Da hacker workaround per lanciare Battlefield 3 senza Origin

Da hacker workaround per lanciare Battlefield 3 senza Origin

Secondo alcuni giocatori tedeschi il servizio online di Electronic Arts installerebbe degli spyware.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:14 nel canale Videogames
Electronic ArtsBattlefield
 

Il gruppo di hacker Razor1911 ha rilasciato un eseguibile modificato di Battlefield 3 che consente di eseguire il gioco e di accedere alle sessioni multiplayer senza passare per Origin, il servizio di distribuzione digitale e di gestione del gioco online di Electronic Arts su cui Battlefield 3 è basato.

Il produttore californiano aveva annunciato in agosto che Origin sarebbe stato requisito indispensabile per giocare a Battlefield 3. Questa mossa non è stata vista di buon occhio da molti, perché giudicata un mero espediente di marketing. EA vuole imporre la sua nuova piattaforma e certamente Battlefield 3 è un buon punto di partenza. D'altronde, ha recentemente annunciato che nel corso di novembre accoglierà anche alcuni giochi di terze parti, il che renderà Origin un vero e proprio rivale di Steam.

"Il rilascio è dedicato ai nostri fan di tutto il mondo che hanno regolarmente acquistato il gioco e non vogliono installare il Cavallo di Troia di Electronic Arts", si legge nel comunicato di Razor1911 che accompagna il rilascio del crack.

Anche il rivale di Origin, Steam, richiede il download e l'installazione di un client, oltre che l'adempimento di alcuni termini d'uso. Alcuni rivenditori online come Direct2Drive di fatto declinano di commercializzare i giochi basati sulla suite Steamworks proprio per questo motivo. La stessa Electronic Arts ha rifiutato di commercializzare Battlefield 3 su Steam per via dei restrittivi termini di servizio di quest'ultimo.

Gli hacker di Razor1911 si riferiscono implicitamente alle notizie provenienti dalla Germania: alcuni giocatori di questa nazione hanno infatti denunciato la presenza di spyware all'interno di Origin. Gli spyware servirebbero a Electronic Arts per ottenere informazioni riservate dei possessori dei PC su cui l'applicativo è installato.

Di seguito la risposta ufficiale di EA Germany a quest'ultima accusa: "Abbiamo aggiornato i termini di servizio di Origin nell'interesse dei nostri giocatori per avere maggiore chiarezza. Origin non è uno spyware e non installa alcuno spyrare nei PC degli utenti. Non abbiamo alcun accesso a contenuti personali come foto, documenti e dati. Origin non compie nessuna analisi non autorizzata e non colleziona alcuna informazione. EA considera il problema della pirateria molto seriamente. Abbiamo preso tutte le precauzioni possibili sui dati personali raccolti, che rimarranno anonimi".

77 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Stevejedi03 Novembre 2011, 09:28 #1
Ciò che mi lascia perplesso di Battlefield 3 non è tanto Origin ma quanto l'avvio da browser.
Questa è stato davvero un pugno all'occhio per un gioco di punta.

Inoltre ci dobbiamo abituare che i giochi usati saranno un ricordo del passato grazie a Steam, Origin e tutti gli altri servizi "Buy for life"
tribalspirit03 Novembre 2011, 09:31 #2
in effetti potevano integrare tutto nel client di gioco, invece di separare tutto su tre cose

posso anche capire usare il browser, ma anche avere aperto origin... non tutti i pc sono così performanti per permettersi tutte ste robe aperte
Abufinzio03 Novembre 2011, 09:33 #3
non ricordo tutti sti casini all'inizio di steam
piererentolo03 Novembre 2011, 09:43 #4
Originariamente inviato da: tribalspirit
in effetti potevano integrare tutto nel client di gioco, invece di separare tutto su tre cose

posso anche capire usare il browser, ma anche avere aperto origin... non tutti i pc sono così performanti per permettersi tutte ste robe aperte


Beh però se vuoi giocare a BF3 un computer prestante ce lo devi avere e di sicuro non sarà un browser aperto a far calare i fps.
zanarduz03 Novembre 2011, 09:43 #5
I giocatori di vecchia data dei vari BF ringraziano il cielo che tutta la parte di gestione dei server sia esterna al client di gioco: e' sempre stato un tallone d'Achille sui giochi Dice. Il problema e' solo l'imposizione di quello schifo di Origin da parte di EA.
Il_Baffo03 Novembre 2011, 09:45 #6
Origin è una forzatura, è solamente un DRM e non aggiunge funzionalità come Steam.
Benna8003 Novembre 2011, 09:58 #7
Origin ha quasi gli stessi tempi di avvio del mio Windows 7, non sto scherzando, e la macchina in firma mi fa girare il gioco tutto su ultra ad eccezione dell'aliasing che lo tengo su OFF.

Veramente un'imposizione inutile perchè di fatto non fa nulla!
Masamune03 Novembre 2011, 10:00 #8
c'è poco da lamentarsi...
evitate di comprare giochi su queste piattaforme a 50 euri.
per quanto riguarda i no-cd patch e affini sono sempre i benvenuti ^^
Darka03 Novembre 2011, 10:02 #9
usiamo i termini corretti.. Razor1911 sono dei PIRATI non degli HACKER ... c`e` una sostanziale differenza...
argez03 Novembre 2011, 10:05 #10
Una volta che avete lanciato il gioco,origin lo potete anche chiudere del tutto.Nella beta non era possibile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^