Lo smartphone è l'arma più potente: lente d'ingrandimento su Watch Dogs

Lo smartphone è l'arma più potente: lente d'ingrandimento su Watch Dogs

Arriviamo in sede di giudizio finale su Watch Dogs dopo ore di test e l'analisi comparativa della qualità grafica delle varie versioni. A causa di tanti aspetti, tra cui anche la mancata ottimizzazione della versione PC, è molto difficile dare un giudizio definitivo su Watch Dogs, anche perché si tratta di uno di quei giochi che puntano a mettere nello stesso calderone tante meccaniche di gioco differenti.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

NVIDIA GameWorks

Come noto, GameWorks è la nuova piattaforma di NVIDIA per lo sviluppo dei giochi e della grafica, che fornisce agli sviluppatori degli strumenti e delle tecnologie utili per incrementare il dettaglio visivo. I giochi costruiti sulla piattaforma GameWorks incorporano, infatti, le ultime tecnologie NVIDIA per la riproduzione di effetti cinematografici come il fumo realistico, il pelo e l'illimunazione globale. Le librerie di sample e l'SDK incluso in GameWorks permettono, inoltre, agli sviluppatori di eseguire rapidamente il debug e di ottimizzare il codice.

Watch Dogs è l'esempio più recente di implementazione di GameWorks, attraverso la quale usa tecnologie come NVIDIA ShadowWorks (HBAO+) e TXAA. L'Ambient Occlusion (AO), nello specifico, inserisce le ombre di contatto nei punti in cui due superfici o due oggetti si incontrano, o dove un oggetto impedisce che la luce raggiunga un altro oggetto che si trova nelle vicinanze. La tecnica AO impiegata ha un impatto sulla qualità dell'ombreggiatura, mentre senza Ambient Occlusion le scene di gioco darebbero la sensazione di essere irrealistiche e piatte, con gli oggetti che sembrerebbero galleggiare sulle superfici.

In Watch Dogs, sulla base delle prestazioni, gli utenti possono attivare la tecnica MHBAO, che offre una qualità pari a quella che si ha su console, o HBAO+ se possiedono una scheda video GeForce. Quest'ultima renderizza le ombre alla piena risoluzione utilizzando 36 sample di occlusione ambientale per ogni pixel. L'applicazione dell'HBAO+ in Watch Dogs si dimostra essere la più accurata rispetto a tutte le implementazioni passate, come potete vedere in queste immagini e in quelle delle pagine successive, in cui confrontiamo l'implementazione PC con quella console.

Nelle serie di immagini seguenti potete verificare come HBAO+ offra maggiore precisione per le ombre di contatto e come aumenti la qualità e il realismo degli effetti di ombreggiatura sulla scalinata. HBAO+ Basso ci sembra curiosamente più efficace di HBAO+ Alto, ed è molto spettacolare da vedere soprattutto con immagini in movimento, anche se ovviamente serve una configurazione molto potente per avere il meglio da questo effetto.

TXAA è una nuova tecnica progettata specificamente per eliminare l'aliasing temporale e gli effetti si sfarfallamento in congiunzione di immagini particolarmente veloci. Si tratta di un mix tra hardware AA, un filtro CG di tipo cinematografico e un filtro temporale. Per filtrare ogni pixel sullo schermo, infatti, TXAA utilizza un contributo di campioni provenienti sia dalla parte del poligono interna sia da quella che si trova subito all'esterno del poligono. Questi campioni vengono poi confrontati con i campioni dei fotogrammi precedenti per offrire la massima qualità possibile nel filtraggio.

TXAA offre inoltre un migliore filtraggio spaziale rispetto alle tecniche 2xMSAA e 4xMSAA su quegli oggetti in cui risulta complessa l'applicazione dell'anti-aliasing, come lo possono essere grate, recinzioni e fogliame. TXAA è anche in grado di gestire in modo intelligente gli effetti per-pixel come l'illuminazione e il rendering atmosferico, evitando di introdurre artefatti di luce sui bordi degli oggetti. In caso di scene in movimento, inoltre, TXAA riesce a raggiungere e superare i risultati consentiti dagli algoritmi di anti-aliasing professionali.

Naturalmente si tratta di effetti meglio esperibili con immagini in movimento, visto che sono in grado di rendere le transizioni più morbide e naturali.

 
^