Nintendo, NES Classic ha già venduto più della Wii U

Nintendo, NES Classic ha già venduto più della Wii U

Le vendite della rivisitata NES Classic Edition sorprendono anche Nintendo. Negli USA il numero di console vendute ha già superato le vendite della Wii U avvenute in sei mesi durante il 2016.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 15:05 nel canale Videogames
NintendoWii U
 

Nintendo sembra aver completamente indovinato la sua strategia della NES Classic. Realizzare una rivisitazione della console anni '80 è stata senza dubbio una scelta azzeccata che sta producendo addirittura più vendite del previsto e soprattutto in un numero superiore rispetto a quelle realizzate dalla Wii U nei primi sei mesi del 2016.

I numeri giungono direttamente dalla NPD Group che da sempre monitora le vendite dei prodotti tecnologici. In questo caso l'agenzia dichiara come Nintendo abbia raggiunto già la vendita di quasi 200.000 console NES Classic nel solo territorio americano da quando hanno preso il via le vendite lo scorso 11 novembre. Una vendita decisamente esagerata che da subito ha posto in crisi i magazzini delle maggiori catene di elettronica sia fisiche che online non permettendo di ricevere nell'immediato al suo rilascio la console creando una "caccia al tesoro" da parte degli utenti che non avevano avuto possibilità di preordinare la NES Classic.

Proprio sulla fortissima richiesta aveva parlato anche il presidente della Nintendo, Reggie Fils-Aime, il quale aveva confermato come la domanda fosse ben al di sopra delle aspettative e che l'azienda giapponese avrebbe fatto il possibile per non far attendere troppo gli utenti rimasti fuori dalle prime spedizioni.

Ogni giorno inviamo scorte in ogni canale di vendita al dettaglio. La domanda totale della console è sicuramente maggiore di quanto ci aspettassimo, è per questo che stiamo soffrendo ad immettere sul mercato gli esemplari della NES Classic Edition.

Il successo della rivisitazione della NES ha chiaramente esternato come la precedente Wii U abbia registrato un forte "flop" proprio sulle vendite americane visto che in poche settimane la nuova Classic della Nintendo è riuscita a sopravanzare le appena 220.000 unità di Wii U vendute nei primi sei mesi del 2016 in tutto il territorio americano.

A questo punto sembra palese che Nintendo abbia deciso di affidarsi completamente alla nuova Swtich in arrivo il prossimo anno sperando che la stessa, per la sua particolarità appunto dello "switch" tra postazione in casa con la TV e dispositivo mobile pronto da essere utilizzato anche in movimento, possa davvero portare credito ad un'azienda come quella Nintendo che al momento sembra portare avanti il proprio rendiconto con una rivisitazione di una console presentata negli anni '80.

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
biffuz19 Dicembre 2016, 15:46 #1
Io ho dovuto girare 7 negozi prima di trovarne una, il giorno dell'uscita... e solo perché uno dei prenotati aveva rinunciato da pochi minuti! E comunque è arrivata 4 giorni dopo.
Ancora oggi non la mettono sugli scaffali, la gente continua a prenotarla.
luka73419 Dicembre 2016, 16:13 #2
evidentemente la strategia del "fammi correre a comprarla, che ora gia non si trova e in futuro magari diventa rara" funziona.
Shertes19 Dicembre 2016, 16:47 #3
Cavolata bestiale! Una sola parola: RETROPIE! Poi le persone che bazzicano qui su hw upgrade penso non abbiano problemi nel perderci un paio di ore per assemblare ed installare emulatori e rom. Inoltre un raspberry può diventare anche un media center e "smartizzare" la tv a metà del costo di un NES classic!
biffuz19 Dicembre 2016, 16:56 #4
Originariamente inviato da: Shertes
Cavolata bestiale! Una sola parola: RETROPIE! Poi le persone che bazzicano qui su hw upgrade penso non abbiano problemi nel perderci un paio di ore per assemblare ed installare emulatori e rom. Inoltre un raspberry può diventare anche un media center e "smartizzare" la tv a metà del costo di un NES classic!


Sì ma questa è più carina ed è già pronta, la sa usare chiunque, il prezzo è accessibilissimo, contiene 30 giochi originali (non cloni e neanche piratati), può essere un regalo simpatico ed è ottima per una serata in famiglia con tocco retrò!
Altrimenti anch'io sono già pieno di macchine atte a emulare anche meglio di 'sto coso.
Fabius Bile19 Dicembre 2016, 17:14 #5
@Bruno Mucciarelli: è possibile chiedere a chi scrive gli articoli di usare la lingua italiana?

Se un commentatore sbaglia o non sa usare il maschile/femminile è scusabile, ma un redattore o giornalista no.

BASTA CON IL FEMMINILE PER LE CONSOLE NINTENDO, è la stessa accademia della Crusca a dirlo, non io che sono un pirla qualunque:

L’inglese non possiede articoli definenti il genere maschile/femminile ma ne possiede, di determinativo, uno solo neutro (the vale per i nostri il, lo, la, i, gli, le). Per definire se le consolle vogliano gli articoli maschili o femminili ci viene in aiuto l’Accademia della Crusca, la quale dice:

“In mancanza di una traduzione italiana per un termine straniero, ed essendo esso di genere neutro, in italiano viene usato l’articolo maschile”.

Pertanto: siccome Wii è un nome neutro intraducibile in italiano, l’articolo da anteporre è maschile: IL Wii / UN Wii. [Parole inizianti con W e SW AdC]
Ciò vale per tutte le altre consolle Nintendo: IL NES, IL SuperNES, IL Nintendo64, IL GameCube (il cubo di gioco). Vale anche per le consolle portatili: IL GameBoy (il gioco [per il/del] ragazzo), IL DS (il doppio-schermo). Tuttavia, sul sito italiano di Nintendo, nella sezione “Iwata chiede” e in certe pubblicità recenti sui Nintendo 3DS (“La mia Nintendo… e non mi serve altro”) ho trovato errori di questo tipo.

La nuova consolle di Nintendo, Switch, vuole anch’essa l’articolo maschile perché si può tradurre in “cambio” (e in italiano si dice: “il cambio”). Pertanto: LO Switch, IL Nintendo Switch.

Invece, altre consolle come LA PlayStation e LA XBox vogliono l’articolo femminile anche perché queste possono essere tradotte in la stazione di gioco e la scatola x.
La causa di questi errori è dovuta alla PlayStation poiché, prima della sua uscita, tutti utilizzavano il corretto articolo maschile per le consolle (es. IL Commodore 64, LO Atari…)

LukeIlBello19 Dicembre 2016, 17:45 #6
Originariamente inviato da: Fabius Bile
@Bruno Mucciarelli: è possibile chiedere a chi scrive gli articoli di usare la lingua italiana?

Se un commentatore sbaglia o non sa usare il maschile/femminile è scusabile, ma un redattore o giornalista no.

BASTA CON IL FEMMINILE PER LE CONSOLE NINTENDO, è la stessa accademia della Crusca a dirlo, non io che sono un pirla qualunque:

L’inglese non possiede articoli definenti il genere maschile/femminile ma ne possiede, di determinativo, uno solo neutro (the vale per i nostri il, lo, la, i, gli, le). Per definire se le consolle vogliano gli articoli maschili o femminili ci viene in aiuto l’Accademia della Crusca, la quale dice:

“In mancanza di una traduzione italiana per un termine straniero, ed essendo esso di genere neutro, in italiano viene usato l’articolo maschile”.

Pertanto: siccome Wii è un nome neutro intraducibile in italiano, l’articolo da anteporre è maschile: IL Wii / UN Wii. [Parole inizianti con W e SW AdC]
Ciò vale per tutte le altre consolle Nintendo: IL NES, IL SuperNES, IL Nintendo64, IL GameCube (il cubo di gioco). Vale anche per le consolle portatili: IL GameBoy (il gioco [per il/del] ragazzo), IL DS (il doppio-schermo). Tuttavia, sul sito italiano di Nintendo, nella sezione “Iwata chiede” e in certe pubblicità recenti sui Nintendo 3DS (“La mia Nintendo… e non mi serve altro&#8221 ho trovato errori di questo tipo.

La nuova consolle di Nintendo, Switch, vuole anch’essa l’articolo maschile perché si può tradurre in “cambio” (e in italiano si dice: “il cambio&#8221. Pertanto: LO Switch, IL Nintendo Switch.

Invece, altre consolle come LA PlayStation e LA XBox vogliono l’articolo femminile anche perché queste possono essere tradotte in la stazione di gioco e la scatola x.
La causa di questi errori è dovuta alla PlayStation poiché, prima della sua uscita, tutti utilizzavano il corretto articolo maschile per le consolle (es. IL Commodore 64, LO Atari&#8230


brutto litigio con la moglie/ragazza stamattina?
FreZeeN19 Dicembre 2016, 17:59 #7
@fabius bile

ma almeno sei d'accordo con me che la gnocca e' la cosa piu' bella su questa terrA?
Gio2219 Dicembre 2016, 18:06 #8
Le persone corrono a comprarsi il "vecchio" perchè inconsciamente sanno ciò che molti non vogliono ammettere e cioè, che il meglio è ormai alle spalle.

Fabius Bile19 Dicembre 2016, 18:39 #9
@FreZeen: sono più che d'accordo, anche se non so cosa c'entri.

@Luke:no, semplicemente se uno si vuole leggere un articolo su un sito di tecnologia, spererebbe che l'articolo sia scritto da una persona che ha almeno le basi, e che quindi conosca la lingua italiana e l'argomento trattato.
Quindi se uno scrive su un sito di tecnologia, dovrebbe almeno sapere se una cosa è maschile o femminile.

Voi avreste letto volentieri qualcosa con strafalcioni tipo: "il più meglio" "aqua", "eccezzionale" o k messe qua e la?
Non credo, sono orrori grammaticali tutti quanti, una persona comune magari può non sapere il sesso delle console, ma per un professionista che scrive nel settore, dovrebbe essere una cosa assodata e conosciuta, da lì il mio fastidio, che oltre ad essere cacofonico, si continua a riportare una cosa sbagliata che poi alla lunga diventa la norma e quindi si perpetua un orrore grammaticale.
aqua8419 Dicembre 2016, 18:48 #10
Originariamente inviato da: Fabius Bile
@Bruno Mucciarelli: è possibile chiedere a chi scrive gli articoli di usare la lingua italiana?

Se un commentatore sbaglia o non sa usare il maschile/femminile è scusabile, ma un redattore o giornalista no.

BASTA CON IL FEMMINILE PER LE CONSOLE NINTENDO, è la stessa accademia della Crusca a dirlo, non io che sono un pirla qualunque:

L’inglese non possiede articoli definenti il genere maschile/femminile ma ne possiede, di determinativo, uno solo neutro (the vale per i nostri il, lo, la, i, gli, le). Per definire se le consolle vogliano gli articoli maschili o femminili ci viene in aiuto l’Accademia della Crusca, la quale dice:

“In mancanza di una traduzione italiana per un termine straniero, ed essendo esso di genere neutro, in italiano viene usato l’articolo maschile”.

Pertanto: siccome Wii è un nome neutro intraducibile in italiano, l’articolo da anteporre è maschile: IL Wii / UN Wii. [Parole inizianti con W e SW AdC]
Ciò vale per tutte le altre consolle Nintendo: IL NES, IL SuperNES, IL Nintendo64, IL GameCube (il cubo di gioco). Vale anche per le consolle portatili: IL GameBoy (il gioco [per il/del] ragazzo), IL DS (il doppio-schermo). Tuttavia, sul sito italiano di Nintendo, nella sezione “Iwata chiede” e in certe pubblicità recenti sui Nintendo 3DS (“La mia Nintendo… e non mi serve altro”) ho trovato errori di questo tipo.

La nuova consolle di Nintendo, Switch, vuole anch’essa l’articolo maschile perché si può tradurre in “cambio” (e in italiano si dice: “il cambio”). Pertanto: LO Switch, IL Nintendo Switch.

Invece, altre consolle come LA PlayStation e LA XBox vogliono l’articolo femminile anche perché queste possono essere tradotte in la stazione di gioco e la scatola x.
La causa di questi errori è dovuta alla PlayStation poiché, prima della sua uscita, tutti utilizzavano il corretto articolo maschile per le consolle (es. IL Commodore 64, LO Atari…)

a me sembra non ci sia nulla di sbagliato tra: LA console NES e IL NES.
poi evidentemente ti sei alzato dalla parte sbagliata stamattina...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^