Pokémon Spada: una nuova avventura nella regione di Galar

Pokémon Spada: una nuova avventura nella regione di Galar

Il nuovo capitolo di Pokémon si ambienta nella regione di Galar e porta il giocatore, accompagnato dalla Spada e dallo Scudo, a intraprendere l’avventura con lo scopo di diventare il nuovo Campione.

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Videogames
Nintendo
 

Come praticamente ogni anno la Saga videoludica di Pokémon si rinnova e offre una nuova avventura a noi videogiocatori. Anche quest'anno Pokémon è esclusiva Nintendo e quindi giocabile attraverso Nintendo Switch, unica alternativa per avere l'opportunità di vivere la nuova avventura nella regione di Galar.

Ci troviamo nella regione di Galar per cercare di diventare i Campioni, ma dando un occhio al fenomeno Dynamax, possibile grazie alle Desiostelle che si trovano nella regione. Aiuteremo infatti la nipote della Professoressa, Sonia, partita con noi in viaggio per esplorare questi fenomeni e cercare indizi che conducano allo strano fenomeno che permette ai Pokémon della regione di diventare giganti e scagliare mosse ancora più potenti.

È interessante come lo sviluppo del fenomeno Dynamax, dovuto alle Desiostelle scese nella regione di Galar possano rendere gli incontri più interessanti e tatticamente un po’ più studiati anche per i casual gamer.

Indice dell'articolo

STORIA: all’interno della regione di Galar

Inizieremo la nostra avventura assieme al nostro amico, nonchè rivale, Hop, fratello del Campione della regione Dandel accompagnato dal suo fido Charizard. È proprio lui che convince noi e Hop a intraprendere la nuova avventura e sempre grazie al suo appoggio riusciamo a diventare Sfidapalestre. A causa della sponsorizzazione del Campione avremo gli occhi puntati in ogni città in cui metteremo piede, avendo quindi un popolarità maggiore rispetto i capitoli precedenti della Saga.

L’avventura nella regione di Galar inizia abbastanza semplicemente, soprattutto per le prime sfide, andando pian piano ad aumentare il livello delle battaglie dalla palestra di tipo Folletto in poi. La trama del gioco è lineare e senza troppi colpi di scena fino a che i primi segnali di pericolo non iniziano a manifestarsi dal Percorso 9, quando appaiono Pokémon Dynamax al di fuori dei punti energetici, causando molto spavento tra gli abitanti della regione.

La situazione torna alla normalità; dopo aver conquistato le 8 medaglie avremo la possibilità di partecipare al torneo degli Sfidapalestre e successivamente ad un ulteriore torneo (Torneo delle Finali) dove prenderanno parte anche i Capipalestra affrontati precedentemente. Lo scopo ovviamente è quello di arrivare a sfidare in Finale il Campione Dandel e quindi di conquistare il titolo di Campione di Galar.

La sfida viene messa a repentaglio dal presidente Rose: le Desiostelle che alimentano l’intera regione rischiano di non essere più sufficienti, portando la popolazione al buio in meno di 1000 anni. Rose vuole sistemare subito la faccenda e blocca il torneo.

Bisognerà sconfiggerlo e poi andare a calmare il Pokémon leggendario Eternatus, dove per la prima volta scopriremo il volto di altri due Pokémon leggendari, eroi della regioni di Galar. Noi, Zacian, Zamazenta e Hop uniremo le forze per sconfiggere, e in seguito, catturare Eternatus. È qui che io e Hop entreremo in confidenza con i due paladini leggendari di Galar.

A seguito di questo incontro potremo affrontare Dandel nella finale della Coppa Campioni, se avrà esito positivo la battaglia avremo conquistato finalmente il titolo di Campioni di Galar.

La nostra avventura non è ancora finita però, due eredi della famiglia reale di Galar cercano di boicottare la fama dei due Pokémon leggendari rubando la spada e lo scudo che noi e Hop avevamo recuperato per combattere al fianco di Zacian e Zamazenta. Dovremmo sconfiggerli per portare definitivamente la pace su Galar e acquisire la totale fiducia dei due leggendari che si faranno catturare da noi.

Come ultima lotta del gioco affronteremo Hop, così come ad inizio avventura e in seguito noi ci occuperemo di svolgere i compiti del Campione, mentre Hop diventerà professore Pokémon affiancando Sonia nel suo laboratorio.

OSSERVAZIONI sul gioco

Premetto che la mia esperienza videoludica con la Saga Pokémon si è interrotta con il capitolo Bianco e Nero giocato su Nintendo DS e quindi lo sbalzo sia grafico che generale dei movimenti è stato parecchio ampio. Questi due aspetti mi hanno infatti colpito in modo positivo, mi sono piaciute parecchio le ambientazioni e le città.

Sfida pre Palestra

Una cosa interessante che hanno migliorato con l’avanzare dei capitoli sono le sfide che si trovano nelle palestre e che anticipano la sfida con il Capopalestra; nei capitoli che ho giocato a quanto ricordo non erano chiamate proprio sfide ma erano più che altro dei percorsi/indovinelli che mostravano poi la strada fino al Capopalestra.

Interessanti comunque queste sfide che poi ti portano all’arena che ti permetterà, una volta battuto il Capopalestra, di ottenere la medaglia di quella Palestra. Si avete capito bene, l’ultima sfida della Palestra si tiene in un’arena in cui ci sarà anche il pubblico ad assistere allo scontro; questa arena vi darà la possibilità di sfruttare il potere Dynamax e quindi di essere magari più strategici sotto certi aspetti.

Livello dei Pokémon alto

Prima delle Palestre però è difficile non notare che il livello dei Pokémon selvatici è abbastanza alto rispetto a ciò che ci si aspetterebbe a inizio gioco. Si tratta comunque di una scelta sensata, utile per aumentare il livello dei nostri Pokémon.

Condividi esperienza

Aumentare il livello dei Pokémon ora non sarà poi così tanto complicato, è infatti presente il Condividi Esperienza automatico: una volta battuto o catturato un Pokèmon, la vostra squadra guadagnerà punti esperienza.

Pokécampeggio

Anche dopo il Pokècampeggio i vostri Pokémon potranno ricevere un po’ di esperienza in più. Cos’è il Pokècampeggio? Si tratta di un campeggio in cui avrete la possibilità di cucinare e giocare con i vostri Pokémon per far riposare o fidelizzare con la squadra.

Troppo facile?

La Saga Pokémon è giocato da una grossa varietà di utenti, non solo i bambini infatti possono essere interessati, ma anche ragazzi un po’ più grandi che hanno sempre apprezzato il titolo e vogliono immergersi in una nuova avventura.

In questo caso probabilmente le sfide sono state rese un po’ più semplici del previsto, soprattutto nelle parte iniziali del gioco dove si va molto veloci e si riescono a battere le Palestre in modo abbastanza semplice, dovuto anche ai tipi iniziali di Capipalestra: Erba, Acqua e Fuoco. Le Palestre più complicate incontrate a mio parere sono quelle di tipo Drago e di tipo Folletto, soprattutto l’ultima è riuscita a mettermi veramente sulle spine, ma sono riuscito a spuntarla.

Delle volte è più complicato affrontare i Pokémon selvaggi che gli allenatori, Pokémon che quindi cerchi di catturare perchè molto forti.

Considerazioni finali

Pokémon è alla fine un gioco che accomuna molti e la difficoltà del gioco passa in secondo piano soprattutto quando la storia riesce a immergerti e coinvolgerti. Vero anche che il gioco è un po’ sempre lo stesso, ma in fondo è ciò che un utente cerca quando acquista un titolo Pokémon.

La grafica è molto bella e anche la storia non è male e continua anche dopo la conquista del titolo di Campione di Galar. In fondo è difficile non consigliare l’acquisto di Pokémon Spada, sarebbe comunque da provare, soprattutto per un bambino o un ragazzo che si è appena appassionato a questo mondo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^