Recensione Mass Effect 3: l'ultima parola su uno dei giochi più attesi

Recensione Mass Effect 3: l'ultima parola su uno dei giochi più attesi

Dopo diverse ore di arduo "lavoro" ecco il nostro responso su quello che è uno dei giochi più attesi di questa stagione videoludica. All'interno trovate anche videoarticolo e gallery di screenshot catturati dalla versione PC di Mass Effect 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Il lore

Elemento cruciale della storia di Mass Effect è poi il cosiddetto elemento zero (eezo), e la capacità che conferisce a coloro che sono in grado di controllarlo di modificare la massa degli oggetti. Quando viene percorso da una scarica di corrente elettrica il materiale noto come elemento zero emette un campo di energia oscura che aumenta o riduce la massa di tutti gli oggetti al suo interno. I personaggi di Mass Effect noti come biotici manipolano l'energia oscura e possono creare campi di distorsione utilizzando gli impulsi elettrici del cervello.

"Rappresenta una specie di via di mezzo della forza elettromagnetica e gravitazionale, agendo sulla materia sia a livello cosmologico che subatomico. L’energia oscura sarebbe esclusivamente repulsiva e quindi sarebbe la responsabile dell’espansione in accelerazione dell’Universo (da cui si intuisce la componente “gravitazionale” dell’energia oscura)", si legge in un interessante articolo su Appunti Digitali che tenta di scoprire le possibili affinità tra la fantascienza di Mass Effect e la realtà. "C’è un fondamento scientifico un tutto questo mondo creato da Mass Effect 2? La risposta semplice è: no. Però, ci si può divertire a pensarci su".

Gli Umani, nel lore di Mass Effect, sono la specie senziente che con maggiore ritardo ha preso coscienza del proprio ruolo nella galassia e ha iniziato a intessere rapporti con le altre razze. Comincia il suo viaggio di perlustrazione dell'universo nel 2069, mentre nel 2149 entra in possesso di dati Prothean reperiti su Marte la cui traduzione consente agli umani di scoprire il portale galattico di Caronte. A quel punto viene fondata l'Alleanza dei Sistemi per coordinare l'esplorazione e la colonizzazione dei sistemi extra-solari.

Ma altre specie vivono nella galassia e hanno tra di loro rapporti non sempre pacifici. Molte si sono trovate a combattere in furiose guerre, mentre un equilibrio intergalattico non è stato ancora raggiunto, anzi conflitti con finalità e caratteristiche simili continuano a ripetersi.

Una delle specie maggiormente rispettate e più potenti sono le Asari, native del pianeta Thessia, che vedono come esponente più conosciuto del lore di Mass Effect Liara. Dopo i Prothean, le Asari sono la prima specie a disporre della tecnologia necessaria per i combattimenti interstellari e a scoprire la Cittadella. Si tratta di una razza mono-genere, tutte donne, che si distingue per la sua eleganza, per la diplomazia e per il talento nello sfruttare i poteri biotici (Liara, di fatto, è un Adepto). Le Asari hanno avuto un ruolo fondamentale nella diplomazia che è servita per la fondazione del Consiglio della Cittadella, il che ha consentito loro di acquisire un ruolo di primo piano nel cuore della società galattica.

La seconda specie che ha raggiunto la Cittadella sono, invece, i Salarian. Si tratta di esseri anfibi il cui pianeta natale è Sur'Kesh. Si contraddistinguono per un metabolismo iper-attivo: pensano velocemente, magiano velocemente, parlano velocemente e si muovono velocemente. Questo metabolismo rapido però non si coniuga con una grande longevità, visto che difficilmente i Salarian raggiungono i 40 anni di età. Manifestano una grande attitudine per la ricerca scientifica e per lo spionaggio, mentre il personaggio più famoso dell'universo Mass Effect appartenente ai Salarian è lo scienziato Mordin.

Nella cronologia delle Razze che hanno raggiunto la Cittadella ci sono poi i Turian. Famosi per la loro cultura militare e per la loro grande disciplina, sono riusciti a conquistare il loro seggio nel Consiglio in seguito alle sanguinose guerre di ribellione dei Krogan. Come detto prima, grazie al supporto dei Salarian, i Turian sono riusciti a sconfiggere i Krogan grazie alla genofagia, che ha sterilizzato gli stessi Krogan avviandoli verso il declino come intera specie. Originari del pianeta Palaven, i Turian sono tra i primi fornitori di soldati e navi spaziali alla flotta della Cittadella. Nonostante i rapporti critici con gli umani, Turian e umani hanno collaborato nella creazione della migliore tra le navi della flotta spaziale, la SSV Normandy. Il Turian più famoso è Garrus, che fa da sempre parte della squadra di Shepard.

I Krogan sono una specie di grossi rettili bipedi il cui pianeta natale è Tuchanka, conosciuto per i suoi ambienti aridi, le scarse risorse e la sovrabbondanza di pericolose e gigantesche creature. Vivere in queste condizioni estreme e in un ambiente così ostile ha reso i Krogan irruenti, anche se hanno portato avanti un interessante programma di avanzamento tecnologico. La necessità di trasformare Tuchanka in un mondo più abitabile ha portato i Krogan a dotarsi di migliore tecnologia nucleare, in un processo che però ha finito per trasformare il pianeta in una grande distesa radioattiva. I rapporti con i Rachni, una specie di mostruose creature, ha rovinato definitivamente l'alleanza con i Turian, e portato alla guerra di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente.

I Quarian sono una specie nomade di alieni umanoidi conosciuti per le loro abilità nella tecnologia e nell'intelligenza sintetica. Dopo che il loro pianeta natale, Rannoch, è stato conquistato, i Quarian vivono su un'enorme flotta spaziale che vaga per la galassia. Circa 300 anni prima degli eventi del primo Mass Effect, i Quarian hanno costruito una specie di rudimentale intelligenza artificiale, i Geth. Questi ultimi sono stati schiavizzati in modo da costituire un'efficiente risorsa di manodopera. I Geth, tuttavia, hanno iniziato a manifestare i primi segni di intelligenza senziente e, impauriti, i Quarian hanno deciso di distruggere la propria creazione. I Geth hanno vinto, però, la guerra e forzato i propri creatori all'esilio dal pianeta natale.

I Razziatori sono una razza di macchine avanzate di materiale sintetico/organico. Sono stati i creatori originali della Cittadella, ma le loro origini e i loro scopi rimangono oscuri. Risiedono nello Spazio Oscuro, ovvero la dimensione che si trova tra le varie galassie. La tecnologia dei Razziatori è decisamente più avanzata rispetto a quella delle altre razze, ed è focalizzata sull'intervento militare. Le loro installazioni militari sono dotate di tentacoli che equipaggiano avanzate armi costruite sul principio della magnetoidrodinamica.

Quelle che abbiamo elencato in questa pagina sono alcune informazioni preliminari sul vasto mondo di Mass Effect, mentre rimandiamo coloro che volessero saperne di più a una wiki più completa. Si tratta, inoltre, di una parte delle Razze con cui i giocatori avranno a che fare in Mass Effect 3, mentre nelle missioni facoltative si imbatteranno, tra gli altri, anche in Drell, Batarian, Elcor, Prothean, Varren e altre specie ancora.

 
^