Il ritorno dei GiG Tiger: quattro giochi in arrivo, tra cui Sonic e Transformers

Il ritorno dei GiG Tiger: quattro giochi in arrivo, tra cui Sonic e Transformers

Hasbro si appresta a rilanciare negli USA gli amati giochi portatili di Tiger Electronics. Da noi conosciuti come GiG Tiger, le piccole console 'plasticose' saranno nuovamente disponibili all'acquisto con titoli come Sonic The Hedgehog 3 e Transformers: Generation 2. Ancora nessun annuncio per l'Italia.

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Videogames
 

Tra gli anni '80 e '90, l'americana Tiger Electronics aveva realizzato un'ampia gamma di prodotti, primo fra tutti il famigerato pupazzo Furby. Al tempo la società avrebbe persino ottenuto la licenza da Nintendo per riprodurre fedelmente il Pokédex della serie Pokémon, ma non si trattava del primo giocattolo dedicato al mondo dei videogiochi: è l'intramontabile GiG Tiger uno dei più grandi successi dell'azienda.

Importati in Italia dall'ex produttore di giocattoli, i GiG Tiger erano giochi portatili, console apparentemente indistruttibili protette da un coloratissimo guscio di plastica. Ce n'era uno per ogni videogioco e, grazie ad Hasbro, presto potremmo nuovamente stringerli tra le nostre mani.

GiG Tiger, Hasbro prepara il nuovo debutto: torneranno anche in Italia?

Tiger Electronics è stata acquisita da Hasbro alla fine degli anni '90, sarà dunque il colosso statunitense a riportare in vita gli amati giochi portatili. Le console targate Tiger erano estremamente economiche e la sua libreria poteva vantare i più grandi classici della storia dei videogiochi: c'erano GiG Tiger dedicati a Castlevania, Golden Axe, Street Fighter e molti altri.

hasbro tiger sonic the hedgehog 3

Ogni titolo poteva essere giocato su un piccolo display LCD monocromatico, incorniciato da una copertina che raffigurava il videogame integrato. Non mancavano ovviamente gli essenziali comandi di gioco, come la croce direzionale e due pulsanti per le azioni basilari (Move e Jump), affiancati da uno speaker per la riproduzione dell'audio. Tutte queste feature saranno riproposte nelle nuove versioni dei Tiger di Hasbro, che manterranno anche l'originale design concepito negli anni '90.

Prossimamente gli utenti statunitensi potranno acquistare quattro nuovi Tiger con altrettanti titoli, ovvero Transformers: Generation 2, Sonic The Hedgehog 3, La Sirenetta e X-Men Project X. Ogni console potrà essere acquistata spendendo circa 15 dollari: i pre-order sono già disponibili presso la catena Gamestop. Non sono state diffuse informazioni per un'eventuale (ri)lancio in Italia

I modelli originali di GiG Tiger sono ancora acquistabili presso portali come eBay e Amazon, dove troviamo alcune vecchie unità a prezzi talvolta esorbitanti - si arriva anche a centinaia di euro. Se avremo la stessa fortuna degli americani, presto potremo spendere solo pochi euro per mettere le mani sui 'nuovi' Tiger di Hasbro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vindicator2320 Febbraio 2020, 14:05 #1
nooo brucateli tutti!!! peggio che il game.com cercatelo se non capite di che sto parlando

in america li detestano di brutto
Roran20 Febbraio 2020, 14:20 #2
Ma a cosa servono al giorno d'oggi? soltanto a creare una marea di rifiuti elettronici, basterebbe che pubblicassero i giochi per le piattaforme già esistenti, console, smartphone, ecc.
HIVE mind20 Febbraio 2020, 14:52 #3
R@nda20 Febbraio 2020, 14:57 #4
Tanti ricordi...li desideravi eppure facevano cagare pure allora
Per fortuna poi sono uscite le console casalinghe vere (Pong,Vectrex, Intellivision, Colecovison, Atari 2600 ecc...)e da li si è aperto un mondo.
User11120 Febbraio 2020, 15:03 #5
Originariamente inviato da: Roran
Ma a cosa servono al giorno d'oggi? soltanto a creare una marea di rifiuti elettronici, basterebbe che pubblicassero i giochi per le piattaforme già esistenti, console, smartphone, ecc.


servono allo stesso motivo delle riedizioni del nes, snes, psx tecnologicamente non hanno senso eppure sono stati venduti moltissimi pezzi.
mally20 Febbraio 2020, 15:25 #6
Originariamente inviato da: User111
servono allo stesso motivo delle riedizioni del nes, snes, psx tecnologicamente non hanno senso eppure sono stati venduti moltissimi pezzi.


si ma un gioco nes almeno è giocabile e ti offre ancora molte ore di intrattenimento. Un conto è il retrogaming, un altro è riescumare oggetti dalla dubbia usabilità. I gigtiger potevano funzionare 30 anni fa quanto la tecnologia era pessima, è come voler riescumare una tv a tubo catodico in bianco e nero e sgranatissima, va bene solo per rovinarsi gli occhi...
emanuele8320 Febbraio 2020, 15:34 #7
mai, mai, mai e poi mai capito come cazzo si giocava. a nessun gioco. So diventato ingegnere elettronico co sta pecca sulla coscenza; questa e anche perché se metto un led in parallelo a un motorino tamiya delle mini4WD mi si accende a 0 rpm solo ci metto una resistenza da 22 ohm in serie.
mally20 Febbraio 2020, 15:38 #8
Originariamente inviato da: emanuele83
mai, mai, mai e poi mai capito come cazzo si giocava. a nessun gioco. So diventato ingegnere elettronico co sta pecca sulla coscenza; questa e anche perché se metto un led in parallelo a un motorino tamiya delle mini4WD mi si accende a 0 rpm solo ci metto una resistenza da 22 ohm in serie.


ma a quando una lezione di italiano?
Saturn20 Febbraio 2020, 16:29 #9
Ossignore...lasciamo morire il passato...uccidiamolo se necessario ! - cit.
386DX4020 Febbraio 2020, 17:55 #10
L'operazione nostalgia e' certo funzionante in questi anni come si e' visto con le home console, telefoni etc.. Ma considerando quel prezzo, tutto sommato non la vedo male come idea per quella nicchia di collezionisti e videogiocatori che hanno vissuto quegli anni.
A loro modo sara' la possibilita' per alcuni di distrarsi dallo smartphone per assurdo.
A suo tempo costavano comunque cari mi sembra rispetto ad altri giochi simili, spesso cloni di ogni tipo e marca e mediamente di basso livello. Pero' per chi non poteva ancora permettersi le vere console portatili uscite in quegli anni, erano comunque un buon modo di passare il tempo soprattutto perche' utilizzavano licenze dei giochi famosi dell'epoca che garantivano una certa "esclusività" del gioco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^