Bannato nel gioco online, minaccia di uscire e infettare tutti con il Coronavirus: giovane italiano denunciato

Bannato nel gioco online, minaccia di uscire e infettare tutti con il Coronavirus: giovane italiano denunciato

Un giovane italiano delle Marche è stato denunciato per procurato allarme dopo aver minacciato di "uscire e infettare tutti" se il gestore del gioco online non avesse rimosso il suo ban. Coinvolta anche l'FBI.

di pubblicata il , alle 11:11 nel canale Videogames
 

"Esco di casa e infetto mezzo mondo". Un giocatore italiano è stato denunciato per procurato allarme dal Compartimento Polizia Postale delle Comunicazioni per le Marche in collaborazione con il CNAIPIC (Centro Nazionale Anticrimine Informatico e per la Protezione delle Infrastrutture Critiche). A riportare la notizia è lo stesso CNAIPIC, che spiega di aver denunciato il giovane per aver pubblicato in rete la minaccia di infettare "un gran numero di persone se non gli avessero rinnovato gratuitamente l'abbonamento online ad un gioco di ruolo".

Il ragazzo, che nel gioco online usava il nickname "Kaiser Soze", ha pubblicato il seguente messaggio (i refusi sono opera del giovane…): "toglietemi sto cavolo di ban altrimenti chiudo per sempre il mio aka. sono a casa in quarantena e nn posso nemmeno giocare..... o me lo riaprite istant o esco e infetto mezzo mondo sappiatelo".

Alla luce della gravità del fatto la società titolare della piattaforma informatica si è rivolta all'FBI (Federal Bureau of Investigation) che, dopo aver acquisito dalla software house americana i dati di registrazione dell'utente ed aver verificato che si trattava di un italiano, li trasmetteva al Centro Nazionale Anticrimine Informatico e per la Protezione delle Infrastrutture Critiche della Polizia Postale.

"Le indagini, di altissima complessità informatica, trattandosi di sistemi di anonimizzazione utilizzati per la navigazione, hanno consentito di accertare che i collegamenti erano stati eseguiti attraverso una connessione proveniente dalle Marche. Le ulteriori, contestuali approfondite indagini tecniche e tradizionali, hanno permesso di verificare che l'account non era in uso al soggetto registrato, ma bensì un altro soggetto, reale utilizzatore della piattaforma di gioco. Il giovane, visti gli elementi raccolti a suo carico, veniva deferito all'Autorità Giudiziaria per procurato allarme".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino04 Aprile 2020, 11:18 #1
"altissima complessità informatica"
Seriamente?


Comunque la cura per il disturbo che affligge questo ragazzo, sono i calci in cul0, 3 volte al giorno, prima dei pasti.
zappy04 Aprile 2020, 11:23 #2
Originariamente inviato da: Ragerino
...Comunque la cura per il disturbo che affligge questo ragazzo, sono i calci in cul0, 3 volte al giorno, prima dei pasti.

io direi piuttosto spalare 300 kg di merda al giorno per un mese in un allevamento di suini.
nx-9904 Aprile 2020, 11:43 #3
Sono notizie come queste che mi rende difficile comprendere perché vogliono salvare tutti.
Ma alla fine l'hanno tolto il ban ?
Giouncino04 Aprile 2020, 11:50 #4
che pirla....
walterego22104 Aprile 2020, 12:00 #5
la società titolare della piattaforma informatica si è rivolta all'FBI (Federal Bureau of Investigation)

"A questo indirizzo c'è un pazzo armato che vuol fare una strage" e mandano la SWAT a sforacchiare un innocente streamer.
"Se non mi rinnovate questo o quest'altro esco di casa e vado ad infettare tutti" e ricorrono all'FBI per rintracciare un ragazzino.

Americani: prendono tutto maledettamente troppo sul serio.
batou8304 Aprile 2020, 12:02 #6
Originariamente inviato da: Ragerino
"altissima complessità informatica"
Seriamente?


Comunque la cura per il disturbo che affligge questo ragazzo, sono i calci in cul0, 3 volte al giorno, prima dei pasti.


Ti riferisci al metodo Renato Pozzetto?

https://www.youtube.com/watch?v=1W17b3IXRz0
aqua8404 Aprile 2020, 12:03 #7
Originariamente inviato da: zappy
io direi piuttosto spalare 300 kg di merda al giorno per un mese in un allevamento di suini.

esatto!!

e finita la giornata comunque anche dei calci in culo
Axios200604 Aprile 2020, 12:03 #8
Originariamente inviato da: walterego221
"A questo indirizzo c'è un pazzo armato che vuol fare una strage" e mandano la SWAT a sforacchiare un innocente streamer.
"Se non mi rinnovate questo o quest'altro esco di casa e vado ad infettare tutti" e ricorrono all'FBI per rintracciare un ragazzino.

Americani: prendono tutto maledettamente troppo sul serio.


Ed in Italia si crepa dopo la decima denuncia all'ex marito violento perche' non si prende nulla sul serio...

Il meglio sta nel mezzo...
TigerTank04 Aprile 2020, 12:08 #9
Meglio che sia così vista la situazione in corso e il fatto che non si possa mai sapere se a dichiarazioni da schizzato del genere seguano o meno i fatti. E mi auguro anche che tutti quelli che stanno beccando in giro positivi consapevoli e in violazione della quarantena, finiscano davvero in carcere.
walterego22104 Aprile 2020, 12:09 #10
Originariamente inviato da: Axios2006
Ed in Italia si crepa dopo la decima denuncia all'ex marito violento perche' non si prende nulla sul serio...
Il meglio sta nel mezzo...

Ripeto, americani: prendono tutto maledettamente sul serio.
Un bimbetto su internet che minaccia "chiamo a mio cuGGino che lavora alla Telecom e mi faccio dire chi sei e ti vengo a cercare!" ti sembra una cosa da prendere sul serio?
Appunto: non mescolare fatti che non centrano un cavolo, capisco che in quarantena ci si annoia ma rimaniamo con i piedi per terra.
Originariamente inviato da: TigerTank
Meglio che sia così vista la situazione in corso e il fatto che non si possa mai sapere se a dichiarazioni da schizzato del genere seguano o meno i fatti. E mi auguro anche che tutti quelli che stanno beccando in giro positivi consapevoli e in violazione della quarantena, finiscano davvero in carcere.

In queste settimane, su di un noto gioco particolarmente votato al rosicamento, c'è un sacco di gente che a fine partita minaccia di "vengo ad infettarti la tua famiglia". Dai, seriamente, questo è nulla rispetto alle minacce che ho letto in quasi 2 decenni che sono su Internet.

Mi sembra d'esser sotto la sezione commenti di un quotidiano locale dove, quattro casalinghe, restano sbigottite e commentano indignate un articolo sensazionalistico.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^