitsch (Style over substance), rappresentato da colori sgargianti e vivaci, si oppone alla praticità dello stile Entropism (Necessity over style), tipico degli abitanti delle Badlands. Di tutt'altra stoffa è lo stile Neo-Militarism (Substance over style) tipico delle corporazioni, austero ed elegante, così come il Neo-Kitsch, il più 'giovane' dei quattro stili, scintillante e semplicemente esagerato.

Le collaborazioni con Porsche e Arch Motorycle

Durante l'ultima presentazione di Cyberpunk 2077, CD Projekt RED ha annunciato due importanti collaborazioni che hanno portato alla creazione di esclusivi contenuti per l'atteso gioco di ruolo.

porsche-911-turbo

La prima partnership vede protagonista Porsche, che ha messo a disposizione la sua intramontabile 911 Turbo, lanciata nel 1974. Sarà presente all'interno del gioco come veicolo unico e guidabile, ma, soprattutto, sarà l'auto di Johnny Silverhand.

In Cyberpunk 2077 la Porsche 911 Turbo manterrà il classico aspetto del 1977, con qualche piccola aggiunta per adattarla, un secolo dopo, al futuristico mondo di Night City.

"Johnny è una leggenda dell'universo Cyberpunk. Quando pensavamo al tipo di macchina che avrebbe guidato per le strade di Night City, sapevamo che avrebbe dovuto essere una macchina leggendaria quanto lui. Avendo in mente la storia di Johnny ed essendo noi stessi grandi fan di Porsche, la risposta non poteva che essere la classica 911 Turbo", ha spiegato Paweł Mielniczuk, Art Director dei personaggi, armi e veicoli di CD Projekt RED.

cyberpunk 2077 arch moto

A proposito di Johnny Silverhand, la seconda collaborazione coinvolge Keanu Reeves - che, ricordiamo, presterà volto e voce al co-protagonista del gioco - il collega Gard Hollinger e la loro Arch Motorcycle, azienda produttrice di motociclette. Le creazioni della Arch saranno presenti in Cyberpunk 2077 come veicoli utilizzabili, con l'approvazione del buon Silverhand.

Cyberpunk 2077 disponibile su Google Stadia dal 19 novembre

La 'one more thing' dell'ultimo Night City Wire riguarda Google Stadia. La piattaforma di cloud gaming del colosso di Mountain View accoglierà Cyberpunk 2077 prima del previsto: il gioco sarà disponibile su Stadia già dal day one, ovvero il 19 novembre 2020.

"CD Projekt RED è noto per lo sviluppo di alcuni dei giochi più grandi e migliori mai creati e Cyberpunk 2077 sarà sicuramente il gioco più atteso degli ultimi anni. Siamo entusiasti di annunciare che Cyberpunk 2077 sarà disponibile su Stadia 19 novembre. Cyberpunk 2077 su Stadia consentirà ai giocatori di giocare sui loro schermi preferiti e non dovranno mai aspettare un download o un'installazione per entrare ed esplorare le profondità di Night City", ha dichiarato Shanna Preve, Managing Director, Stadia Partnerships.

Ricordiamo che Cyberpunk 2077 uscirà il 19 novembre su PC, Xbox One, PlayStation 4 e, per l'appunto, per Stadia. Il gioco approderà anche su Xbox Series X e PlayStation 5, con una patch gratuita in programma per il 2021 per il supporto all'hardware di nuova generazione.

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MikTaeTrioR16 Ottobre 2020, 10:53 #1
Stadia risolverebbe completamente uno dei piu grossi problemi del multiplayer: il cheating!!

renderebbe piu reale questa realtà virtuale, con tutte le conseguenze del caso...premi in denaro per esempio.
TorettoMilano16 Ottobre 2020, 10:55 #2
Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
Stadia risolverebbe completamente uno dei piu grossi problemi del multiplayer: il cheating!!

renderebbe piu reale questa realtà virtuale, con tutte le conseguenze del caso...premi in denaro per esempio.


su console non mi sembra ci sia questo problema
DukeIT16 Ottobre 2020, 11:00 #3
Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
Stadia risolverebbe completamente uno dei piu grossi problemi del multiplayer: il cheating!!

renderebbe piu reale questa realtà virtuale, con tutte le conseguenze del caso...premi in denaro per esempio.

Premi in denaro? In un gioco? E da dove tirerebbero fuori il denaro?
Ma esistono giochi con premi in denaro?
TorettoMilano16 Ottobre 2020, 11:09 #4
Originariamente inviato da: DukeIT
Premi in denaro? In un gioco? E da dove tirerebbero fuori il denaro?
Ma esistono giochi con premi in denaro?


penso per i ccg (card collecting games) sia cosa normale. mi vengono in mente hearthstone e magic
Pino9016 Ottobre 2020, 11:15 #5
Originariamente inviato da: DukeIT
Premi in denaro? In un gioco? E da dove tirerebbero fuori il denaro?
Ma esistono giochi con premi in denaro?


In passato ho partecipato a diversi tornei di Starcraft 2 e Dota 2 con premi in denaro.
demon7716 Ottobre 2020, 11:20 #6
Originariamente inviato da: MikTaeTrioR
premi in denaro per esempio.


Penso entrerebbe a buon diritto nella categoria "gioco d'azzardo" con tutte le restrizioni e complicanze legali del caso.


Originariamente inviato da: Pino90
In passato ho partecipato a diversi tornei di Starcraft 2 e Dota 2 con premi in denaro.


Riferito a quanto ho accennato qui sopra, il torneo è una cosa differente.
Se per premi in denaro si intende mi tornei tra utenti è un conto.. non deve però diventare una sorta di sommessa.

Ricordo che era scoppiato un caso non da poco per un giro di scommesse clandestine legato a tornei di CS GO.
TorettoMilano16 Ottobre 2020, 11:35 #7
Originariamente inviato da: demon77
Penso entrerebbe a buon diritto nella categoria "gioco d'azzardo" con tutte le restrizioni e complicanze legali del caso.


giocare a soldi non significa giocare d'azzardo. se online prendo un gratta e vinci o gioco a una lotteria è gioco d'azzardo, se partecipo a un evento di abilità (esport) con premi in denaro allora non è gioco di azzardo
DukeIT16 Ottobre 2020, 11:43 #8
Originariamente inviato da: TorettoMilano
giocare a soldi non significa giocare d'azzardo. se online prendo un gratta e vinci o gioco a una lotteria è gioco d'azzardo, se partecipo a un evento di abilità (esport) con premi in denaro allora non è gioco di azzardo

Dipende, se i premi li mette in palio qualcuno non è gioco d'azzardo, ma se devi pagare una quota, allora ho paura di si.

Oltre al fatto che se questo diventasse una regola del multiplayer di questo gioco, molti se ne allontanerebbero (non ho alcun interesse a pagare per fare una partita).
TorettoMilano16 Ottobre 2020, 11:48 #9
Originariamente inviato da: DukeIT
Dipende, se i premi li mette in palio qualcuno non è gioco d'azzardo, ma se devi pagare una quota, allora ho paura di si.


se leggi le defizioni di "gioco d'azzardo" si parla prettamente di vincite dovute totalmente/quasi totalmente al caso.
se pago una quota per un torneo d'abilità non è gioco d'azzardo.
se pago una quota per un gratta e vinci è gioco d'azzardo

poi ci sono casi non chiari tipo il poker in cui, non potendo definire con precisione la % di abilità, non si può dare una definizione totalmente corretta
MikTaeTrioR16 Ottobre 2020, 11:48 #10
Originariamente inviato da: TorettoMilano
su console non mi sembra ci sia questo problema


Finche il gioco gira sul client il problema può esserci.

Senza alcuna possibilità di cheating diventa pensabile iscriversi a contest online pagando un iscrizione che poi andrebbe a generare il premio finale.

Nel poker online casino online ecc questo è possibile proprio perchè sul client non gira nulla e imbrogliare è praticamente impossibile.

Certo anche nella realtà c'è chi imbroglia con doping ecc e anche con giochi in remoto esisterà sempre una remota possibilità di hacking/cheating ma abbastanza piccola da permettere la fiducia.

Oggi basta installare il programmino giusto e anche un bambino di 5 anni puo usare i cheats.


Per non parlare del fatto che una qualunque cryptovaluta sarebbe perfetta per questo scopo, eliminerebbe anche la necessità di doversi fidare ad utilizzare carta di credito o simili, potrebbero nascere servizi di premio completamente decentralizzati: partecipo alla partita X sul servizio Y pagango TOT, il servizio Y a fine partita pubblicherà il vincitore, il servizio di premio leggerà informazione e distribuirà il premio come prestabilito, tutto automatico, nessun intermediario, il servizio premio, incasando una certa percentuale avrebbe solo intesse a funzionare correttamente e senza problemi.

Sinceramente credo sia cosi che si prospetti il futuro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^