F1 2011: Codemasters hai risolto i problemi al ritmo di gara?

F1 2011: Codemasters hai risolto i problemi al ritmo di gara?

In occasione dell'evento di presentazione per la stampa italiana di F1 2011 abbiamo potuto provare per qualche ora il nuovo gioco di guida di Codemasters Birmingham. Vediamo se sono stati i corretti i problemi di intelligenza artificiale e al ritmo di gara presenti nel gioco precedente.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Modello di guida

Abbiamo lasciato per ultimi i ragionamenti sul modello di guida. Codemasters Birmingham è soddisfatta dei risultati raggiunti da questo punto di vista e, sebbene il gioco possa non piacere ad alcuni fan della simulazione pura che troveranno un migliore riscontro in giochi come NetKar, credo di potermi dire d'accordo con questa visione delle cose. F1 2011, da questo punto di vista, è decisamente divertente come il predecessore, e mette sempre voglia di continuare a giocare, di fare un altro giro prima di smettere.

Codemasters Birmingham è riuscita a creare un modello di guida coinvolgente che comunque consente di migliorarsi con il tempo, permettendo di avere un'esperienza di gioco gradevole anche a coloro che sono meno esperti alla guida e che vogliono giocare con il gamepad. Ovviamente per essere un reale motivo di soddisfazione bisogna che si sposi con un migliore comportamento dell'IA e con una migliore gestione del ritmo di gara come abbiamo visto nei paragrafi precedenti.

Rimane un certo livello di controllo esterno, visto che molto spesso il sistema aggiusta automaticamente una traiettoria sbagliata o magari rimette verso la direzione giusta il veicolo dopo un testacoda. I comportamenti scriptati, d'altronde, rimangono, visto che il gioco tende a punire in maniera pre-determinata gli errori troppo evidenti. Ad esempio è capitato che nell'autodromo di Monza sia arrivato lungo alla variante della Roggia e al tentativo di accelerazione sull'asfalto la macchina ha perso aderenza e sia andata a sbandare come avrebbe fatto sull'erba o sul bagnato. Che il sistema abbia voluto punire così la mia guida troppo aggressiva?

Stesso discorso si ripete sui cordoli, troppo scivolosi, esattamente come nel gioco precedente, il che rende la vettura troppo instabile in certe condizioni, e nuovamente guidabile quando si procede in maniera un po' meno aggressiva. Evidentemente è un compromesso individuato da Codemasters Birmingham per imporre al giocatore di mantenere il proprio ritmo nella gara, senza strafare ed evitare di incorrere in errori, consentendo al contempo di dare la sensazione di migliorarsi quando si guida "al limite".

Complessivamente, dunque, do un parere positivo sul modello di guida di F1 2011 che riesce a consegnare la sensazione di velocità reale e a rendere il gioco sempre divertente anche nel lungo periodo. La Formula 1 moderna, caratterizzata da tanta elettronica, dà un livello di sfida inferiore rispetto al passato, e il pilota più che domare il suo mezzo è chiamato a resistere alle elevate forze laterali a cui è sottoposto. La competitività delle vetture di F1 di oggi, inoltre, dipende largamente dal carico aerodinamico che riescono ad avere, che le mantiene incollate all'asfalto, incrementando la superficie del pneumatico che rimane a contatto con la pista e conseguenzialmente la deportanza e quindi la perdita di tempo nei curvoni veloci.

Tutte cose che nel gioco di Codemasters vengono riprodotte fedelmente. D'altra parte, non ci sembrano esserci modifiche sostanziali al modello di guida rispetto alla precedente edizione. Chi si aspetta un approccio maggiormente simulativo, che penalizzi maggiormente i piccoli errori, e chi più in generale si aspetta un livello di simulazione maggiore rispetto a F1 2010, invece, potrebbe rimanere deluso dal nuovo titolo Codemasters.

  • Articoli Correlati
  • F1 2011: Codemasters risponde alla community F1 2011: Codemasters risponde alla community Abbiamo girato le domande della community a Paul Jeal, senior producer di Codemasters. Nella prossima settimana pubblicheremo l'anteprima completa di F1 2011 dopo il primo hands-on approfondito.
53 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Yrrah14 Settembre 2011, 16:19 #1
Non male come articolo Rosario, speriamo in bene per questo gioco, anche a me ha fatto divertire molto il 2010!
Kumalo14 Settembre 2011, 16:31 #2
Guarda quoto tutto io ho fatto 2 stagioni connFi 2010 e ritrovo appieno le tue considerazioni sugli aspetti migliorabili!

Te ne sei dimenticato 1 pero' in caso di asfalto bagnato, la vettura non cambia assolutamente la sua manegevolezza anche se si continua con le slick. Mi ricordo un circuito 24giri intorno al 12° inizia a piovere ero 4° tutti si fermano e cominciano i tempi 10sec piu' alti io con le slick facevo 1/2sec piu' del record di pista.....praticamente la pioggia era solo un'effetto visivo, vinta la gara con 18sec di vantaggio dal 1° imbarazzante!


Gradirei che mantenessero lo stile simil-arcade per la guida ma che su alcuni aspetti riprendessero maggiormente la realta'!


Byez
tecno78914 Settembre 2011, 16:38 #3
comunque sembra un ottimo gioco, da provare per forza!

gg per l'articolo
tarros14 Settembre 2011, 17:25 #4
l'articolo è bello ma...il prodotto secondo me è ancora una volta cannato ...non c'è motivo di mantenere i comportamenti criptati che erano già inconcepibili e ingiustificabili l'anno scorso ...dire che forse il sistema ci impedisce di guidare troppo aggressivi è come nascondersi dietro un dito ...
il controllo dell'erogazione della potenza che era inguardabile con il pad l'anno scorso è stato migliorato?
non si capisce bene ....
a scanso di equivoci non mi venite a dire che questo gioco deve essere giocato col volante...
per favore

Krusty9314 Settembre 2011, 17:26 #5
io non capisco come tutti si lamentino di curve e di cordoli con errori addirittura pre-determinati
sto facendo il secondo campionato di F1 2010 (parlo di netgaming) - quello in firma - giocando al 40% delle gare. giusto lunedi ho fatto quei 21 giri a Monza. con l'auto completamente scarica, cui cordoli sfrecciavo, e l'auto non si scomponeva mai.
e ho fatto 21 giri, 35 minuti di gara.
e prima di questo campionato al 40% ne ho fatto uno su ESL al 30% giocando col joypad (ora ho un DFGT), ma vale lo stesso discorso
sono cosi bravo io?non penso
tarros14 Settembre 2011, 17:34 #6
Originariamente inviato da: Krusty93
io non capisco come tutti si lamentino di curve e di cordoli con errori addirittura pre-determinati
sto facendo il secondo campionato di F1 2010 (parlo di netgaming) - quello in firma - giocando al 40% delle gare. giusto lunedi ho fatto quei 21 giri a Monza. con l'auto completamente scarica, cui cordoli sfrecciavo, e l'auto non si scomponeva mai.
e ho fatto 21 giri, 35 minuti di gara.
e prima di questo campionato al 40% ne ho fatto uno su ESL al 30% giocando col joypad (ora ho un DFGT), ma vale lo stesso discorso
sono cosi bravo io?non penso

guarda prova con il pad e senza aiuti un power slide dosando l'acceleratore e lavorando di controsterzo non lo recuperi nemmeno se ti metti in croce...
prova il barain curva 4 alla staccata se stai stretto al cordolo (intendo pizzichi il cordolo con l'anteriore dx) e apri in uscita ti giri 100 volte su 100
matsnake8614 Settembre 2011, 17:36 #7
Originariamente inviato da: Kumalo
Guarda quoto tutto io ho fatto 2 stagioni connFi 2010 e ritrovo appieno le tue considerazioni sugli aspetti migliorabili!

Te ne sei dimenticato 1 pero' in caso di asfalto bagnato, la vettura non cambia assolutamente la sua manegevolezza anche se si continua con le slick. Mi ricordo un circuito 24giri intorno al 12° inizia a piovere ero 4° tutti si fermano e cominciano i tempi 10sec piu' alti io con le slick facevo 1/2sec piu' del record di pista.....praticamente la pioggia era solo un'effetto visivo, vinta la gara con 18sec di vantaggio dal 1° imbarazzante!


Gradirei che mantenessero lo stile simil-arcade per la guida ma che su alcuni aspetti riprendessero maggiormente la realta'!


Byez


onestamente io ricordo che se giravo con le slick su circuito bagnato, ad ogni curva finivo fuori.
Krusty9314 Settembre 2011, 17:41 #8
Originariamente inviato da: tarros
guarda prova con il pad e senza aiuti un power slide dosando l'acceleratore e lavorando di controsterzo non lo recuperi nemmeno se ti metti in croce...
prova il barain curva 4 alla staccata se stai stretto al cordolo (intendo pizzichi il cordolo con l'anteriore dx) e apri in uscita ti giri 100 volte su 100


appunto, magari non è un punto in cui si puo' aprire il gas al massimo, va dosato.
ho giocato da novembre a luglio col pad 360, usando come acceleratore la levetta, quindi riuscendo a gestire bene il motore. ed ero molto competitivo.
basta stare attenti e prendere la mano. inoltre studiarsi un setup per stabilizzare l'auto senza troppi compromessi
tarros14 Settembre 2011, 17:49 #9
bho sarà ma mi chiedo come mai riesca a girare con buoni risultati ai vari simulatori (nk pro, rfactor gtr2) e con f1 2010 non capisco cosa succede alla vettura... sia che usi il pad o che usi il volante ...(g25)
il sistema di guida mi sembra un pò a caxxi
sommo8914 Settembre 2011, 18:12 #10
mi trovo in disaccordo su un paio di punti esposti:

1-
"Sembra non esserci la possibilità di modificare il carico di carburante in qualifica come nel precedente gioco, visto che le opzioni all'interno del proprio box sono rimaste del tutto identiche a quelle di F1 2010."
il carico di benzina in f1 2010 poteva essere variato giocando sulla quantità di carburante variando i giri a disposizione,inoltre è abbastanza inutile l'indicatore di benzina essendo una speudo simulazione in f1 non esiste un indicatore di benzina sul volante del pilota.

2-certi comportamenti dell'ia come ad esempio il fatto che se si frenava bruscamente la vettura che seguiva ti veniva addosso rompendo l'ala mi sembra abbastanza normale...o quanto meno realistico se viaggi a 200 all'ora e quello che ti segue è quasi a ridosso (mettiamo 10 metri) e inchiodi pesantemente è normale che ti venga addosso infatti il tempo di reazione di una persona che viaggia a 200 km/h è troppo "lunga" per i 10 metri di distacco

3- Anche se si rovina il musetto non sempre questo è da sostituire infatti in molte gare (reali viste in tv) quante volte capita che alcuni piloti danneggino l'ala e proseguano senza cambiarla??abbastanza....se non ricordo male lo stesso massa fini una gara avendo l'ala danneggiata nella parte destra(una bandella) non apportando grossi problemi velocistici e di tenuta.se non ricordo male era in ungheria

una cosa interessante è capire a mio avviso se si può causare la rottura dell'ala posteriore.
per il resto quoto tutto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^