Videogiochi più utili per i più giovani rispetto alla TV

Videogiochi più utili per i più giovani rispetto alla TV

Secondo l'University of Technology del Queensland, Australia, i videogiochi richiedono partecipazione attiva e quindi vanno classificati in maniera differente rispetto alla TV.

di pubblicata il , alle 08:41 nel canale Videogames
 

Consentire ai propri figli di passare tanto tempo davanti a uno schermo non è necessariamente un lascia passare all'attività esclusivamente sedentaria. Un nuovo studio, infatti, dimostra che spendere tempo sui videogiochi invece che sulla TV può risultare più proficuo per i più giovani, ovviamente anche in funzione del tipo di videogioco.

I ricercatori del laboratorio Games Research and Interaction Design della University of Technology del Queensland, Australia, hanno infatti esaminato gli effetti dei videogiochi e degli spettacoli televisivi sui bambini tra i 2 e i 5 anni.

Si scopre che i videogiochi sono in grado di stimolare i bambini sia dal punto di vista mentale che da quello fisico, e per questo risultano una scelta migliore rispetto alla TV. Alcuni giochi, inoltre, richiedono una moderata attività fisica, mentre altri necessitano di un qualche tipo di interazione.

I ricercatori, alla fine del loro studio, hanno determinato che i videogiochi possono educare i bambini ad essere attivi e ad esercitare le loro capacità cognitive. "Tali giochi sono in grado di migliorare il rendimento scolastico, le abilità sociali e l'autostima", spiega la dottoressa Penny Sweetser (nella foto), che ha diretto i lavori.

Tuttavia, continua la Sweetser, i videogiochi da soli non possono essere d'aiuto per i più giovani. I genitori devono impegnarsi affinché i loro figli migliorino effettivamente le proprie capacità cognitive.

Quello dell'università del Queensland è un rapporto sui videogiochi incoraggiante, visto che nell'ultimo periodo il media videoludico è stato accusato di alimentare la violenza e di essere in qualche modo alla base degli eccidi di massa che si sono verificati negli Stati Uniti. Proprio qualche giorno fa, il Presidente Barack Obama ha incoraggiato i ricercatori a svolgere delle indagini per valutare l'impatto dei giochi violenti sulle menti dei più giovani, come abbiamo visto qui.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7725 Gennaio 2013, 09:29 #1
TELEVISIONE:
Guarda passivamente del contenuto preconfezionato.

VIDEOGIOCO:
Interagisci attivamente con contenuti progammati.

Mi pare ovvio che il livello di attenzione e gli stimoli all'apprendimento sono ben maggiori nel secondo caso.
banryu7925 Gennaio 2013, 10:50 #2
Originariamente inviato da: demon77
TELEVISIONE:
Guarda passivamente del contenuto preconfezionato.

VIDEOGIOCO:
Interagisci attivamente con contenuti progammati.

Mi pare ovvio che il livello di attenzione e gli stimoli all'apprendimento sono ben maggiori nel secondo caso.

Eeeh ma mi ha detto mio cuggino che... se giochi ai videogiochi violenti poi diventi un assassino e fai le stragi, e muori
hrossi25 Gennaio 2013, 11:21 #3
età compresa tra 2 e 5 anni, ovvero pre-elementari, io a mio figlio uno schermo sotto al naso non glielo metto, che ci siano o no contenuti interattivi, è meglio che continui ad usare i giocattoli e i libri di apprendimento e quando c'è bel tempo all'aria aperta

per il bene dei suoi occhi e della sua salute oltre che del suo cervello

Hermes
Avatar025 Gennaio 2013, 11:24 #4
E' una bella lotta tra tv e videogames a chi è più scriptato.
Il contenuto informativo ormai è prossimo alla zero per entrambe, ma sono due cose imparagonabili, lo scopo della tv dovrebbe proprio essere quello di fare informazione mentre per i vg tutto il contrario.
Gabro_8225 Gennaio 2013, 13:37 #5
Ma vi pagano quelli della Apple per pubblicare certe foto??
Che c'entra l'ipad (apple in generale) con i videogiochi??
X-Wanderer25 Gennaio 2013, 13:55 #6
ahahahaha quoto gabro!!!
ma sì infatti, ma che foto del menga?
poi vogliam parlare della faccia della tipa?
comunque sono d'accordo con hermes...
non che i videogiochi siano qualcosa da tenere distante dai ragazzini, però che dopo non diventi un passatempo abituale come per molti (basta già lo smartphone va...)
Baboo8526 Gennaio 2013, 11:47 #7
No! Non e' vero! I giochi sono il male! Violenza, armi, sangue.... Basta coi videogiochi!!!

Solo tv spazzatura, film violenti ed internet, quelli si' che sono educativi... Ah e mi raccomando andate a comprare un M16 nel negozio sotto casa, si sa mai...







Link ad immagine (click per visualizzarla)


Gnubbolo28 Gennaio 2013, 01:32 #8
bisogna guardare solo film educativi, propongo La Passione di Cristo
Khronos19 Marzo 2013, 16:28 #9
maria de filippi, maria de filippi!
imocattivo21 Marzo 2013, 15:10 #10
Ci vuole moderazione in tutto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^