John Carmack ha citato in giudizio ZeniMax

John Carmack ha citato in giudizio ZeniMax

Proseguono le dispute legali tra il CTO di Oculus VR e la compagnia per cui ha lavorato fino a qualche anno fa.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:41 nel canale Videogames
Bethesda
 

Secondo il famoso guru della grafica 3D, ZeniMax non avrebbe pagato la somma pattuita per l'acquisizione di id Software, lo studio che lui stesso ha fondato nl 1991 e che è stato ceduto proprio a ZeniMax nel 2009. John Carmack è stato al centro di un contenzioso legale che è terminato con l'intimazione a Oculus VR di pagare 500 milioni di dollari per i danni arrecati al business di ZeniMax sulla realtà virtuale.

Oculus Rift

Dopo la sentenza ZeniMax si è rifiutata di versare la rimanente quota dovuta a Carmack per l'accordo su id Software, ma l'attuale CTO di Oculus VR è stato scagionato da tutte le accuse e per questo adesso chiede che i pagamenti riprendano. Si aspetta, infatti, che ZeniMax paghi ulteriori 22,5 milioni di dollari.

"ZeniMax ha agito in malafede e al solo scopo di distrarre", si legge nell'accusa presentata al giudice dai legali di John Carmack. "Non è base legittima per evitare di proseguire il pagamento che ZeniMax deve per l'acquisizione di id Software".

Secondo le originali accuse di ZeniMax, negli ultimi giorni di lavoro Carmack avrebbe portato con sé migliaia di documenti, prelevandoli da uno dei computer dell'azienda tramite una memoria USB. Inoltre, dopo aver ufficialmente abbandonato il lavoro, Carmack sarebbe ritornato negli uffici di Zenimax per recuperare una delle unità di sviluppo per le nuove tecnologie di realtà virtuale.

ZeniMax sta intensamente sfruttando le proprietà intellettuali di cui è entrata in possesso dopo l'acquisizione di id Software: in questo periodo con Quake Champions.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^