Valve: non saremmo nulla senza id Software

Valve: non saremmo nulla senza id Software

E nel frattempo Gabe Newell dichiara che gli piacerebbe lavorare ad un remake del primo capitolo di Half Life.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 08:34 nel canale Videogames
 

Il leader di Valve, Gabe Newell, ha voluto esprimere la sua gratitudine nei confronti di John Carmack e id Software, specificando che senza di loro la sua compagnia oggi non esisterebbe.

Newell si assicurò la licenza del Quake Engine alla fine del 1996 (tramite l'amico Michael Abrash, che all'epoca faceva parte di id) e con la suddetta tecnologia venne in seguito sviluppato il primo episodio di Half Life. Ma non è solamente per questo che Valve è riconoscente nei confronti dei creatori di Doom.

"Una cosa che tutti dovrebbero ricordare è che Valve ha iniziato grazie al sostegno e alla lungimiranza di id Software", ha commentato Newell nel corso dell'episodio 48 di SteamCast. "Quindi se non fosse stato per il supporto e l'incoraggiamento di John Carmack, Jay Wilber, Michael Abrash, Valve non sarebbe nemmeno partita".

Newell ha rimarcato che la compagnia è stata fortemente ispirata da questa politica e quindi ora cerca di fornire il medesimo supporto agli sviluppatori emergenti.

"Per me, come ho detto in precedenza, è stato una sorta di incoraggiamento da parte di gente che era già nell'industry. Quando qualcuno come John Carmack dice 'sì, sono veramente interessato nel vedere cosa potete fare con il Quake Engine', sapete, questo fatto attira la propria attenzione".

"Quando Michael Abrash dice 'Sì, ti conosco Gabe, abbiamo lavorato insieme e hai le capacità che contano in questo settore', puoi entrare nel meccanismo senza pensare di non avere niente da proporre. In realtà hai a disposizione le cose che hai appreso e avere questo vantaggio sarà di estrema importanza nel corso dello sviluppo".

"Sono queste le cose che rendono semplice avviare una compagnia di videogiochi, quando la gente che rispetti, che nei fatti ha già avuto grande successo in questo settore, ti incoraggia".

Newell ha inoltre dichiarato che gli piacerebbe lavorare ad un remake del primo Half Life in alta definizione, anche se ci ha tenuto subito a precisare che non è nella politica dello studio "guardarsi indietro".

Vi ricordiamo che il lancio di Portal 2 è previsto il prossimo mese su Xbox 360, PS3 e PC.

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bluefrog16 Marzo 2011, 08:56 #1
Magna de meno Gabe e dacci HL3.
PhoEniX-VooDoo16 Marzo 2011, 08:59 #2
ma come, io ero convinto che Jabba-Gabe the Hutt avesse vinto il Quake Engine scomettendo ad una corsa di sgusci su Tatoonie
lucabeavis6916 Marzo 2011, 09:26 #3
Che goduria, mi darebbe proprio gusto giocare a un remake del primo. Sono dieci anni che non metto mano al primo capitolo più i vari pacchi, tutti giocati e goduti. Epica la frase all'inizio della storia che faceva più o meno così: "No Freeman, idiota!" Bei ricordi.
ZiP!16 Marzo 2011, 10:01 #4
Un remake del più bel single player di sempre lo vorrei davvero, speravo nel black mesa project ma ormai sembra del tutto morto
Alekz16 Marzo 2011, 10:23 #5
Magari Gabe vuole rilevare il lavoro già fatto su Black Mesa, ultimarlo e farlo uscire (finalmente).
sbudellaman16 Marzo 2011, 10:24 #6
Vi prego fate uscire sto dannato black mesa... la sua uscita era annunciata per il 2009...
Wolfman8516 Marzo 2011, 10:56 #7
Voglio il black mesaaaaaa!!!! HL è il mio gioco preferito da sempre!!!!
Markk11716 Marzo 2011, 12:37 #8
dateci sto benedetto HL3!!!!!!!!!
Altair[ITA]16 Marzo 2011, 13:26 #9
Lunga vita a VALVe.
II ARROWS16 Marzo 2011, 13:29 #10
Praticamente hanno confermato che loro ci sono solo grazie alle conoscenze e che senza non fai nulla... WOW, questo sì che è ispirante per gli emergenti... -_-'

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^