GeForce NOW: Activision Blizzard richiede la rimozione dei suoi giochi dal catalogo

GeForce NOW: Activision Blizzard richiede la rimozione dei suoi giochi dal catalogo

A una settimana dal lancio di GeForce NOW, Activision Blizzard sceglie di non supportare il servizio di cloud gaming targato NVIDIA, richiedendo la rimozione dei suoi giochi. Tra i titoli rimossi dal catalogo ci sono Call of Duty: Modern Warfare e Overwatch.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Videogames
ActivisionBlizzardNVIDIAGeForce
 

La scorsa settimana abbiamo accolto GeForce NOW, la piattaforma di cloud gaming di NVIDIA che avrebbe già conquistato migliaia di giocatori con la sua versatilità e le sorprendenti performance. Il servizio è infatti compatibile con PC, Mac, NVIDIA Shield e i device Android: per iniziare a giocare basterà lanciare il software dedicato e scegliere uno dei titoli provenienti dalla propria libreria.

Se speravate di utilizzare GeForce NOW per giocare al più recente Call of Duty o a Overwatch, tuttavia, dovrete rimandare i vostri piani: Activision Blizzard ha richiesto la rimozione dei suoi giochi dal catalogo di NVIDIA.

Activision Blizzard: "GeForce NOW? No, grazie"

Se confrontato con Google Stadia, GeForce NOW può contare su un più vasto catalogo di giochi compatibili e, cosa importante, costi di abbonamento più accessibili. NVIDIA sta collaborando con i publisher per ampliare ulteriormente il suo parco titoli, ma qualcuno non sembra intenzionato a cooperare. Quel qualcuno è Activision Blizzard, uno dei giganti dell'industria videoludica, il quale prende le distanze da GeForce NOW ritirando le sue produzioni dal catalogo della piattaforma.

Ecco il comunicato ufficiale rilasciato da NVIDIA:

"Su loro richiesta, vi segnaliamo che i giochi Activision Blizzard verranno rimossi dal servizio. Nonostante l'inconveniente, speriamo di collaborare con Activision per riattivare questi giochi e molti altri in futuro. Oltre alle centinaia di giochi attualmente supportati, abbiamo più di 1,500 titoli che gli sviluppatori hanno chiesto di integrare nel nostro servizio".

In parole povere, giochi come Call of Duty: Modern Warfare, Overwatch, Hearthstone, Diablo III e molti altri non potranno essere avviati tramite la piattaforma di cloud gaming, almeno per il momento; nulla vieterà a NVIDIA e al publisher di trovare un eventuale accordo nei prossimi mesi.

nvidia geforce now

Ricordiamo che GeForce NOW è già disponibile con due diversi piani di abbonamento: un piano gratuito, che garantisce un accesso standard con sessioni di gioco dalla durata massia di un'ora; il piano Founders, che prevede una trial iniziale di 90 giorni e un abbonamento mensile di 5,49€ per i successivi 12 mesi.

Chi opterà per la sottoscrizione Founders potrà contare sul supporto ai giochi RTX ON - compatibili dunque con la tecnologia Ray Tracing - come Control e Metro Exodus.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mattxx8812 Febbraio 2020, 12:32 #1
sarò ciucco io ma i giochi Origin non li puoi ancora avere su geforce now, quindi niente BF5
biffuz12 Febbraio 2020, 15:24 #2
Compri una cosa e questa sparisce... è il bello del cloud, baby
Ora tocca ai videogiochi, chi sarà il prossimo?
Karandas12 Febbraio 2020, 15:27 #3
Più che sensata la richiesta di Blizzard, i giocatori che si impegnano molto in titoli come Overwatch dove esiste il gioco competitivo spendono centinaia(o migliaia) di euro per avere il monitor a latenza ultra bassa, il mouse super veloce, 120+ fps e una connessione in fibra per la minor latenza che la tecnologia moderna sia in grado di offrire e questi ci mettono in mezzo 40 o più ms di latenza di conversione? Pazzia.
Io sono uno di quei giocatori e per me 40ms fanno un botto di differenza.
biffuz12 Febbraio 2020, 15:32 #4
Ma quale latenza... il problema si chiama "soldi".
Karandas12 Febbraio 2020, 15:37 #5
Originariamente inviato da: biffuz
Ma quale latenza... il problema si chiama "soldi".


Esattamente si tratta di soldi ma non nel modo che intendi tu.
Giocare a OW tramite streaming rene il gioco uno schifo e Blizzard non vuole che i nuovi utenti che si affacciano a OW tramite Geforce NOW pensino che il gioco è uno schifo perchè risponde male.
E' cattiva pubblicità quindi una perdita di soldi nell'immediato ma anche nel futuro visto che deve uscire OW2.
Questa è la vera ragione.
Lo streaming non va bene per tutti i generi di giochi, punto.
walterego22112 Febbraio 2020, 15:38 #6
Originariamente inviato da: biffuz
Ma quale latenza... il problema si chiama "soldi".

Concordo, tutte prese per il sedere quelle del gioco competitivo, se fosse questione di prestazioni non dovrebbero rilasciare Overwatch per console ed invece..la verità è che solo una platea infinitesimale "gioca competitivo", la stragrande maggioranza gioca su console e su monitor buoni appena per far vedere Maria de Filippi in una cucina o a 57fps con una scheda video di 7 anni prima su di un monitor 1024x768.

Non diciamo quindi cavolate, il giocatore è una persona e le persone GIOCANO UN PO DOVE C PARE A LORO!
Karandas12 Febbraio 2020, 15:43 #7
Forse non ti é chiaro che la maggior parte della popolazione gioca di OW gioca su PC e la maggior parte delle perso e che giocano fast paced fps come OW hanno un monitor almeno da 120hz che ormai ti tirano dietro la schiena tutti i produttori.
Si parte da 160€ per il più sgualfo monitor da gaming.
Poi c'è anche chi gioca su console e ne co osco diversi che una volta provato OW su pc non sono più tornati su console.
Ci sono addirittura persone che prendo o il monitor low latency per giocare su console....
Non pensare di sapere tutto.
walterego22112 Febbraio 2020, 15:46 #8
Scrive ancora quello che non citerò perché non merita neppur d'esser citato?
Chi giustifica il tutto con "prestazioni non accettabili" omettendo che OW ha anche un mediocre porting su switch non merita neanche la citazione.

Mettendo da parte quindi le fantasie di alcini ricordo l'accordo stilato tra Activision Blizzard e Google per il futuro di Stadia ad inizio anno.

Fine, andate a casa, giù la claire.
FirePrince12 Febbraio 2020, 15:50 #9
Ma quale latenza e latenza, se così fosse (come qualcuno ha già fatto notare) non avrebbero rilasciato la versione per console. Se GeForce paga i giochi verranno reinseriti, latenza o meno.
Karandas12 Febbraio 2020, 15:58 #10
Va bene, giocatelo voi un fps competitivo in streaming, NOI lo giochiamo in locale poi quando ci scontriamo vediamo chi ha ragione.
Una nota, secondo voi come mai la Overwatch League si gioca solo su PC?
Saluti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^