Coronavirus: EA non andrà alla GDC e dispone il telelavoro in Italia

Coronavirus: EA non andrà alla GDC e dispone il telelavoro in Italia

Come altre importanti aziende, Electronic Arts rinuncia all'evento più importante dell'anno per gli sviluppatori di videogiochi. Inoltre, ci sono predisposizioni specifiche per i dipendenti italiani

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Electronic Arts ha annunciato ufficialmente che non parteciperà alla Game Developers Conference 2020, il principale evento dell'anno per gli sviluppatori di videogiochi. Quella di EA sarà una partecipazione limitata nell'ottica di proteggere il più possibile il proprio staff rispetto all'epidemia in corso di Coronavirus (COVID-19).

EA conta circa 9 mila impiegati in tutto il mondo e ha adottato una serie di accortezze per esporli il meno possibile al contagio e, tra queste, ha ridotto i viaggi. "Limiteremo la nostra presenza alla Game Developers Conference (GDC) di San Francisco, dal 16 al 20 marzo" si legge in una lettera inoltrata da Mala Singh, capo delle risorse umane, ai dipendenti di EA. "Stiamo annullando la nostra partecipazione agli eventi GDC ufficiali perché è opportuno che i dipendenti non si rechino a San Francisco quest'anno. Per le riunioni che si terranno al di fuori della sede dell'evento, valuteremo su base specifica se partecipare".

Game Developers Conference

Electronic Arts non è la prima azienda ad annunciare la rinuncia alla GDC: l'hanno preceduta Sony, Facebook e Oculus. Le aziende giapponesi, come Capcom, Square Enix e Kojima Productions, hanno già comunicato che non parteciperanno alla fiera.

Inoltre, EA sta predisponendo dei piani di limitazione degli spostamenti dei suoi dipendenti anche per le sedi esterne agli Stati Uniti. "Oltre al team EA China, i dipendenti dei nostri uffici in Corea del Sud e in Italia stanno ora lavorando da casa in linea con le direttive locali emanate in seguito ai casi di esposizione riscontrati in questi territori" si legge ancora nella lettera della Singh. Electronic Arts ha la sua sede italiana a Milano, a pochi passi dal Duomo.

La Legge n°81 del 22 maggio 2017 regola lo Smart Warking in Italia: l'abbiamo esaminata nei giorni scorsi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pabloski27 Febbraio 2020, 12:59 #1
Come scrivevo sull'altra news riguardo Tesla e la Germania. Il telelavoro si può fare. E' banale implementarlo coi mezzi che già abbiamo. Solo che ci voleva l'apocalisse per far svegliare quegli sveglioni dei "managers".

Per il prossimo futuro, possiamo sperare che il telelavoro non verrà riaffossato appena passa la paura della pandemia?
matrix8327 Febbraio 2020, 13:10 #2
Si va guardate che sono tutti in telelavoro da una settimana, almeno le aziende serie a milano. Non è mica una cosa speciale.
tolwyn27 Febbraio 2020, 13:38 #3
Originariamente inviato da: pabloski

Per il prossimo futuro, possiamo sperare che il telelavoro non verrà riaffossato appena passa la paura della pandemia?


a naso non credo proprio
Titanox227 Febbraio 2020, 14:04 #4
tanto EA non ha nulla da annunciare...

Battlefield è agonizzante
Star wars dei dice è morto
Star wars dei respawn è appena uscito
Nfs è morto
Fifa 21 è presto
Titanfall è morto

Gli altri "giochi" non meritano di essere nemmeno nominati
Steve Grow27 Febbraio 2020, 15:18 #5
Originariamente inviato da: pabloski
Come scrivevo sull'altra news riguardo Tesla e la Germania. Il telelavoro si può fare. E' banale implementarlo coi mezzi che già abbiamo. Solo che ci voleva l'apocalisse per far svegliare quegli sveglioni dei "managers".

Per il prossimo futuro, possiamo sperare che il telelavoro non verrà riaffossato appena passa la paura della pandemia?


In Italia la vedo dura, manca la mentalità. Un po per paura che chi sta a casa non lavori, per carità con certe persone anche giustamente, ma esistono sempre le scadenze da rispettare, un pò perché altrimenti a chi cagano il cazzo?
Madcrix27 Febbraio 2020, 16:45 #6
Personalmente lavoro da casa da anni, anche se ogni tanto devo spostarmi temporaneamente per determinati progetti o meetings.
Gli uffici costano e probabilmente almeno il 50% dei lavoratori in ufficio potrebbe lavorare tranquillamente da casa risparmiando tempo e denaro.
Folle che serva una pandemia per spingere il progresso in Italia...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^