Deadly Premonition: Twin Peaks torna in sorprendente horror

Deadly Premonition: Twin Peaks torna in sorprendente horror

Deadly Premonition è un'avventura della software house giapponese Access Games che si rivela una grande e ben riuscita citazione del serial cult firmato David Lynch e Mark Frost, ovvero Twin Peaks.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
 

Introduzione

Ancora oggi, con un mercato ormai ampiamente incentrato sui blockbuster, sulla ripetitività e molto raramente pronto a scommettere su un’idea innovativa, il mondo dei videogiochi ci regala qualche piccola gemma, qualcosa che sembra veramente più il parto della fantasia di un gruppo di programmatori pieni di passione piuttosto che un semplice prodotto commerciale.

E’ il caso di Deadly Premonition,avventura della giapponese Access Games che, per usare un solo aggettivo, definirei certamente ‘sorprendente’. Sorprendente nel senso letterale del termine: giocare a Deadly Premonition è una serie di sorprese dopo l’altra. Non solo per la trama, ricca e delineata in modo da sembrare una sorta di serial televisivo, piena di personaggi affascinanti nei modi più svariati.

Sorprendente anche perché l’impatto col gioco, che è caratterizzato da una grafica estremamente obsoleta e da un sistema di controllo non proprio agevolissimo, lascia estremamente spiazzati e corrucciati (“ma che roba è questa?” è sicuramente la prima reazione che si avrà vedendo l’intro di Deadly Premonition); ma facendo un piccolo voto di fiducia e insistendo a giocare, guardando al di là della povera realizzazione tecnica, si resta ancor più sorpresi dalla profondità del gioco, dalla sua varietà, dalla quantità di cose che permette di fare, dallo storytelling ispirato e ben curato, dalla capacità di non prendersi troppo sul serio venendoci anche incontro, in questo modo, nell’opera di superamento dei difetti tecnici.

Per poter godere dell’esperienza di gioco di Deadly Premonition è indispensabile avere la capacità di superare il muro dell’obsolescenza grafica, essere disposti a prendere confidenza con i comandi e infine aver voglia di immergersi completamente in una storia sinistra e assurda, che alterna il brivido all’ironia e non cerca il facile “bu!” per spaventare lo spettatore/giocatore ma si sforza di tessere un’atmosfera unica, mischiando il thriller al paranormale, il grottesco al comico, puntando in particolare sulla cura riservata ai personaggi. Se siete disposti a concedere queste cose a Deadly Premonition, allora Deadly Premonition avrà moltissimo da darvi in cambio.

 
^