I migliori videogiochi del 2007: la parola ai lettori

I migliori videogiochi del 2007: la parola ai lettori

Attraverso un sondaggio organizzato sul nostro forum, i lettori di Hardware Upgrade hanno espresso le proprie preferenze sui migliori titoli di gioco del 2007. Viene fuori così una classifica comprendente giochi per tutte le piattaforme di nuova generazione e per PC. Si procede dalla decima posizione fino alla prima e le sorprese non mancano

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

3a posizione

BioShock

Produttore: 2K Games
Sviluppatore: 2K Boston
Distributore: Take2
Piattaforme: PC, XBox 360
Rilascio: agosto
Percentuale di voti conseguita: 16,83%

Il terzo gradino del podio è occupato meritatamente da BioShock. Come è noto, si tratta di uno sparatutto in prima persona con consistenti elementi da gioco di ruolo le cui meccaniche ricalcano, per certi versi, quelle di System Shock 2. Non è uno di quei giochi in cui si spara a tutto e a tutti, semplicemente perché non si hanno le munizioni necessarie. Bisogna agire in maniera creativa e sfruttare la fisica e i livelli di gioco.

Al di là delle armi, risultano molto proficui i plasmidi. Attraverso questi ultimi, il protagonista, Jack, è in grado di scagliare dei veri e propri poteri magici. Scagliando una palla di fuoco su una pozza di benzina, ad esempio, si genererà un incendio che produrrà delle fiamme sui corpi dei malcapitati che si troveranno nei dintorni.

Le tre risorse principali di BioShock sono l'Adam, l'EVE e i soldi. L'Adam si può ottenere dalle sorelline che si incontrano nei livelli di gioco, le quali sono a loro volta protetti da degli enormi e robustissimi robot, i Big Daddy, o Mister Bolla. L'EVE, invece, è l'equivalente del mana dei giochi di ruolo e consente, pertanto, di impiegare i plasmidi. Si ricarica con delle particolari iniezioni. I soldi possono essere raccattati dai cadaveri o scandagliando nelle stanze della struttura Rapture. Si possono acquistare potenziamenti, plasmidi, oggetti, equipaggiamento e altro ancora.

L'anima di BioShock è legata al senso di claustrofobia e di tensione che le ambientazioni, magnificamente, riescono a dare al giocatore. Gli spazi sono sempre angusti e spesso, attraverso stratagemmi, il gioco riesce a fare paura o, comunque, a cogliere impreparato il giocatore. Alcune situazioni e alcuni mostri, inoltre, danno il senso dell'imprevedibilità, configurandosi come estremamente improbabili e apparentemente fuori luogo, quasi al limite della follia.

Would you kindly. Quanto alla storia, BioShock si ambienta nella struttura sottomarina Rapture. Questa è stata creata per agire geneticamente sugli umani e migliorarli dal punto di vista fisico e mentale. Jack, il protagonista, scoprirà ben presto che egli stesso fa parte dell'esperimento orchestrato dalla diabolica mente di Andrew Ryan. Un uomo misterioso, chiamato Atlas, si offrirà di aiutare Jack e lo guiderà nelle fasi iniziali spiegandogli i meccanismi della struttura sottomarina. Un ruolo fondamentale è giocato dalla dottoressa Tennenbaum, assistente pentita di Ryan, e dalle sorelline. In definitiva, BioShock pone delle questioni anche morali su religione, evoluzione, genetica, senso della responsabilità e lo fa attraverso un modo elegante e certamente originale.

Venendo al comparto tecnico, diciamo che BioShock usa una versione ampiamente modificata dell'Unreal Engine 3. Il gioco presenta una grafica certamente competitiva, anche se è quasi sempre ambientato in spazi chiusi. Vengono supportate le librerie grafiche DirectX 10, così come le DirectX 9. Inizialmente venne annunciata anche una versione PlayStation 3 di BioShock, ma in seguito fu cancellata. BioShock 2 è già in fase di sviluppo nei formati PC e XBox 360, ma non ci sono ancora dettagli circostanziati sulle caratteristiche di gioco.

 
^